Speciale Sambamercato: Luglio

speciale sambamercato

Dopo anni di incertezza, l’estate sambenedettese ha iniziato a coincidere col calciomercato, e tutto ciò che ne consegue: un turbinio di voci e nomi, decine di pezzi al giorno e una sciarada inesorabile di gregari affidabili, bomber infallibili, procuratori incontrastabili e scommesse esotiche. Noi saremo la vostra guida


Venerdì 28

L’Albinoleffe alza il livello: preso Sbaffo

Nel giro di 48 ore, e nel completo disinteresse comune, l’Albinoleffe di Alvini chiude il secondo colpo importante a centrocampo, dando qualità a un reparto già valido. Dopo il giovane Coppola i seriani hanno chiuso per Alessandro Sbaffo, reduce dall’epurazione avvenuta in casa Reggiana. Il centrocampista classe ’90 (129 presenze e 9 reti in serie B) ha firmato a titolo definitivo, dando prova delle rinnovate ambizioni dei biancocelesti.

Il Modena accontenta Capuano: arriva Momentè

Nonostante la personalità debordante, Caouano non butta mai all’aria le sue dichiarazioni. Due giorni dopo le sue lamentele per la penuria in attacco la società ha chiuso per Matteo Momentè, attaccante classe 1987. Reduce dalla sfortunata stagione con l’Ancona (con la quale ha raccolto 25 presenze e un gol), il centravanti si è subito aggregato al ritiro. Eziolino esulta.

Zanzibar mischia le carte del centrocampo padovano

“Arriverà Tabanelli via Dettori, per Berardo ci difficile trovare gli incastri giusti”. Con queste parole il dirigente biancoscudato annuncia le prossime mosse del mercato padovano, intese ad aumentare forza e centimetri al centrocampo di Bisoli.

Non è mancata una battuta su Altinier, al centro di diverse voci di mercato. Zamuner è possibilista: “E un giocatore del Padova, ma ci sta che una squadra in grado di dargli un biennale. Non credo andrà alla Fermana”.

Giovedì 27

L’Albinoleffe aggiunge forze fresche

Dopo la bella stagione dello scorso anno l’Albinoleffe ha deciso di continuare la strada di un mercato oculato, cercando di innestare giocatori funzionali all’assetto dello scorso anno. In tal senso si iscrive l’arrivo di Fausto Coppola, centrocampista classe ’97 che ha alle spalle una stagione da protagonista all’Akragas, con 35 presenze e un gol.

Mercoledì 26

Il Livorno si  è svegliato

Dopo un torpore fin troppo lungo, coinciso con le trattative di cessione societaria, il Livorno ha cominciato a programmare la prossima stagione. L’arrivo di Doumbia dal Lecce è stato il primo sussulto degli amaranto, al quale ha fatto seguito un altro grande acquisto.

Si tratta di Edoardo Blondett, difensore centrale che nell’ultima stagione al Cosenza aveva formato una grande coppia con Luca Tedeschi. Quest’ultimo ha scelto Catania, mentre Blondett riparte da Livorno dopo aver rifiutato la corte di mezza Serie C, tra cui la Samb.

La Triestina non si ferma più

Mentre il Consiglio Federale ha stabilito l’iter burocratico per i ripescaggi, la Triestina sta lavorando in maniera importante sul mercato per un’entrata trionfale in Serie C. Il direttore sportivo Milanese ha già regalato a mister Sannino – un lusso per la categoria – elementi importanti come Daniele Mori in difesa, Castiglia e Bracaletti a centrocampo e Rachid Arma in attacco.

Nel frattempo, da Livorno rimbalza l’indiscrezione che vorrebbe il capitano Andrea Luci nel mirino degli alabardati. Secondo Il Tirreno, la Triestina ha offerto a Luci un contratto da 100 mila euro annui, un’offerta superiore a quella amaranto che potrebbe far vacillare il centrocampista. In attacco, invece, i friulani hanno messo gli occhi su Caetano Calil, attaccante d’esperienza inserito nella lista cedibili del Catania. La Triestina non è (ancora) in Serie C, ma un attacco formato da Bracaletti, Calil e Arma fa già tremare le difese avversarie.

Martedì 25

Modena, Capuano lancia l’allarme

“È mortificante vedere giocare un difensore in attacco per mancanza di alternative. Spero si risolva presto la cosa”. Con la schiettezza che da sempre lo contraddistingue, Eziolino Capuano lancia un grido d’allarme per il mercato del suo Modena. Difesa e centrocampo lavorano bene, ma l’attacco è completamente sguarnito.

In questo momento le trattative di mercato del club emiliano sono rallentate dall’imminente cessione societaria da Caliendo a Salerno. I media locali parlano di una soluzione nelle prossime ore, anche se il patron modenese ha da sempre abituato i tifosi gialloblu a clamorosi ribaltoni. In attesa delle schiarite societarie, potrebbe tornare dal Torino il centravanti Abou Diop, che nelle scorsa stagione si è diviso tra Modena e Viterbese.

Lunedì 24

Carrarese, un “anziano” tira l’altro

In principio fu Massimo BigMac Maccarone, accostato al nuovo progetto della Carrarese. Quando la punta ex Empoli ha deciso di lasciare l’Italia per provare una nuova esperienza in Australia, la Carrarese di mister Baldini ha scelto di non abbandonare la strada dell’esperienza.

Un vecchietto per reparto, dunque, con il compito di far crescere il gruppo di giovani e scovare il marmo pregiato nel blocco carrarino. Dopo gli arrivi di Marco Marchionni a centrocampo e Francesco Tavano in attacco, i marmiferi hanno deciso di puntare su Matteo Contini, difensore classe 1980 con alle spalle tante esperienze in Serie A. Nell’ultima stagione Contini ha strappato la salvezza con la Ternana in Serie B, collezionando 21 presenze. Dall’acciaio al marmo, prosegue la carriera dell’esperto difensore.

[nextpage title=”Settimana 4″]

Domenica 23

Catania, Lo Monaco non si nasconde: “Protagonisti del mercato”

Non è mai stato tipo da sottostare alle recite ipocrite del mercato. Pietro Lo Monaco, quando parla, non è mai banale: “I fuochi d’artificio non sono finiti. Sono talmente tanti i calciatori arrivati che faccio fatica anche a ricordarli tutti”. Le ambizioni del Catania sono legittimate da un mercato finora sontuoso: in difesa sono arrivati Semenzato e Tedeschi, a centrocampo Lodi e Caccetta, in attacco è pronto il super colpo.

