Fedeli: “Abbiamo i giovani migliori”, Moriero: “Pubblico splendido”

La conferenza stampa a margine di Samb-Salernitana. Parlano Fedeli, Moriero, Di Massimo e Bollini


I rossoblu partono bene, vanno sotto di due gol e rimontano con la doppietta di Di Massimo. Con pregi e difetti, le due squadre (e mezzo) messe in campo da Moriero tengono testa ai granata per tutta la gara, mostrando una fase offensiva con tante soluzioni e una profondità di rosa finora sconosciuta.

Franco Fedeli

Se mischiamo tra primo e secondo tempo squadra molto forte, ci siamo mangiati un po’ di gol quando saranno tutti in forma sarà il mister – di volta in volta – a mettere i più meritevoli. Quelli che hanno giocato oggi sono tutti sotto contratto (così fosse, non abbiamo ricevuto i comunicati ndr).

Ci sono tanti giovani promettenti, il che è importante. Noi forse abbiamo i giovani più forti di tutto il girone, e questo credo ci farà andare molto avanti. Oggi è stato molto bravo Valente, ma anche Vallocchia (che non scopriamo oggi), Bove… Di Massimo? Sapete come la penso. Oggi ha fatto un gran gol.

Il Mercato? Se capita un’occasione importante ci proviamo. DI certo quest’anno abbiamo una squadra migliore. L’anno scorso c’era una squadra improvvisata, all’inizio abbiamo campato su alcuni episodi iniziali e poi siamo calati. Alla fine abbiamo rimediato qualcosa, è vero, ma nel complesso sono rimasto deluso. Quest’anno è un’altra storia.

Alessio Di Massimo

Ero carico, mi sentivo bene, il lavoro sta iniziando a dare i suoi frutti. Gli applausi del pubblico sono importantissimi, ma – più che a livello personale – di squadra. Quest’anno partiamo avvantaggiati perché rispetto all’anno scorso sono rimasti diversi giocatori, e ci conosciamo già.

Moriero è un grande mister con un grande carattere, ogni giorno impariamo qualcosa di nuovo e questo è fondamentale. La posizione? Per me l’importante è dare una mano alla squadra, il ruolo è secondario. Rispetto all’anno scorso sono maturato, cercherò di non fare gli stessi errori.

Francesco Moriero arriva insieme al figlio Marco, annunciato come “un piccolo tifoso della Samb”. Gli altri giornalisti lo testano immediatamente, ma Moriero jr. risponde bene. Poi tocca al padre.

Francesco Moriero

Sono due settimane che ci alleniamo, era impossibile essere pronti al 100%. Io ho chiesto ai ragazzi di far divertire il pubblico e provare le cose studiate negli ultimi giorni. Abbiamo avuto un ottimo approccio nel primo tempo e nella ripresa i ragazzi sono entrati nel modo migliore. L’importante era la prestazione, non il risultato, e c’è stata.

Finalmente mi sono gustato il calore di questo pubblico meraviglioso, e i loro applausi sono valsi tantissimo. La rimonta fa piacere, ma anche fosse finita diversamente sarei stato soddisfatto. Abbiamo giocato alla pari con una squadra di categoria superiore.

Oggi in alcune situazioni ci siamo allungati molto lasciando qualche spazio, nella ripresa con Damonte e Gelonese abbiamo avuto più compattezza. La cosa importante è vedere il lavoro di tutti nel migliorare, la cosa importante è quella.

Noi puntiamo forte sui giovani, per noi sono importanti.li ho fatti giocare tutti non per caso: questa squadra è un mix interessante, ma durante la settimana guardo solo le prestazioni. Chi fa bene gioca.

Per ora il nostro mercato è chiuso su tutti i fronti. Più avanti la società farà le sue valutazioni, se c’è un’occasione si farà certamente avanti; ma da parte mia non chiedo nulla, la squadra è competitiva così.

Alberto Bollini

Non sono per cercare scuse, ma nelle valutazioni bisogna pensare anche alle condizioni in cui siamo arrivati alla partita di oggi. Stamattina ci siamo allenati molto e siamo arrivati a ridosso della partita. La squadra mi è piaciuta, abbiamo giocato bene soprattutto a sinistra dove Sprocati e Zito sono andati alla conclusione molto spesso. Abbiamo giocato bene in profondità e tra le linee, poi nella ripresa c’è stato un calo fisiologico – complici i pochi cambi.

La Sambenedettese ha una squadra di livello e che farà tutto per salire, oggi hanno mostrato buone qualità. Noi abbiamo una squadra ancora incompleta, sia a livello tecnico che numerico. Viste le squadre che sono salite e quelle che scenderanno, puntare alla promozione sarà difficile e in questo momento è irrealistico. Ma chi arriva sarà un giocatore da Salernitana.

No comments
Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami