Speciale Sambamercato: Agosto

Introduzione

Dopo anni di incertezza, l’estate sambenedettese ha iniziato a coincidere col calciomercato, e tutto ciò che ne consegue: un turbinio di voci e nomi, decine di pezzi al giorno e una sciarada inesorabile di gregari affidabili, bomber infallibili, procuratori incontrastabili e scommesse esotiche. Noi saremo la vostra guida


IT’S THE FINAL CONTDOWN

Le ultime (folli) 24 ore del mercato di Serie C

Fermana, arriva lo sprint-salvezza

Il mercato della Fermana, fino a poche ore fa, aveva lasciato l’amaro in bocca alla maggior parte dei tifosi canarini. Il club aveva infatti deciso di confermare in blocco la squadra protagonista della promozione (eccetto bomber Molinari). La mancanza di esperienza di gran parte dei giocatori, però, rappresentava un grosso rischio per le speranze di salvezza dei canarini.

La società ha dunque deciso di intervenire pesantemente con 4 acquisti nell’ultimo giorno di mercato: 2 giovani talentuoso e 2 giocatori di grande esperienza. Dalle Primavere di Juventus e Inter sono arrivati l’attaccante King Udoh e il difensore Tommaso Equizi. Dal Siena, invece, ecco Andrea Doninelli, centrocampista classe 1991 con una grande esperienza in Serie C alle spalle.

L’ultimo arrivo per far sognare i tifosi è quello del “Sindaco” Marco Sansovini. Dopo aver segnato valanghe di gol con il Pescara e aver deluso con il Teramo, la punta classe 1980 era in cerca di nuovi stimoli e di una maglia titolare e, dopo un iniziale tentennamento, ha deciso di sposare il progetto della Fermana.

Livorno, quattro arrivi per sognare

Dopo un inizio in sordina, il mercato del Livorno si è acceso improvvisamente finendo con i fuochi d’artificio nell’ultimo giorno utile. A poche ore dalla fine della sessione estiva, i labronici hanno ufficializzato 4 arrivi fondamentali per dare una marcia in più alla squadra.

A centrocampo arriva un mix di esperienza e gioventù garantito da Alessandro Bruno, mediano classe ’83 reduce dal campionato di Serie A con il Pescara, e da Denis Baumgartner, cresciuto nel vivaio della Sampdoria e dotato di grandi doti offensive.

In attacco i toscani si sono assicurati i gol di Mattia Montini, punta scuola Roma che dopo un’ottima stagione al Monopoli era stato acquistato dal Bari. I pugliesi hanno testato Montini per tutto il precampionato e, ritenendo utile un altro anno in C, lo hanno ceduto in prestito annuale senza diritto di riscatto. L’ultimo arrivo è un altro giovane: il classe 1998 Joshua Perez, proveniente dalla Primavera della Fiorentina.

Le ultime (folli) 24 ore di mercato del Modena

In un solo giorno Eziolino Capuano, allenatore e uomo mercato del Modena, è riuscito a rinforzare la rosa a sua disposizione con un importante acquisto per reparto. In difesa ecco il centrale uruguaiano Cristian Sosa, proveniente dall’Alessandria. A centrocampo, invece, i canarini si sono assicurati il talentuoso ex Teramo Federico Carraro, cresciuto nel vivaio della Fiorentina. L’ultimo, grande colpo riguarda l’attacco, con la firma del classe 1989 Piergiuseppe Maritato, a lungo nella lista dei cedibili del Livorno.

In uscita, invece, Capuano ha ufficializzato la rescissione del numero 10 Nolè, libero ora di firmare per il Racing Fondi.

Mestre, in porta un graditissimo ritorno

Grande acquisto per il Mestre, che si è assicurato il ritorno dal Brescia di Riccardo Gagno. Il portierino classe 1997 aveva persino esordito da titolare con le rondinelle, riuscendo a parare un rigore nella sfida contro l’Avellino, ma è tornato in Serie C per difendere la porta della squadra che ha contribuito a riportare tra i Pro.

Il rush finale del Padova

Non si può dire che il Padova non abbia reagito con veemenza alla bruciante sconfitta subita all’esordio in casa del Renate. I biancorossi si sono buttati sul mercato, sia in entrata che in uscita. In extremis la società è riuscita a piazzare due giocatori in esubero come Luca Berardocco e Caio De Cenco.

Il regista ex Samb è un nuovo acquisto del Sudtirol, abile a battere sul tempo la concorrenza della Fermana. L’attaccante De Cenco, invece, passa in prestito alla Pistoiese dopo essere stato messo ai margini del progetto tecnico da mister Bisoli.

In entrata, invece, i patavini hanno voluto rinforzare il centrocampo con un uomo di grande esperienza. Direttamente dalla cadetteria ecco Giampiero Pinzi, capitano di mille battaglie dell’Udinese e un vero lusso per la categoria.

Vicenza, dall’Inter arriva un giovane centrocampista

Il Vicenza ha deciso di pescare in uno dei vivai più prolifici d’Italia per rinforzare il centrocampo. Dall’Inter ecco Lorenzo Tassi, che si trasferisce in biancorosso in prestito con obbligo di riscatto. Il classe 1995 ha già saggiato la Serie C con la maglia del Feralpisalò.

Triestina, un arrivo e un addio: saluta França

Il movimentatissimo mercato della Triestina si è concluso con una cessione eccellente. Saluta gli alabardati la punta Carlos França, che torna nel suo habitat naturale della Serie D, dove può vantare lo status di bomber di razza. Nell’affollatissimo attacco della Triestina, França correva il rischio di vedere poco il campo, chiuso dal numero 9 Rachid Arma e dalla coppia Pozzebon-Petrella. Per França, come prevedibile, si aprono le porte di un ambizioso team di Serie D: nella prossima stagione giocherà con il Potenza, che grazie ai suoi gol tenterà il ritorno tra i professionisti.

Nel frattempo, la Triestina ha messo a segno un buon colpo in prospettiva: dal Benfica ecco il fantasista argentino, con passaporto italiano, Federico Hidalgo Gasparini. Il giovane classe 1999 ha firmato un triennale con la nuova società.

Tocca e fuga: Turchetta lascia il Lecce

Era stato il primo rinforzo del nuovo corso del Lecce che, dopo la cocente delusione dei playoff, aveva deciso di ripartire da mister Rizzo per dare la caccia alla B. L’ex fantasista della Maceratese Gianluca Turchetta era stato presentato come l’uomo giusto al momento giusto per dare smalto al 4-3-1-2 dei salentini.

Il mercato, però, ha rivoluzionato i piani tattici dei giallorossi e Gianluca Turchetta si è trasformato da rinforzo di lusso a esubero da piazzare. A poche ore dal gong, il trequartista è passato alla Casertana in prestito con diritto di riscatto: per lui la possibilità, in questi 12 mesi, che merita una chance in un top team di terza divisione.

La Serie C è il campionato dei trequartisti

In una sola giornata ben 3 trequartisti hanno lasciato la cadetteria per sposare progetti importanti in Serie C. Oltre a Luca Belingheri, che va a rinforzare il Padova di mister Bisoli, sono arrivate le ufficialità di Pasquale Maiorino e Nicola Bellomo.

Il primo è la ciliegina sulla torta del mercato del Livorno, alla disperata ricerca di un colpo che potesse “accendere” la piazza. Reduce dalla promozione con la Cremonese, Maiorino è un fantasista atipico, che unisce talento e fantasia ad una grande duttilità tattica. Nicola Bellomo, invece, lascia la Serie B dopo la retrocessione del Vicenza e sposa il progetto dell’Alessandria, a caccia della B dopo la cocentissima delusione della scorsa stagione.

Colpo dalla B per il Padova

In attesa di risolvere una volta per tutte la vicenda-Strambelli, il Padova ha messo a segno un altro grande colpo a centrocampo. Dalla Cremonese ecco Luca Belingheri, trequartista classe 1983.

Belingheri può giocare da mezzala, ma dà il meglio di sè quando agisce dietro le due punte. L’ex Ascoli ha firmato un biennale con la società veneta, che certifica così – come se ce ne fosse bisogno – la volontà di ottenere la promozione in Serie B.

Scommessa Fermana: arriva Lupoli

Per tentare la salvezza in Serie C la Fermana ha deciso di puntare su una scommessa al cardiopalma. I canarini hanno infatti acquistato Arturo Lupoli dal Sudtirol grazie ad uno scambio con il talento classe ’97 Alessandro Roma.

Arturo Lupoli è da anni l’eterna promessa incompiuta del calcio italiano, il talento esploso all’estero insieme a Giuseppe Rossi. Entrambi, in modo diverso, hanno visto la loro carriera danneggiata da brutti infortuni. Lupoli nell’ultima stagione ha giocato (male) al Sudtirol, senza riuscire a trovare la via della rete. A Fermo può godere di fiducia illimitata e avrà il difficile compito di guidare i compagni alla salvezza.

Che colpo per il Piacenza!

Finora gli acquisti migliori, il Piacenza, se li era tenuti per il centrocampo. Dopo Pederzoli e Scaccabarozzi, ecco però un terzo arrivo di grande spessore. Si tratta di Simone Corazza, attaccante ex Novara con una grande esperienza in Serie C e in cadetteria.

Corazza può agire da attaccante esterno, da seconda punta o da centravanti classico e può considerarsi uno dei colpi più importanti del girone A.

La Triestina non si ferma: arriva Pozzebon

Nonostante una campagna acquisti che non ha badato a spese, la Triestina ha deciso di piazzare un altro, importante colpo di mercato a poche ore dal rush finale. Dal Catania ecco Demiro Pozzebon, forte attaccante ai margini del progetto tecnico etneo a causa degli arrivi di Ripa e Curiale.

Nell’ultima stagione Pozzebon è stato protagonista di una buona stagione in Sicilia, ma Pietro Lo Monaco ha ammesso da mesi di voler puntare su un profilo diverso per dare l’assalto alla B. Con il suo arrivo a Trieste, Pozzebon va a completare un ottimo reparto che può contare sulla superstar Rachid Arma, sul veterano França e sul fantasista Petrella.

Mercoledì 30

Padova, arriva Strambelli?

L’affare-Strambelli occupa le prime pagine del calcio padovano ormai dall’inizio del calciomercato. Tutto ha avuto inizio con il quasi accordo tra la società biancorossa e mister Auteri, che si sarebbe volentieri portato da Matera il forte esterno offensivo. Nonostante la conferma dell’allenatore in Basilicata, Strambelli non ha smesso di interessare a mezza Serie C.

Nelle ultime ore sembrava praticamente ufficiale la fumata bianca con il Padova, ma l’ufficialità stenta ad arrivare. I tifosi biancorossi attendono da tre mesi uno dei migliori esterni della Serie C: tra poche ore, in un senso o nell’altro, verrà finalmente fatta chiarezza.

Il Pordenone completa l’attacco: arriva Magnaghi

Buon colpo per il Pordenone di mister Colucci che, dopo la vittoria in extremis in casa del Santarcangelo, può festeggiare l’arrivo di un attaccante affamato di riscatto.

Simone Magnaghi è reduce da una pessima stagione con la maglia del Taranto, culminata con la retrocessione in D. Il centravanti classe 1993 è da anni una promessa che non riesce a sbocciare definitivamente: gran fisico, buon fiuto del gol e tanto lavoro per la squadra, ma troppi alti e bassi in carriera. A Pordenone Magnaghi ha la grande opportunità di rilanciare la sua carriera in una società che ha appena dato avvio ad un nuovo progetto tecnico.

Martedì 29

Fabio Gerli torna in B

Nell’ultima stagione è stato uno dei migliori centrocampisti della Lega Pro e, a poche ore dalla fine del mercato, è tornato in Serie C dopo aver svolto il precampionato con la Virtus Entella. Fabio Gerli è da anni una giovane certezza della terza divisione italiana: questa sembrava essere la stagione buona per il salto in B, ma a Chiavari non c’è spazio per il “tuttocampista” ex Bassano.

A sorpresa è stata la Robur Siena a mettere le mani su di lui: il classe 1996 è stato nuovamente ceduto in prestito ed è chiamato a confermarsi nuovamente in C per poi puntare all’agognato salto di categoria.

Lunedì 28

Padova, (finalmente) ecco Zambataro

Sembra non dovesse finire mai la querelle burocratica che ha visto protagonista il giovane Eyob Zambataro. Il classe 1998, di proprietà dell’Atalanta, da tempo si allena con la società biancorossa ma il transfer non arrivava in quanto il suo cartellino era al centro di un affare con l‘Inter.

A campionato ormai iniziato, il Padova ha potuto ufficializzare il difensore, che giunge alla corte di Bisoli in prestito annuale.

No comments