“Adesso siamo pronti a ufficializzare Ripa che abbiamo preso da una settimana. L’attaccante che fa gol a raffica è nostro. Abbiamo lavorato bene visto non eravamo i soli a volere l’attaccante ex Juve Stabia”. Dopo tanti acquisti, la società dovrà concentrarsi sul mercato in uscita, visto che gli attaccanti Calil e Demiro Pozzebon non rientrano nei piani tecnici di mister Lucarelli. In uscita potrebbe esserci anche il fantasista Russotto, che fa gol a molti club di Lega Pro.

Sabato 22

Raffica di colpi per il Vicenza

6 acquisti, 1 cessione di lusso e tanti obiettivi vicini alla firma: il mercato del Vicenza è improvvisamente entrato nel vivo. I biancorossi hanno innanzi tutto sistemato la difesa con l’acquisto della coppia di portieri. Il numero 1 titolare sarà Alex Valentini, chiuso allo Spezia da Chichizola, mentre Stefano Fortunato continuerà a fare da secondo dopo l’esperienza al Sudtirol.

Dal vivaio dell’Atalanta, invece, arrivano il centrocampista Isnik Alimi e il difensore Luca Milesi. Dopo la positiva esperienza con la Reggina, firma il giovane classe ’97 Bangu. Il colpo più importante, però, è la firma di Pietro De Giorgio, fantasista che da anni milita in Serie B con le maglie di Crotone e Latina. Il classe ’83 può giocare indifferentemente sull’esterno o dietro la punta e innalza notevolmente il bagaglio tecnico a disposizione di Mister Colombo.

Finita qui? Assolutamente no. Ufficializzata la cessione dell’estroso Orlando alla Lazio – che lo girerà alla Salernitana – il Vicenza sta trattando con il Bari uno scambio che coinvolgerebbe 3 giocatori. Il centrocampista Marco Romizi e l’attaccante Mattia Montini interessano ai vicentini, mentre il difensore Salvatore D’Elia potrebbe trasferirsi in Puglia alla corte di Fabio Grosso.

Livorno, arriva un esterno

Nella lista delle big che, anche quest’anno, daranno la caccia alla Serie B non figura per ora il Livorno. La squadra amaranto ha iniziato a programmare la stagione in netto ritardo a causa delle trattative di cessione societaria portate avanti per mesi senza arrivare alle firme finali.

È di oggi il secondo acquisto ufficiale, dopo l’arrivo del terzino Ivan Pedrelli. Si tratta di Abdou Doumbia, esterno d’attacco in forza da tre stagioni al Lecce. Rapido, bravo nel dribbling, Doumbia deve ancora crescere dal punto di vista tattico e della finalizzazione, ma rappresenta un buona pedina dalla quale ripartire. Quest’anno tornerà il derby contro il Pisa: il Livorno non può permettersi figuracce.

Venerdì 21

Gubbio, due rinforzi da Reggio Emilia

Ricominciare dopo aver perso il carismatico allenatore e la forte punta non è mai facile, ma il Gubbio sa di poter contare sulla tranquillità dell’ambiente e le idee chiare della società.

Nella giornata di oggi gli eugubini hanno messo a segno un doppio colpo dalla Reggiana. Arrivano in rossoblu il terzino mancino Daniele Pedrelli – poco utilizzato in granata – e la punta Ettore Marchi. Quest’ultimo, dopo aver deciso di scendere di  categoria per sposare l’ambizioso progetto di Mike Piazza, ha avuto ben poche soddisfazioni in granata ed ora ha scelto Gubbio per avere maggiore continuità di presenze e realizzazioni.

Sicula Leonzio, le mani su un forte centrocampista

Era uno dei centrocampisti più cercati della Serie C e alla fine a spuntarla è stata una neopromossa. La Sicula Leonzio ha ufficializzato l’arrivo di Francesco Marano.

Il centrocampista classe ’90, che ha firmato un biennale, nell’ultima stagione si è diviso tra Viterbese e Melfi. Nonostante i risultati deludenti delle due compagini, Marano si è messo in mostra per la buona tecnica abbinata al grande lavoro di quantità per la squadra.

Giovedì 20

Juve Stabia: un passo indietro per andare avanti

Negli ultimi anni la Juve Stabia non ha mai rinunciato ad allestire organici importanti, nonostante la continua presenza di squadre “ammazzacampionato”. Nel calcio, però, nulla dura per sempre e le sensazioni attuali spingono a pensare che le Vespe affronteranno la prossima stagione con un budget ridotto.

Non è sfuggito, ai più attenti, un dettaglio non di poco conto. Da qualche ora sono ufficiali i rinnovi del difensore Santiago Morero e del centrocampista Kelvin Matute: i due, come confermato dalla stessa società, hanno accettato un’importante riduzione di stipendio pur di restare in Campania.

La Carrarese punta sull’usato sicuro

Solo pochi mesi fa era una squadra che rischiava di scivolare nel baratro del fallimento; oggi non nasconde le sue ambizione e si affida a giocatori (e un allenatore) di grande esperienza. La Carrarese ha attirato le attenzioni di molti curiosi per il suo progetto tecnico piuttosto inusuale.

Il nuovo tecnico Silvio Baldini, infatti, allenerà la squadra del marmo gratuitamente, ma sarà blindato da una clausola che prevede un indennizzo salatissimo in caso di esonero. Un modo singolare per legare a doppio filo mister e società e dare forza al progetto.

Silvio Baldini ha deciso di gettare le basi della squadra partendo dalle geometrie di Marco Marchionni, centrocampista classe 1980.

Reduce da un periodo di inattività dopo lo svincolo con il Latina, Marchionni ha alle spalle esperienze importanti con Juventus, Parma,Empoli e Fiorentina. In quella che probabilmente sarà l’ultima esperienza da calciatore, Marchionni assumerà i gradi di capitano.

Mercoledì 19

Dalla possibile partenza al rinnovo: Sorrentino fino al 2020

Dopo la clamorosa rottura di poche settimane fa, la Sambenedettese ricuce lo strappo con Sorrentino e rilancia: è notizia di poche ore il rinnovo dell’attaccante romano, che si legherà ai rossoblu per altri tre anni.

Il comunicato: La S.S. Sambenedettese comunica che il giocatore Lorenzo Sorrentino ha prolungato il contratto con la Società rivierasca per altri due anni. L’attaccante romano classe ’95, dopo un inizio timido nella scorsa stagione che lo vedeva spesso in panchina, ha conquistato la maglia da titolare, totalizzando sei goal. Dopo giorni di trattativa siamo lieti di annunciare la permanenza in maglia rossoblù del giovane calciatore.

Panchinaro designato nei primi due anni, e titolare inamovibile; sicuro partente, e confermato fino al 2020: Sorrentino e la Samb hanno una storia piena di sorprese, chissà non ce ne siano altre.

La Samb sorpassa il Racing nella corsa a Patti

Secondo un’esclusiva di TMW la Samb sembra vicinissima a Matteo Patti, difensore classe ’84 del Cosenza. Arrivato in Calabria un anno e mezzo fa, nella scorsa stagione il difensore è stato capitano dei cosentini, coi quali ha raccolto 34 presenze e due gol. Alto 181 cm per 75 kg, il difensore (nato a Catania) compensa la normale struttura fisica con un’ottima rapidità, anche nel difendere in avanti. Mancino, nel corso della carriera è stato utilizzato anche come terzino sinistro. Ieri il diesse Panfili aveva dichiarato di essere alla ricerca di un “difensore cattivo”, ecco alcune tra le facce più cattive di Patti:

Il classe ’84 ha giocato solo 5 stagioni tra i professionisti, ma ha dalla sua una lunga esperienza nel calcio, e una stagione e mezzk da assoluto protagonista coi calabresi. Da valutare il suo inserimento nel pacchetto difensivo rossoblu, data la presenza di altri due centrali mancini (uno dei quali, Di Pasquale, simile anche per caratteristiche fisiche).

Martedì 18

La Triestina beffa tutti: arriva Rachid Arma

Sembra una questione riservata ai top club della Serie C. Per settimane Catania, Pisa, Lecce, Vicenza e chi più ne ha più ne metta si sono contese la forte punta Rachid Arma. Il centravanti del Pordenone, però, alla fine ha scelto a sorpresa di sposare il progetto della Triestina, firmando un ricco biennale.

La Triestina in questo momento vive nel limbo tra la Serie D – categoria di appartenenza – e la Serie C che ufficiosamente l’accoglierà grazie al ripescaggio. Nell’attesa, i friulani hanno mostrato di essere una delle formazioni più ambiziose con un colpo importante per reparto. In difesa è arrivato Daniele Mori, svincolatosi dalla Samb dopo un’ottima stagione in rossoblu. A centrocampo è ufficiale la firma di Andrea Bracaletti, ex capitano della Feralpisalò capace di giocare sia sulla trequarti che sull’esterno. In attacco, infine, ecco Rachid Arma. Con 17 gol in 35 partite il centravanti marocchino è una sicurezza per la categoria. 3 grandi colpi per far felice l’arrivo più importante, quello di Giuseppe Sannino sulla panchina degli alabardati.

Samb alla ricerca di Miracoli

Nelle ultime ore il quotidiano Riviera Oggi ha fatto trapelare un’indiscrezione che vedrebbe la Sambenedettese ad un passo dall’acquisto del nuovo centravanti. Si tratta di Luca Miracoli, attaccante reduce da 6 gol in 34 presenze con la maglia della Carrarese.

Giovane ma dotato di buona esperienza, la punta mancina vanta due avventure in Serie B con le maglie del Varese e del Tours, squadra francese. Qualora la trattativa andasse in porto, la Samb avrebbe trovato il giovane attaccante “affamato” che corrisponde all’identikit offerto dalla società. Resta sempre aperta la questione Sorrentino che, quotidianamente, offre ribaltoni e colpi di scena.

Lunedì 17

Il Pisa chiama, il Catania risponde

In un mercato per nulla semplice come quello della Serie C, due società spiccano per idee chiare e per la capacità di mettere le mani su top players della categoria. Il Pisa e il Catania hanno dichiarato fin da subito di puntare alla promozione e dalle parole sono passate ai fatti.

I siciliani hanno sistemato difesa e centrocampo con un poker di assoluto valore: il terzino Semenzato, il centrale Tedeschi, i centrocampisti Lodi e Caccetta; i toscani invece sono ripartiti dai gol di Maikol Negro e dalle geometrie di Gucher e Maltese.

L’ultima sfida a distanza per la corona di “regina del mercato” riguarda la difesa: il Catania ha firmato fino al 2019 Ramzi Aya, centrale reduce da una stagione strepitosa ad Andria; il Pisa invece ha ufficializzato Gianmarco Ingrosso, classe ’89 nelle ultime due stagioni al Matera.

Entrambe le squadre, ora, sono alla ricerca di un centravanti decisivo. Parte la sfida a Rachid Arma?

Che colpo per il Piacenza!

La cessione di Anthony Taugourdeau al Trapani è tutt’ora una ferita profondissima per il Piacenza. Per allontanare il dolore della perdita di uno dei più forti centrocampisti dell’ultima Lega Pro c’era solo un modo: assicurarsi un sostituto potenzialmente all’altezza.

Con la firma di Jacopo Scaccabarozzi il Piacenza ha la certezza di avere pescato tra il meglio che il mercato potesse offrire. Giovane ma con un’ottima esperienza, estremamente tecnico ma attento in fase difensiva, a suo agio nel ruolo di assist-man ma capace di realizzare gol pesanti: il classe ’94 Scaccabarozzi è una certezza per la Serie C e un grande investimento per il futuro. L’ex Renate ha firmato un quadriennale con i biancorossi ed è pronto a ricevere immediatamente le chiavi del centrocampo.

Il Sudtirol ha trovato l’erede di Gliozzi

Dopo essersi messo in mostra con la maglia del Sudtirol, la giovane punta Gliozzi si è guadagnata il salto di categoria e proverà a farsi notare in B con la maglia del Cesena. I biancorossi, però, hanno trovato immediatamente il centravanti che sostituirà Gliozzi al centro dell’attacco. Si tratta di Rocco Costantino, punta della Vis Pesaro reduce da una stratosferica stagione in Serie D.

Classe 1990, Costantino ha realizzato 25 gol nell’ultima annata, guadagnandosi la chiamata del Carpi. Dopo aver iniziato la preparazione con il club di B, Costantino ha deciso di firmare un biennale con il Sudtirol. Niente doppio salto di categoria, dunque, ma una crescista ragionata nel tranquillo ambiente tirolese.

[nextpage title=”Settimana 2″]

Domenica 16

Samb, è il grande giorno di Troianiello e Di Massimo

In una sala stampa gremitissima, la Sambenedettese ha presentato i due nuovi acquisti per l’attacco: Gennaro Troianiello e Alessio Di Massimo. Dei due si è parlato a lungo, per motivi diversi. Troianiello è il colpo “mediatico” della società rossoblu: un giocatore con una sterminata esperienza nelle categorie superiore, una bacheca ricchissima di successi e una fama ampiamente diffusa sui social. Il secondo, invece, è la rappresentazione del figliol prodigo pronto a riabbracciare il padre che ha sempre creduto in lui. Di Massimo convince una parte dei tifosi, è mal visto dall’altra, fa chiacchierare e fa sognare chi vede in lui un talento puro che è finalmente in procinto di sbocciare.

Con i due arrivi in attacco, la formazione rossoblu può concentrarsi sugli ultimi 3 importanti obiettivi di mercato: un terzino sinistro, un difensore centrale e l’agognato bomber. In difesa è quasi fatta per l’esterno mancino Ceka, prossimo allo svincolo dalla Lazio, ma servirà un innesto over per garantire solidità sulla fascia. Nel ruolo di difensore centrale resta calda la pista che porta all’esperto Aquilanti, un altro assistito dell’agente Donato Di Campli. I rapporti con l’agente sono più che buoni e la Samb quest’anno ha puntato fortemente sulla scuderia del procuratore abruzzese.

Per l’attacco i nomi sono tanti. Stanco sembra essere ad un passo dal Vicenza, Guidone della Reggiana piace molto ma ha tante pretendenti, Evacuo ha già ricevuto la smentita del diesse Panfili. Di tempo ce n’è in abbondanza e la società ha già dichiarato di volersi muovere con calma per mettere a disposizione di Moriero le ultime importanti pedine.

Sabato 15

Il Teramo rafforza l’attacco

Dopo aver rinfoltito difesa e centrocampo con forze fresche provenienti dal vivaio del Pescara, il Teramo ha deciso di dare l’accelerata per il reparto avanzato. I biancorossi hanno ufficializzato gli arrivi di due potenziali titolari per l’attacco: il centravanti Ciro Foggia e l’esterno Giacomo Tulli.

Foggia è una punta classe ’91 protagonista di una scalata vertiginosa nel calcio che conta. Tre anni fa,in Eccellenza, ha realizzato 26 gol con la maglia del Portici, l’anno successivo in D si è fermato “solo” a 21 con il Gragnano. Nell’ultima stagione è stato la rivelazione del Melfi con 12 gol da debuttante in Serie C. Forte fisicamente, Ciro Foggia non vuole fermarsi più e con il Teramo è pronto a stupire ancora.

Giacomo Tulli, invece, è un nome ben più noto nell’ambiente rivierasco. Non solo ha indossato la maglia della Samb per due stagioni dal 2006 al 2008, ma in questa sessione di mercato è stato più volte accostato ai rossoblu per rinforzare la batteria di esterni d’attacco. A suo agio sulla fascia come dietro la punta, Tulli è un rinforzo importante per lo schieramento tattico del neo mister Antonino Asta.

Venerdì 14

Altri tre grandi colpi per il Pisa

Il mercato del Pisa, reduce dalla retrocessione dalla B, si fa sempre più interessante. La società sta tenendo fede alla promessa di costruire fin da subito un organico competitivo per l’immediato ritorno in cadetteria. Dopo gli acquisti di Maltese e Maikol Negro, il club toscano ha ufficializzato altri tre arrivi di livello.

Con un triennale a cifre importanti, scende dalla Serie B il centrocampista Robert Gucher. Regista di quantità e qualità, Gucher è reduce da un brutto campionato a Vicenza ma ha alle spalle la clamorosa cavalcata del Frosinone fino in Serie A.

Un altro triennale è stato firmato da Nicolas Izzillo, proveniente dalla Juve Stabia. In Campania Izzillo ha disputato 28 partite con 7 reti. Bravo ad agire sulla trequarti così come sull’esterno, Izzillo fa della velocità e del dribbling le sue armi migliori.

L’ultimo, importante arrivo è quello di Davide Di Quinzio. Trequartista dinamico, Di Quinzio è reduce da un’ottima stagione con il Como. A seguito del fallimento del club, con conseguente svincolo di tutti i tesserati, Di Quinzio ha subito il corteggiamento di mezza Serie C (e non solo) ma ha scelto Pisa per bissare la promozione già ottenuta con la maglia della Spal nella stagione 2015-16.

Il Siena pesca i rinforzi a Viterbo

In momenti diversi sono stati accostati al mercato della Sambenedettese, pur senza ricevere conferme dirette da parte della società. Samuele Neglia e Michel Cruciani ora sono ufficialmente nuovi acquisti del Siena.

Samuele Neglia è il tipico fantasista da Serie C dotato di grande tecnica in un piccolo corpo. Nonostante i soli 167 centimetri di altezza, Neglia compensa con la rapidità di gambe e con un destro a dir poco educato. Da due anni in doppia cifra con la Viterbese, si tratta di un rinforzo di assoluto livello per il club toscano.

Michel Cruciani invece è un centrocampista di grande esperienza, un vero decano per la categoria. Ha alle spalle ben 12 campionato di C con le maglie di Lanciano, Valle del Giovenco, Gela, Casertana, Benevento, Teramo e Viterbese. Mediano di rottura, può garantire tanta quantità e fosforo al centrocampo del neo mister Michele Mignani.

Giovedì 13

Di Massimo torna alla Samb

Certi amori non finiscono, fanno giri brevi e poi ritornano. Dopo il ritorno in prestito al Pescara i rossoblu sono riusciti a riprendere il giovane esterno, stavolta a titolo definitivo. Andrea Fedeli ha comunicato che il giocatore firmerà presto un contratto di tre anni, andando a infoltire la scuderia di Di Campli in seno alla Sambenedettese calcio.

Samb e Rezzato beffate: Pascali va al Cosenza

Dopo una lunga serie di colpi di scena, è arrivata (finalmente) l’ufficialità: Manuel Pascali è il nuovo acquisto del Cosenza. L’annuale siglato con i calabresi ha spiazzato diverso addetti ai lavori, convinti che il centrale ex Cittadella avrebbe accettato la lauta offerta economica del Rezzato, ambiziosa formazione di Serie D.

La Sambenedettese aveva corteggiato a lungo l’esperto difensore, ma Pascali ha scelto ha preferito un’altra compagine rossoblu, dove sarà chiamato a raccogliere la pesante eredità di Tedeschi e Blondett.

Samb: Radi e Di Filippo ai saluti, arriva Ceka

Mentre in città impazza l’attesa per l’arrivo di Gennaro Troianiello, due difensori rossoblu ufficializzano l’addio. Si tratta di Nicholas Di Filippo e Alessandro Radi. Il primo sarà un rinforzo della Reggina che, da pochi giorni, ha anche siglato l’accordo con Mathias Solerio, grande obiettivo della Samb. Alessandro Radi, invece, ha scelto la Vis Pesaro per una delle sue ultime esperienze da calciatore.

Nel frattempo si fa sempre più concreta la pista che porta a Irlian Ceka, terzino mancino in procinto di svincolarsi dalla Lazio. Dopo il 15 luglio, Ceka sarà libero di firmare con i rossoblu un annuale con opzione per il secondo anno.

Renate: fuori Marzeglia, dentro Musto

La cenerentola terribile del Girone A cambia pelle. Il Renate, reduce da un’ottima stagione, ha deciso di sostituire il bomber Adriano Marzeglia con un giovane promettente, Lorenzo Musto. Prendere il posto del nuovo numero 9 del Rezzato non sarà facile, ma Musto ha tutte le carte in regola per riscattare un’annata avara di soddisfazioni.

Dopo aver impressionato nel vivaio della Roma, la punta classe ’96 di proprietà del Bologna si è diviso tra Gubbio e Lumezzane senza riuscire a lasciare traccia: 16 presenze e appena 1 rete. Per lui è in arriva un’altra ghiotta opportunità, stavolta da non sprecare.

Arezzo è un paese per vecchi

Nella nostra Serie C c’è una squadra toscana che ha deciso di puntare tutto sull’esperienza dei suoi attaccanti. Si tratta dell’Arezzo, che ha ufficializzato l’arrivo di Aniello Cutolo. Per il classe ’83 è un ritorno in amaranto dopo l’esperienza in B del 2004. Nell’ultima stagione Cutolo ha deciso di scendere di categoria sposando la causa della Juve Stabia. In Campania ha collezionato 15 presenze e 2 gol.

A farli compagnia nel reparto avanzato ci sarà Davide Moscardelli. Nato il 3 febbraio 1980, Moscardelli ha incantato con le maglie di Triestina, Rimini, Cesena, Piacenza, Chievo, Bologna e Lecce. Ad Arezzo ha lasciato il segno con 16 reti in 32 presenze: ora avrà al suo fianco un altro mancino terribile con cui tentare l’assalto alla B.

Mercoledì 12

Reggiana, grandi movimenti in difesa

A Reggio Emilia il processo di ricostruzione è ancora lungi dall’essere completato. In questo momento, il reparto che interessa maggiormente gli uomini mercato della Reggiana è la difesa, a cominciare dalla girandola dei portieri che ha investito Venezia, Reggina e Pordenone. Il club lagunare ha acquistato il giovane Audero dalla Juventus e ceduto il portiere della promozione, Facchin, alla squadra di Mike Piazza. La Reggiana a sua volta ha dovuto cedere il proprio numero 1, Perilli, al Pordenone.

Sulle fasce i granata hanno deciso di puntare ancora su Erick Panizzi, che ha firmato un biennale, e saluta definitivamente il mancino Maxime Giron, in cerca di maggior fortune a Bisceglie.

Padova, arriva Chinellato

Nel via-vai che investe il reparto offensivo del Padova c’è finalmente una certezza: Matteo Chinellato ha firmato un biennale in biancorosso. Reduce dall’esperienza dolceamara con il Como, Chinellato è una punta classe ’91 che ama sacrificarsi per la squadra ma non dimentica di aggiornare le sue statistiche. Nell’ultima stagione si è messo in  mostra con 10 gol in 35 partite: in attesa delle cessioni di Neto Pereira e Alfageme, il Padova ripartirà da lui per dare l’assalto alla B.

Feralpisalò, arriva il secondo blocco di acquisti

In questa sessione di mercato il Feralpisalò ha deciso di annunciare i nuovi acquisti in blocchi di tre. Il club lombardo ha ufficializzato l’arrivo di due centrocampisti – Capodaglio e Raffaello – e del difensore Marchetti.

Paolo Capodaglio è un mediano di quantità proveniente dalla Juve Stabia e formerebbe una coppia ben assortita con il talentuoso Davide Raffaello, classe ’88 ex Trapani. In difesa, invece, i gardiani punteranno sulla gioventù di Stefano Marchetti, prodotto del vivaio dell’Atalanta.

Pordenone, due cessioni e due arrivi

Che quella del Pordenone sarebbe stata una delle vetrine di mercato più ammirate era cosa nota e l’addio di Bruno Tedino ha impresso un’accelerata alla ricostruzione dei ramarri. Dopo aver perso Ingegneri, che seguirà il suo Mister a Palermo, il Pordenone saluta anche il terzino Semenzato e il fantasista Cattaneo. Semenzato è il tanto atteso rinforzo del Catania per il ruolo di terzino destro; Cattaneo, invece, può finalmente spiccare il volo per la Serie B: tra i tanti club interessati, a spuntarla è stato il Brescia.

Mentre cresce il timore di altre cessioni eccellenti, il club ha ufficializzato due arrivi importanti: arrivano in neroverde il portiere della Reggiana Perilli e il centravanti del Feralpisalò Federico Gerardi. L’estremo difensore saluta i granata dopo una buona stagione: causa della sua partenza è l’arrivo a Reggio Emilia di Facchin, protagonista della promozione ma liquidato dal Venezia. Gerardi, invece, è reduce da una stagione tra luci ed ombre al Feralpisalò. In 30 presenze ha realizzato 8 gol, ma nonostante ciò le sue prestazioni non sono state all’altezza delle grandi aspettative del club. Per forza fisica, esperienza e fiuto del gol, Gerardi resta comunque una punta di prima fascia nel panorama della Serie C. Il suo arrivo è l’ennesimo indizio della cessione imminente di Rachid Arma?

Martedì 11

Daniele Mori va alla Triestina

Proseguendo l’inquietante parallelismo con Conson (grande stagione in rossoblu, unione con una ragazza del posto, mancato rinnovo con polemiche), Daniele Mori firma con la Triestina, ripescata in C come il Forlì lo scorso anno. L’ex Empoli ha firmato nella giornata di oggi. Con l’acquisto del difensore la squadra rosso-alabarda si conferma come una delle possibili pretendenti alla Lega Pro, nonché l’ufficio stampa con il grafico peggiore della storia.

Lo stesso Mori è un po’ perplesso

Il Pordenone perde altri pezzi

Nonostante le alte ambizioni, il Pordenone di Lovisa continua a perdere i protagonisti della stagione passata. Dopo le partenze di mister Tedino e Ingegneri, e con Arma vicinissimo all’addio, i ramarri hanno ufficializzato le partenze di Luca Cattaneo e Daniele Semenzato. Dopo un lungo corteggiamento il trequartista ha finalmente ceduto alle lusinghe del Brescia, e ritroverà Tedino in Serie B. Daniele Semenzato – tra i migliori terzini dell’ultima Lega Pro – è passato al Catania, ansioso di succedere al Foggia come tiranno del girone C.

La Reggiana blinda la porta con Facchin

Dopo la profonda ristrutturazione della dirigenza, Mike Piazza ha iniziato a concentrarsi sul mercato dei calciatori. Il primo arrivo della nuova stagione sarà anche il prossimo numero 1: Davide Facchin. Dopo l’ottimo campionato disputato a Venezia, chiuso con la miglior difesa e la promozione in B, il portiere è stato messo sul mercato dai lagunari, decisi a cederlo in prestito per valorizzare il giovane Audero. A Reggio il portiere trova un altro presidente americano e le stesse ambizioni, con la prospettiva di raggiungere la seconda promozione in due anni.

Lunedì 10

Il Lecce continua un mercato DI spessore

Trapani e Catania lanciano la sfida, il Lecce risponde. La società salentina non ci sta a guardare le avversarie candidarsi a regine del mercato e mette a segno un colpo importante. Torna in Puglia, a distanza di 6 anni, l’esterno mancino Luca Di Matteo, svincolatosi dal Latina dopo il fallimento del club. Per il classe ’88 si tratta di un ritorno in Serie C dopo aver calcato i campi di B con Vicenza, Virtus Lanciano, Latina.

Di Matteo però non è l’unico cognome composto che si appresta a iniziare l’avventura in giallorosso: il Lecce è ad un passo dall’acquisto di Matteo Di Piazza, giovane attaccante reduce dalla promozione con il Foggia. Di Piazza è capace di svariare su tutto il fronte offensivo, utile sia come riferimento centrale che come esterno d’attacco.

Samb, si allontana Pascali

Nel ruolo di ultimo difensore centrale over, Manuel Pascali sembrava uno degli obiettivi più realizzabili. Secondo gli ultimi aggiornamenti, però, il difensore ex Cittadella sembrerebbe vicino a lasciare la Serie C per un’ambiziosa società di D: il Rezzato.

Il club, di proprietà degli ex soci bresciani del Mantova Calcio, è già entrato a gamba tesa nel mercato professionistico acquistando il fantasista Caridi e il centravanti Marzeglia, vecchia comparsa in rossoblu. In caso di firma con il Rezzato, Pascali direbbe di no a due proposte importanti da parte di Sambenedettese e Cosenza.

[nextpage title=”Settimana 2″]

Domenica 9

Venezia, Perinetti dà il via alle cessioni

Con una schietta intervista a Trivenetogoal, l’uomo mercato del Venezia Giorgio Perinetti ha reso note 4 cessioni in Serie C. Paolo Pellicanò, esterno mancino di difesa, si trasferisce all’Albinoleffe; Loris Tortori sarà un nuovo rinforzo del Padova, l’esterno Giuseppe Caccavallo cercherà di riscattare la sua opaca stagione al Trapani e Davide Facchin, portiere protagonista della promozione, sarà il primo grande rinforzo della nuova Reggiana di Mike Piazza.

In tutti e 4 i casi le cessioni erano pressochè scontate. Pellicanò nell’ultima stagione ha messo insieme appena 380 minuti, Giuseppe Caccavallo a 30 anni continua ad essere un migrante del pallone, incapace di convincere a pieno per due stagioni di fila. Per quanto riguarda Loris Tortori e Davide Facchin il discorso è diverso: il primo ha dimostrato di essere un jolly importante per Inzaghi, ma quest’anno preferisce essere titolare in C piuttosto che riserva in cadetteria; Facchin invece è stato spinto all’addio dalla decisione del Venezia di puntare su Audero, baby talento della Juventus.

Sabato 8

Samb, il centrocampo è al completo

Con il rinnovo di Bacinovic e l’arrivo di Domenico Di Cecco il centrocampo della Samb può dirsi al completo. In questo momento Moriero può contare su un reparto ricco, variegato ed estremamente duttile: oltre allo sloveno e all’ex Catania, ci sono i confermati Damonte, Vallocchia, Candellori e i nuovi arrivi Bove e Demofonti.

Che il modulo di partenza sia il 4-3-3 o il 4-2-3-1, Moriero può contare su una buona varietà di soluzioni. Oltre a Di Cecco, vero e proprio jolly capace di giocare anche terzino o ala, ci sono due giovani estremamente duttili come Vallocchia e Bove. Il primo ha dimostrato di essere a suo agio sia come mezzala destra che come esterno d’attacco; il prodotto del vivaio della Juve, invece, ha progressivamente arretrato la sua posizione in campo da trequartista fino a regista davanti la difesa.

Sistemato il centrocampo, la Samb ora è chiamata a sistemare gli ultimi ruoli scoperti. Numericamente mancano all’appello un difensore centrale d’esperienza, due terzini sinistri, due esterni d’attacco e almeno un attaccante. Nel ruolo di centravanti molto ruota attorno al caso-Sorrentino: se lo strappo verrà ricucito, la Samb cercherà un solo nuovo innesto. In caso contrario, i rossoblu dovranno cercare sul mercato due punte complementari, al fine di offrire più soluzioni a mister Moriero.

Il Teramo comincia a muoversi

Fino ad oggi è stata una delle grandi assenti nel mercato estivo. Il Teramo, dopo aver scelto con calma il nuovo allenatore e il direttore sportivo, è pronto a gettarsi nella mischia. La prima ufficialità riguarda un’importante conferma: Stefano Amadio rimarrà in biancorosso anche nella prossima stagione.

Il rinnovo del forte centrocampista, però, non è l’unica novità tra i Diavoli. Giocheranno in biancorosso tre giovani provenienti dal Pescara:  il portiere Tomasch Calore, il difensore Alessio Milillo (entrambi classe 1997) e il centrocampista Lorenzo Paolucci, centrocampista ’96 reduce dalla retrocessione con il Taranto. L’idea del Teramo sarebbe di rinforzare il centrocampo con un altro giovane di proprietà della Reggiana, Yusoupha Bobb. Sul classe ’96 c’è però il pressing forte di Trapani e Reggiana.

Che colpi per il Trapani!

In meno di 24 ore il mondo calcistico del Trapani sembrava essere crollato: prima la retrocessione in Serie C, poi l’arresto del presidente Morace nell’inchiesta “Mare Nostrum”. Sembra, però, perchè la società siciliana ha saputo rialzarsi e vuole ripartire da mister Calori e dal direttore Salvatori per riconquistare immediatamente la cadetteria.

I primi due acquisti sono roboanti: Anthony Taugourdeau dal Piacenza e Daniele Ferretti dal Gubbio. Il centrocampista francese era il grande obiettivo di tutti i top club di Serie C: dal Pisa al Lecce, tutti erano pronti a fare follie per assicurarsi un centrocampista da 11 gol e 5 assist nell’ultima stagione. Il secondo, grande arrivo invece è un attaccante che si è fatto notare nel Girone B. Daniele Ferretti ha trascinato l’attacco del Gubbio: brevilineo, rapidissimo e dotato di un ottimo sinistro, era finito nel mirino del Venezia, che voleva puntare su di lui in Serie B. Ferretti, però, ha deciso di accettare l’offerta biennale del Trapani.

Venerdì 7

Samb, sfuma Solerio

Da circa un mese era il primo nome sulla lista dei terzini accostati alla Sambenedettese. Mathias Solerio, esterno mancino di proprietà dell’Avellino, è in procinto di firmare con la Reggina, allenata dal figlio di Zdenek Zeman.

Sfumato Solerio, restano in ballo le trattative che riguardano Nunzella del Parma e Sabatino dell’Arezzo. Il Parma ha già provveduto a cedere il giovane terzino Ricci e sembra interessata al forte esterno dello Spezia Migliore. Il suo arrivo sarebbe un ulteriore indizio dell’addio di Nunzella. La trattativa che porterebbe in rossoblu Sabatino, invece, è legata all’affair Sorrentino, la cui posizione tra le grazie societarie varia di giorno in giorno.

Giovedì 6

Grandi colpi in riva al lago

Era una delle tante società partite in sordina in questo mercato estivo, ma ora il Feralpisalò comincia a fare sul serio. Il club ha infatti ufficializzato gli acquisti del difensore Emerson e della punta Mattia Marchi.

Emerson Ramon Borges è il centrale con maggior esperienza in Serie C: reduce dall’avventura al Padova, ha calcato i campi di A e B con Livorno e Reggina. Mattia Marchi, invece, è una punta che ama lavorare per la squadra, senza sacrificare la parte realizzativa. Con i suoi 9 gol ha contribuito alla salvezza del Mantova e ora ha deciso di sposare il progetto dei gardiani. Il suo arrivo può essere il preludio alla cessione del numero 9 Gerardi, vicinissimo al Pordenone.

Un baby Juve alla corte di Moriero

Dopo aver percorso tutta la trafila delle giovanili con la Juventus, Gabriele Bove ha scelto la Samb per misurarsi con il calcio adulto. Centrocampista di qualità, Bove ha firmato un triennale con i rossoblu e rappresenta, sulla carta, il vice Bacinovic.

Lo sloveno sarà uno dei tanti temi all’ordine del giorno nell’incontro tra Franco Fedeli e il procuratore Donato Di Campli. Se, oltre allo sloveno, dovesse firmare anche l’ex Lanciano Di Cecco, in mezzo al campo la Sambenedettese sarebbe numericamente al completo.

Samb: arriva un rietino?

Secondo Tg24sport.it la Sambenedettese sarebbe interessata al giovane Lorenzo Trillò, esterno classe ’97 che ha appena chiuso la prima stagione da titolare al Rieti, in Serie D, con 28 presenze e 3 gol. Dopo le partenze di Pezzotti e Sabatino, e quella annunciata (ma non sicura) di Sorrentino, la famiglia Fedeli sembra vicina ad aggiungere un pezzettino di Rieti in rossoblu.

Il SudTirol ha trovato la sua nuova guida

Dopo alcune settimane di incertezza la squadra bolzanina ha ufficializzato l’arrivo di Paolo Zanetti, ex giocatore di Vicenza, Empoli, Torino e Atalanta. Dopo aver chiuso la carriera alla Reggiana, tre anni fa, Zanetti è entrato nello staff tecnico degli emiliani in qualità di collaboratore, allenatore in seconda e – lo scorso anno – mister della Beretti.

Con la Beretti granata il tecnico ha vinto il girone B ed è arrivato sino in semifinale scudetto, dove è stato eliminato ad opera del Livorno (poi vincitore). La ristrutturazione totale della Reggiana ha portato l’allenatore, classe ’82, a rescindere per tentare la nuova avventura coi tirolesi, che confermano il loro gusto per allenatori giovani e capaci di giocare un calcio offensivo. L’allenatore ha firmato un contratto annuale, e il suo vice sarà Alberto Bertolini (la scorsa stagione al Lecco)

Mercoledì 5

Il Catania cala il poker: arriva Semenzato

Dopo due stagioni difficilissime, a causa delle pesanti penalizzazioni, il Catania ha una voglia matta di tornare a competere per la Serie B. Il direttore generale Lo Monaco, dopo essersi affidato al carisma di mister Cristiano Lucarelli, ha calato un poker d’assi di assoluto valore.

Alle firme del centrale Luca Tedeschi e dei centrocampisti d’esperienza Lodi e Caccetta, si è aggiunto l’acquisto di Daniel Semenzato dal Pordenone. Terzino destro classe ’87, Semenzato è un esterno a tutta fascia dotato di buon piede e ottima struttura fisica. Con uno dei migliori terzini in circolazione, il Catania certifica le grande ambizioni degli etnei: il Lecce è avvisato.

Samb, un centrocampo affollato

Dopo gli acquisti di Esposito e Gelonese, la Sambenedettese ha chiuso anche per il giovane Marco Demofonti. Centrocampista proveniente dalla Primavera dello Spezia, Demofonti firmerà un triennale in rossoblu e andrà a rinfoltire un reparto tutt’altro che scarno: oltre ai confermati Vallocchia, Candellori e Damonte  c’è il nuovo arrivo Gelonese e l’intoccabile Armin Bacinovic, che in settamana ufficializzerà il rinnovo.

Senza tralasciare il mediano ex Lanciano Di Cecco, che ha già sostenuto le visite mediche e sul quale la società scioglierà le riserve entro l’inizio del ritiro. A pochi giorni dall’inizio della nuova stagione, il centrocampo rossoblu appare più che completo.

Super Pisa: arriva Maltese

Dall’istante successivo alla retrocessione dalla B, il Pisa non ha mai nascosto l’obiettivo di attrezzare una corazzata per tornare immediatamente nella cadetteria. Così, dopo la decisione di puntare su mister Gautieri e l’acquisto di una punta importante come Maikol Negro, la società toscana ha piazzata un altro colpo da novanta: dalla Reggiana arriva il centrocampista Dario Maltese.

L’arrivo di Maltese va a rinforzare un reparto già fortissimo: dal suo ex compagno in granata Angiulli all’inesauribile Luca Verna, passando per la promessa ex Mantova Roberto Zammarini.

Martedì 4

Fedeli riapre a Troianello

Continuano le trattative sull’asse Fedeli-Di Campli. Dopo il rinnovo di Bacinovic e la trattativa per Aquilanti, il procuratore abruzzese parlerà con i rossoblu anche per Gennaro Troianello, col quale la trattativa smembra riaccesa. Al Corriere Adriatico il presidente Fedeli ha parlato di “ingaggio a cifre ragionevoli”, nonostante alcuni problemi circa la durata del contratto.

La volontà della Sambenedettese, come espresso dal presidente a più riprese, è quella di un contratto annuale, data l’età del giocatore (34enne) e una stagione giocata a singhiozzo a Verona. Di Campli spinge per un legame fino al 2019.

Primo rinforzo per Bisoli: arriva Pulzetti

Dopo l’arrivo di Bisoli il Padova prova a rinforzare la propria candidatura al primo posto con Nico Pulzetti. Il centrocampista ha un passato tra A e B con Livorno, Bologna e Cesena. Nell’ultimo anno e mezzo ha giocato allo Spezia, in serie B, raccogliendo 46 presenze e 4 gol. Il centrocampisra, classe 1984, ha firmato un biennale fino al 30 giugno 2019.

Lunedì 3

Samb, è tempo di ufficialità

Un colpo chiuso già da tempo, un altro maturato nelle ultime ore. Vittorio Esposito e Luca Gelonese sono ufficialmente due nuovi giocatori della Sambenedettese. Su Esposito si è già detto più o meno tutto; diverso invece il discorso per Gelonese, giovane centrocampista classe ’95 che nelle ultime 4 stagioni ha indossato la maglia dell’Ancona.

Il mediano, nativo di Pomezia, sulla carta rappresenta una duttile alternativa ai titolari Bacinovic, Vallocchia e Damonte, in attesa che venga messa nero su bianco la firma dell’esperto Di Cecco. Con l’arrivo di Gelonese si chiude virtualmente il mercato in mezzo al campo. L’attenzione, ora, si sposta su tre ruoli rimasti scoperti: un difensore centrale d’esperienza, la coppia di terzini mancini e il centravanti.

Lecce, il numero 1 è una certezza

Confermato sulla panchina il salentino doc Roberto Rizzo, il Lecce ha deciso di andare sul sicuro per la scelta del portiere. Dal Bologna tornerà Filippo Perucchini, classe ’91 che in giallorosso ha già messo insieme 56 presenza.

L’acquisto di Perucchini va ad aggiungersi alla firma di Gianluca Turchetta, fantasista arrivato a parametro zero dalla Maceratese, e soprattutto a bomber Caturano, riscattato dal Bari per 200 mila euro.

Settembrini vola in B

Dopo un’ottima stagione con il Feralpisalò, il centrocampista Andrea Settembrini sale in Serie B. Il Cittadella ha deciso di puntare sul duttile classe ’91, capace di interpretare qualsiasi ruolo da interno ed esterno di centrocampo. Il giocatore, che arriverà al Cittadella a parametro zero, era stato a lungo seguito dalla Samb e da tante squadre di Lega Pro.

[nextpage title=”Settimana 1″]

Domenica 2

Samb, due under in arrivo

In attesa di risolvere la grana Sorrentino, la Samb è vicina alla chiusura per due giovani calciatori. A centrocampo è in arrivo, secondo l’indiscrezione del Resto del Carlino, Luca Gelonese. Classe ’95, da quattro stagioni all’Ancona, Gelonese  è nativo di Roma ed ha debuttato in Eccellenza a Pomezia, dove hanno sede gli uffici Elite della famiglia Fedeli.

In attacco, invece, il nome forte è quello di Luigi Cuppone. Nato il 6 agosto 1997, l’attaccante nativo di Neviano nell’ultima stagione si è diviso tra la Primavera del Lugano e quella del Vicenza.

Sabato 1

Sabatino che vieni, Sabatino che vai

Senza neanche il tempo di razionalizzare lo strappo, Sorrentino sembra già pronto a lasciare la Sambenedettese. Dopo il contrasto con la società il classe ’95 è stato messo sul mercato, e in meno di 24 ore sembra aver già trovato la destinazione. È notizia di stamattina il possibile accordo tra la Samb e l’Arezzo per la partenza del classe ’95, che andrebbe in toscana in cambio del terzino sinistro Sergio Sabatino.

A meno di un mese dalla separazione con Alessandro (pronto a firmare col Monterosi, in Serie D), la Samb potrebbe quindi abbracciare un nuovo Sabatino, con un ruolo e prospettive diverse. Mancino classe ’88, Sergio Sabatino può vantare su una discreta esperienza in categoria, dove ha indossato le maglie di Arezzo, Akragas, Savoia, Catanzaro, Trapani, Taranto e Manfredonia. Una scelta solida, pur senza l’eleganza sgraziata del Sabatino originale, né la forza arrogante del Sorrentino con cui verrà scambiato.

Il Bassano rinforza il centrocampo

Il Bassano ha ufficializzato l’acquisto di Stefano Botta, centrocampista di quantità reduce da un’ottima stagione con la Reggina. Dopo aver esordito giovanissimo a Lugano, Stefano Botta è stato protagonista della scalata del Genoa dalla C alla A. Il centrocampista classe ’86 ha all’attivo ben 9 campionati in Serie B con le maglie di Cesena, Vicenza, Ternana, Entella. Nell’ultima stagione a Reggio Calabria ha trascinato i suoi compagni alla salvezza con grinta, qualità ed esperienza.

Dopo una stagione sulle montagne russe, il Bassano ha tanto voglia di tornare ai piani alti della Serie C. L’arrivo di Magi sulla panchina giallorossa è il chiaro indizio che nella città della grappa le ambizioni non mancano, e il primo acquisto sul mercato è la conferma.

Lecce: un giovane portiere in Serie B

Contro l’Alessandria il Lecce ha dovuto dire addio ai sogni di promozione, ma un suo tesserato può comunque festeggiare l’approdo in Serie B. Il giovane portiere Marco Bieve, infatti, è stato acquistato in prestito dalla Ternana (o Unicusano Ternana, che dir si voglia).

Da qualche anno Bieve è considerato una grande promessa del calcio pugliese: dopo l’ottima stagione di esordio con il Martina Franca, il classe ’95 ha trovato poco spazio in giallorosso, chiuso da Perucchini. Per lui ora si aprono le porte della B in una società in piena rilancio di ambizioni.

Dalle parole ai fatti: inizia il calciomercato estivo

Trattasi di mera formalità, ma tant’è: ha oggi inizio ufficialmente la sessione estiva di mercato. Fino alle ore 23 di giovedì 31 agosto sarà possibile acquistare e cedere giocatori, approcciare o smentire nuove trattative, far circolare notizie inventate presso giornali “amici”. Questo, e tanto altro, sarà il succo del mercato di Serie C. Come agiranno le retrocesse dalla cadetteria? Chi punterà allo scomodo ruolo di favorita? Il mercato sarà un primo (importante) indizio della stagione che verrà.

No comments
Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami