Gubbio in cerca di riscatto. Moriero: “Dobbiamo difendere la nostra maglia”

Tutti convocati per la gara che domani vedrà i rossoblù a Gubbio. Esposito, che nella scorsa settimana ha accusato un problema al collaterale destro, è stato pienamente recuperato. Ma con qualche spirito scenderà in campo la Sambenedettese? A rispondere è stato mister Moriero.

“Lo spirito sarà sempre lo stesso ovvero quello di una squadra che scende in campo per vincere. – ha dichiarato – Stiamo cercando di migliorare. I ragazzi hanno preparato bene la gara e sono stati decisi negli ultimi sette giorni. Quello che ho detto loro è che non dobbiamo strafare. Cosa chiedo? La prestazione”.

Due vittorie conseguite in casa e una partita da recuperare. I numeri parlano di ottimismo e positività. A tal proposito al tecnico è stato chiesto se anche in altre piazze sia riuscito a partire in questo modo: “Solo a Lecce ho avuto una brutta partenza. A Frosisone e Catania, ad esempio, è stato il contrario. – ha affermato – Adesso sto cercando di far capire ai giocatori che ci vuole continuità nel risultato e che gli incontri devono essere preparati al massimo della concentrazione. Il passo da fare ora è trovare equilibrio in trasferta”.

E in mezzo al campo?

“Domenica, ad esempio, di equilibrio ce ne era tanto. L’equilibrio è dettato da come viene interpretata la gara. Non è facile ma sto cercando insieme ai ragazzi di sviluppare un certo tipo di idee tenendo sempre conto però dell’avversario. Ogni partita è a sé. Ho 24 giocatori diversi fra loro. Ci sono elementi bravi tecnicamente, ad esempio, che però non sono aggressivi. Sto cercando di mischiare le carte. Tutto quello che devo fare è portare a casa il risultato”.

In merito al Gubbio mister Moriero lo ha chiaramente a fuoco: “In questo campionato non esistono squadre cuscinetto. – ha detto – Il Gubbio viene da due sconfitte e un pareggio ma ha raccolto meno rispetto a quello che ha fatto. Contro il Mestre avrebbero potuto vincere. Massimo rispetto per loro. Non so come giocheranno, non so che tipo di modulo schiereranno in campo. So però che sono compatti, fisici, bravi nelle palle inattive e aggressivi. Hanno due attaccanti oltretutto molto bravi. La squadra commette qualche errore se pressata ma al di là di tutto si vorrà riscattare e per questo giocherà al 200%. Non dobbiamo abbassare la guardia. Questa è una maglia pesante che va protetta e onorata”.

Al tecnico rossoblù non piace essere scontato. Proprio per questo, infatti, ha annunciato che ci saranno dei cambiamenti: “Ci attendono tre partite da disputare in sette giorni. – ha precisato – Giocheremo dunque con tre formazioni diverse, penso, per cui ci sarà spazio per tutti. Centillinare le energie? Certo che no. Ogni partita è una battaglia”.

No comments
Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami