Casertana-Samb, Capuano: “Su questa squadra aspettative esagerate”

La conferenza di Capuano alla vigilia di Casertana-Samb


Alla vigilia dello scontro-spareggio di Coppa Italia tra Casertana e Samb, ha parlato ai microfoni della stampa l’allenatore Ezio Capuano. Nell’esordio, Capuano ha voluto chiarire la sostituzione a fine primo tempo di Conson in favore di Mattia, smentendo l’ipotesi di una ricaduta del difensore centrale.

“Io sono una persona sincera e schietta, imparerete a conoscermi. Io nella ripresa non ho fatto entrare Conson non per motivi fisici ma per una questione prettamente tattica. Infatti il Bassano gli aveva messo alle spalle Diop, con un passo notevolmente diverso da quello di Conson, e lo attaccava continuamente in profondità. Quindi ho deciso di inserire Mattia, che è più rapido. Conson ha rimediato un grosso trauma al naso a Vicenza e, ogni qualvolta riceve una botta, gli torna il dolore. Si tratta di un problema con il quale deve convivere, ma sta bene e domani potrebbe essere della partita. Poi c’è Esposito che ha un problema all’adduttore destro, anche perché negli ultimi giorni si è allenato poco: valuteremo se portarlo o meno”.

Un’occasione per valutare il gruppo

Sembra ombra di dubbio è un’occasione importante. Sono da troppo poco tempo qui ed è normale che schiereremo tutti quei giocatori che hanno giocato meno nell’inizio di stagione. Farò ruotare tutti. La formazione penso che sarà totalmente rivoluzionata anche perché abbiamo lunedì una partita molto impegnativa lunedì e devo rendermi conto di chi non conosco a fondo e di chi ha giocato poco.

Turnover

Assolutamente no, io convocherò tutti i giocatori facenti parte del gruppo della prima squadra. Non appartiene alla mia filosofia elargire premi: devo conoscere bene il gruppo e per farlo devo portarli tutti. L’unico in dubbio è Esposito, e deciderò in base alle sue condizioni fisiche.

Sulla gara col Bassano

Voglio parlare con grande onestà: secondo me ci sono delle aspettative su questa squadra che non stanno nè in cielo nè in terra. Questo gruppo non sta facendo bene, sta facendo benissimo. Nella vita come nel calcio ci vuole equilibrio: noi domenica abbiamo affrontato una squadra importantissima che è partita per vincere il campionato. Noi dobbiamo far meglio, senza ombra di dubbio, ma il Bassano ha costruito le sue occasioni solo 1 una occasione, se si escludono le situazioni su calcio piazzato. Sento dire che abbiamo rubato un punto, poi ognuno la può vedere a modo suo, ma noi in due partite abbiamo concesso 1 sola nitida occasione.

Non voglio fare polemica, ma noi abbiamo creato 3-4 occasioni limpide in movimento: 2 nel primo tempo su azioni sviluppate dalla destra e due nella ripresa con Esposito e il miracolo del portiere sulla soluzione balistica di Bove. Sicuramente questa squadra può fare meglio, però dopo la partita sembrava che fossimo retrocessi. Mi sembra che ci sia troppo pessimismo, oppure che le aspettative siano esagerate. Questa è una buona squadra, ma non è il Barcellona. La squadra deve scendere in campo con meno pressione e più tranquillità, anche perché siamo quarti in classifica.

No comments