Fano-Samb 1-2, Pegorin e il palo salvano tre punti d’oro. Rileggi la diretta

Tutto quello che c’è da sapere sulla partita dei rossoblu. Dalle 14.30 la diretta live

Dopo la fondamentale vittoria col Gubbio, e un 31 gennaio di passione,  i rossoblu tornano in campo contro il Fano di Cuttone, reduce dal 3-0 subito in casa del Padova. Nell’attesa, potete leggere i nostri articoli sugli ultimi arrivi alla Samb: ci siamo chiesti che tipo di giocatore è Latorre e in che ruolo giocherà Bernardo, chiudendo con un pezzo dedicato all’Hype Bacinovic.

Ma come sta il Fano? Non benissimo. I granata sono ultimi in classifica e hanno alcuni primati negativi del campionato, con il peggior attacco (10 gol fatti), il minor numero di vittorie (3) e il maggior numero di sconfitte (13).

Formazioni

FANO (4-3-1-2) Andrenacci; Lanini, Ferrani, Zullo, Taino; Gualdi, Carrotti,  Schiavini; Gabbianelli; Fioretti, Germinale, A disp. Menegatti, Zigrossi, Ashong, Torta, Cazzola, Filippini, Borrelli, Sassaroli, Capezzani, Camilloni, Melandri All. Cuttone

SAMBENEDETTESE (4-3-3) Pegorin; Rapisarda, Mori, Radi, Pezzotti; Sabatino, Damonte Vallocchia; Mancuso, Agodirin, Di Massimo A disp. Morelli, Di Pasquale, Di Filippo, Lulli, Sorrentino, Bernardo, N’Tow, Candellori, Ferrara, Bacinovic, Ovalle All. Sanderra

IMG-20170205-WA0025

La prima sorpresa di giornata viene dal Fano, che dopo aver fatto circolare la voce di un infortunio di Fioretti lo schiera titolare dal primo minuto, insieme all’altro nuovo acquisto Germinale. Probabile l’utilizzo del 4-3-3, o 4-3-1-2 con Gabbianelli spostato qualche metro più indietro, sulla trequarti.

Per i rossoblu le uniche novità sono Pegorin e Pezzotti al posto degli infortunati Aridità e Grillo; per il resto confermato il 4-4-2 fluido della scorsa settimana, con Vallocchia confermato a sinistra nonostante il ritorno di Lulli, che si accomoda in panchina insieme ai nuovi acquisti Ovalle, Ferrara e Bacinovic.


2′ Sponda di Germinale per Fioretti, anticipato da Pegorin. Poco dopo altra iniziativa di Germinale, che riceve sul vertice destro dell’area e prova il tiro a giro: palla molto fuori dallo specchio.

In fase di non possesso i rossoblu si chiudono con un 4-1-4-1 molto corto, con le due mezzali (soprattutto Sabatino) che a turno si alzano in pressione sui portatori avversari. Dall’altra parte il Fano cerca di sfruttare le due fasce con le posizioni molto avanzate dei due terzini, che quando sono sul lato forte avanzano sull’ala.

9′ Altra sponda di Germinale per Fioretti: Radi allontana in rovesciata.

11′ Palla in verticale per Agodirin, che taglia tra centrale e terzino e mette dentro un tiro cross molto promettente, convertito in rete dal tap-in di Mancuso. VANTAGGIO SAMB!

13′ Punizione dai 30 metri per Radi, che prova la conclusione: la palla finisce addosso ad un giocatore, e il rimpallo favorisce Agodirin: l’attaccante non ci pensa due volte e prova la conclusione. La palla, deviata da Ferrani, finisce dove Andrenacci non può arrivare. RADDOPPIO SAMB!

IMG-20170205-WA0027 22′ Ammonito Mancuso per un fallo a metà campo.

23′ Palla laterale per Mancuso e taglio esterno di Di Massimo, servito sulla corsa; l’attaccante rientra sul sinistro e tocca di esterno per Mancuso, che taglia centralmente e prova a mettere in mezzo per Agodirin, anticipato.

29′ Taino trova il fondo e crossa teso in mezzo per Fioretti, che – sul colpo di testa – trova un tocco di Radi. I fanesi reclamano per un colpo di mano, e l’arbitro (dopo un po’ di titubanza) assegna il rigore. Sulla palla va Germinale, che colpisce sicuro in mezzo: IL FANO ACCORCIA!

34′ Fallo di Zullo su Di Massimo, lanciato in contropiede: giallo.  Sull’azione successiva contropiede pericolosissimo del Fano: Damonte vince un contrasto ma finisce per lanciare in avanti Germinale, fermato dalla scivolata di Mori; sul successivo recupero dei fanesi altra scivolata, stavolta di Damonte, a fermare tutto.

39′ Taino viene servito sulla sinistra da Carrotti, e prova a servire Germiale in mezzo: l’attaccante prova a girarsi sulla marcatura di Mori, ma il difensore rossoblu lo ferma.

40′ Sabatino trattiene Schiavini, giallo. Sulla punizione cross di Gualdo per Fioretti, che prova a soprendere Pegorin con un tocco a scavalcare: il portiere rossoblu torna in posizione a blocca senza problemi.

