Giovani e ambiziosi: il mercato del Cosenza

Cosenza calcio

Focus sul mercato del Cosenza, prossimo avversario della Samb nei quarti di finale dei playoff di Serie C


Quella del Cosenza sembrava la tipica stagione maledetta di tante compagini di Serie C schiacciate dal peso delle ambizioni. In estate i calabresi non avevano nascosto l’obiettivo di dar fastidio alle prime della classe – Lecce, Catania, Trapani – sognando quel ritorno in B che manca da tanti, troppi anni. La società si è mossa in sede di mercato con decisione e senza badare a spese: oltre all’arrivo dei giovani scuola Napoli Palmiero e Tutino, il Cosenza ha deciso di affidarsi a veterani di lungo corso per alzare il livello d’esperienza della squadra.

In difesa ecco Manuel Pascali, colonna del Cittadella e corteggiato a lungo dalla Sambenedettese, insieme al talentuoso Dermaku di proprietà dell’Empoli e a Riccardo Idda del Virtus Francavilla. A centrocampo sono arrivati due mediani dal curriculum di tutto rispetto: il duttile Bruccini dalla Lucchese e, soprattutto, il regista Massimo Loviso, il cui ritorno al Riviera è attesissimo dai rossoblu. In attacco, insieme al confermatissimo Baclet, i Lupi hanno deciso di puntare sull’estro di Giuseppe Caccavallo, ma il fantasista mancino si è reso protagonista di un girone d’andata deludente prima di tornare al Venezia per essere girato nuovamente in prestito al Catania.

L’inizio choc e il cambio in panchina

Per realizzare le grandi attese dei calabresi, il presidente Guarascio ha deciso di puntare su un tecnico emergente, reduce da una buona stagione alla guida della Juve Stabia: Gaetano Fontana. Il tecnico era chiamato a conferire un gioco offensivo e mentalità vincente ai rossoblu, ma l’inizio di stagione si è rivelato un vero e proprio trauma.

Nelle prime 5 giornate il Cosenza ha messo insieme solo 2 punti, subendo ben 10 reti. L’estrema fragilità difensiva, unita a un gioco di certo non esaltante, costa caro al tecnico campano che viene esonerato e rimpiazzato dall’esperto Piero Braglia. Con lui in panchina, i Lupi danno inizia a una splendida rimonta che li porta in settima posizione alla fine del 2017.

Il mercato di gennaio

Esaltati dalla rimonta compiuta nel girone d’andata, i calabresi si sono gettati nel mercato di gennaio con ancora maggior determinazione rispetto alla sessione estiva. In porta ecco Kristaps Zommers, che prende il posto del nuovo acquisto della Samb Pietro Perina. In difesa, a dare sostanza alla linea a 3 di Braglia, ci pensa il giovane scuola-Brescia Camigliano, mentre dal Parma arriva in prestito l’esterno sinistro Juan Ramos.

I grandi colpi, però, riguardano il reparto avanzato: dopo un lungo corteggiamento, l’attaccante ex Ascoli Leonardo Perez ha scelto Cosenza per rilanciarsi e tornare in B. Sempre dalla cadetteria, invece, arriva in prestito il gioiellino David Okereke: classe 1997, 1 metro e 82 di pura potenza fisica, Okereke ha iniziato in sordina per poi esplodere nel corso dei playoff con 3 gol e 2 assist negli spareggi.

Il percorso nei playoff

Che il Cosenza potesse essere la mina vagante della fase ad eliminazione, si era capito dal gran finale di stagione dei calabresi: 5 a 1 in trasferta contro il Virtus Francavilla e un pesantissimo 4-2 contro il Trapani che ha condannato i siciliani al terzo posto in classifica e regalato la quinta posizione ai rossoblu.

Al primo turno il Cosenza ha eliminato la Sicula Leonzio con il risultato di 2-1 e nel secondo turno si è accontentata di un pareggio interno contro la Casertana, valso la qualificazione in virtù del miglior piazzamento. Contro il Trapani i Lupi hanno mostrato tutta la loro forza: vittoria all’andata e vittoria al ritorno, trascinati da una coppia pffensiva (Tutino-Okereke) in stato di grazia. Intensità, organizzazione, forza fisica: il Cosenza è una delle squadre più difficili da affrontare in casa e in trasferta.

No comments
Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami