Samb a caccia del 6° posto. Sanderra: “Contro il Pordenone non voglio rilassamenti”

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Obiettivi chiari e forte motivazione nel perseguirli.

Quella di domani sarà una gran bella gara e questo perché entrambe le fazioni, Sambenedettese e Pordenone, sono mosse da scopi ben precisi: la compagine di mister Tedino, ad un solo punto dal Parma, lotterà per il secondo posto mentre i rossoblù di Sanderra, a due punti dal Gubbio, tenteranno il tutto per tutto per la sesta posizione.

L’ossatura dei rivieraschi sarà la stessa di quella proposta contro l’Ancona. Confermato Di Pasquale dal primo minuto; Mori, non ancora al 100%, partirà dalla panchina mentre a contendersi il posto di Radi saranno Mattia e Di Filippo. Dubbi su Aridità che, colpito da un piccolo problema muscolare, ha difficoltà a calciare. Probabile dunque l’inserimento di Pegorin affinché il portiere numero 1 possa recuperare la sua condizione in vista dei play off.

“Ci attende una partita difficile – ha dichiarato il tecnico della Samb – Non dobbiamo lasciarci ingannare dal Pordenone perché ha una squadra forte. Davanti può effettuare scelte veramente importanti e ha un centrocampo che, a parer mio, è tra i migliori di tutta la Lega Pro. Fino ad ora hanno fatto tantissimi gol. Questo aspetto ha i suoi pro ma anche i suoi contro poiché potrebbero lasciare qualcosa in difesa. Al Pordenone piace giocare e non va aspettato, anzi, va aggredito ma nei livelli giusti di campo”.

Sarà la motivazione a fare la differenza: “Mi aspetto una prestazione come quella di domenica – ha risposto Sanderra – Domani non voglio vedere rilassamenti. Vincere questa gara potrebbe voler dire avere un grande vantaggio per i play off. Ho detto ai ragazzi che dovranno attaccare la partita con giudizio e in totale concentrazione. Contro l’Ancona abbiamo creato di più rispetto alle volte precedenti e proprio per questo mi piacerebbe che la squadra fosse in grado di riproporre la stessa cosa in termini di fluidità di gioco”.

No comments