42′ Contatto tra Radi e Fioretti al limite dell’area: l’arbitro assegna fallo in attacco, scatenando l’ira dei fanesi. Le proteste sfociano nell’espulsione di un incredulo Cuttone.


Fine primo tempo. Dopo una grande partenza, con due gol in 15 minuti, i rossoblu provano a mantenere il controllo del gioco impostando un assetto molto corto e aggressivo, ma – dopo un altro quarto d’ora tranquillo – concedono ingenuamente il rigore dell’1-2. Il gol cambia la partita: il Fano aumenta la pressione sui rossoblu, che dal canto loro – pur difendendo bene – iniziano a concedere qualcosa di troppo sui tanti lanci lunghi tentati da Ferrani e compagni.

Inizio secondo tempo. Nessun cambio nelle due squadre.


49′ Palla in verticale per Di Massimo, che resiste alla carica di Gualdo e serve in mezzo Agodirin: sponde per Sabatino e palla laterale per Mancuso, anticipato.

50′ Tentativo dal limite di Fioretti, che prova la botta sul primo palo: Pegorin devia in corner. Sull’angolo occasione clamorosa per Ferrani, che prova a prendere in controtempo il portiere rossoblu: Pegorin riesce ad arrivare sul pallone con un guizzo, e respinge sull’esterno: sul successivo tentativo di un fanese, salvataggio di Mori in scivolata e fallo di confusione.

54′ Bella occasione per il Fano, con Germinale che si allarga e fa da sponda per Gabbianelli: Rapisarda “para” il tiro e poi il successivo tentativo dei fanesi, e passa sulla sinistra per il contropiede di Di Massimo: l’attaccante arriva in allungo al limite dell’area, rientra sul destro e prova la conclusione a giro. Gran tiro, e grande parata di Andrenacci.

57′ Angolo di Vallocchia, respinto: la palla finisce a Rapisarda, che serve un bel filtrante per Damonte; il centrocampista riceve sul lato corto dell’area, ma tenta comunque il tiro: Andrenacci para, ma si fa sfuggire il pallone. Per sua fortuna, la difesa allontana.

59′ Ammonito Germinale per un fallo su Rapisarda, lanciato in contropiede. Nel frattempo fuori Gabbianelli per Filippini.

60′ Radi sbaglia l’anticipo su Filippini e lascia scorrere la palla per Lanini, che salta Pezzotti e manda in mezzo col sinistro: l’uscita di Pegorin toglie le castagne dal fuoco.

62′ Dentro Bernardo per l’acciaccato Agodirin.

Dopo l’ingresso di Filippini il Fano ha aumentato la sua profondità, con i tre attaccanti sempre vicini e alti sul campo, e il resto della squadra che si sdoppia tra la caccia alle seconde palle e la ricerca del cross in mezzo: si stanno creando molte situazioni al limite o dentro l’area, ma finora la squadra ha retto senza troppi rischi.

69′ Discesa di Taino sulla sinistra e cross in mezzo per Germinale, che colpisce forte e preciso: grande parata di Pegorin, che salva il risultato.

70′ Il Fano ora ci crede: fuori Gualdo per Cazzola, e squadra che passa al 4-2-4.

73′ Altro angolo guadagnato dal Fano: palla sul secondo palo per Cazzola, che prova il destro al volo ma colpisce malissimo. Sull’azione colpo duro preso da Mori, che si tocca la schiena.

77′ Percussione di Vallocchia, che salta un avversario ma al momento di entrare in area perde leggermente l’equilibrio, facilitando l’intervento di Zullo. Sul contropiede tentativo in rovesciata di Germinale, che colpisce male- non riuscendo ad arrivare sulla porta.

79′ Mori non ce la fa: Sanderra ferma l’ingresso di Lulli e inserisce Di Pasquale per il centrale rossoblu.

80′ Fuori Schiavini per Melandri. In campo tutte le punte a disposizione dei fanesi.

82′ Brutto colpo subito da Sabatino, uscito zoppicante. Al suo posto entra Lulli.

86′ Forcing prolungato dei fanesi, che vanno al cross con Fioretti: palla deviata e respinta corta di Vallocchia (o Di Pasquale), che permette il recupero e la conclusione di Melandri; il tiro, deviato, prende una traiettoria stranissima. Pegorin tocca appena deviando la palla sul palo: sul rimbalzo FIlippini è troppo avanzato, e i rossoblu vengono graziati.

90′ Ammonito Vallocchia per un intervento duro sulla trequarti. Intanto l’arbitro comunica che ci saranno 5 minuti di recupero.

Intanto i fanesi, in uno slancio di simpatia, si rivolgono ai rossoblu dicendo “Solo rubare, sapete solo rubare”

90’+5 Clamoroso: cross dalla sinistra di Melandri e palla che arriva precisa sul petto di Fioretti, che a tre metri dalla porta stoppa e prova la girata, mandando centrale: Pegorin blocca e salva tutto, mentre l’arbitro inizia l’agognato triplice fischio finale.

Fine secondo tempo. Dopo una mezz’ora di alto livello i rossoblu lasciano spazio alla verticalità del Fano, prima, e ai lanci dell’ave maria poi. Nonostante la sofferenza (e due brividi molto grossi) la squadra di Sanderra riesce a mantenere il vantaggio, portando a casa tre punti importantissimi.

No comments
Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami