Samb-Reggiana, Capuano: “Vedrete una squadra ignorante, agguerrita, equilibrata”

La conferenza stampa di Ezio Capuano alla vigilia di Samb-Reggiana


“Non lo dico io, lo dicono i miei numeri: sotto la mia gestione la Sambenedettese è la squadra che ha subito meno gol e ha la miglior difesa. Io, per difesa, non intendo solo i tre centrali o i cinque dietro ma tutta la fase difendente. La fase difensiva statica è quella composta dalla tecnica individuale del giocatore; poi c’è la tattica di reparto che consiste nei vari movimenti coordinati dei difensori. Noi siamo molto bravi nella fase difendente, che riguarda tutti i nostri giocatori compresi gli attaccanti”. Inizia con questo breve saggio tattico la conferenza stampa della vigilia di Samb-Reggiana del tecnico Ezio Capuano.

L’atteggiamento della squadra tra casa e trasferta

“Non mi sembra, però, che noi facciamo gare di attesa: anche contro il Gubbio abbiamo preso gol da 50 metri, prima avevamo avuto 3-4 occasioni per passare in vantaggio. Forse la gara contro il Padova è quella in cui abbiamo subito di più, soprattutto nei primi minuti, ma è per merito della forza dell’avversario e sicuramente non per una nostra tattica rinunciataria. Noi avevamo troppo timore reverenziale e all’inizio buttavamo palla in avanti senza accompagnare.

Questo fa parte della mia filosofia: più si corre in avanti, più si difende meglio e viceversa. Noi fuori casa su 5 partite ne abbiamo vinte 3 quindi sicuramente non facciamo partita d’attesa: poi ci sono anche gli avversari da tenere in considerazione. In casa, invece, troviamo squadre che si difendono con tutti gli uomini dietro la linea della palla e quindi facciamo più fatica. Io penso che la mia sia una grande squadre con un’immensa capacità di reazione: ho controllato e nessun’altra squadra italiana è riuscita a recuperare il risultato per 5 volte dopo essere passata in svantaggio”

I prossimi avversari e i “favori” arbitrali

“Non si offenda nessun’altra squadra, ma io penso che la Reggiana sia la squadra più forte del campionato in assoluto per gli uomini che ha. Ora ha preso Vignali, che è un classe 1996 con alle spalle 50-60 presenze in Serie B, e poi ha preso Cattaneo che rappresenta un investimento faraonico. Ma io la ritenevo una squadra fortissima fin da quest’estate. Nell’unica partita che hanno perso ultimamente era stati in grado di passare in doppio vantaggio a Salò: sono fortissimi ma è una squadra battibile. Domani sarà una gara difficilissima per noi e per loro, ma noi per ora siamo davanti e quindi abbiamo dimostrato di essere stati più bravi di loro.

Noi, come al solito, abbiamo preparato la partita in maniera maniacale. Speriamo di essere anche un po’ fortunati: io non ne parlo mai, ma non ci hanno dato un rigore al 94′ contro il Pordenone e abbiamo preso un gol di 4 metri in fuorigioco a Padova… a noi per dare un rigore ci devono sparare sulla fronte. Finora ce ne hanno fischiato solo uno, a partita ormai finita col Teramo. Gli avversari appena li tocchi, o li soffi, e vanno a terra: mi auguro che ci sia dell’attenzione in più nei confronti della mia squadra”

I dubbi di formazione

“Ho un gruppo di ragazzi eccezionali, dove chiunque merita di giocare e quindi mi porterò dei dubbi fino agli ultimi momenti prima della gara. La Reggiana è una squadra forte, punto: lo sappiamo benissimo, ma sappiamo anche che la Samb è una squadra forte. Noi rispettiamo gli avversari, ma non temiamo la Reggiana così come non abbiamo temuto il Padova e tutte le altre squadre. Noi giochiamo in casa e nel nostro stadio non è facile giocare per nessuno: vedrete una Samb ignorante, agguerrita tecnicamente, equilibrata, che lotta su ogni palla e proverà a vincere.”

No comments

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.