Cosenza-Samb 2-1, Baclet punisce i rossoblu allo scadere

cosenza-samb

La diretta di Cosenza-Samb, andata dei quarti di finale dei playoff di Serie C


Nel gioco dei sorteggi la Sambenedettese ha avuto il privilegio di partire (ancora) da testa di serie, evitando Sudtirol, Siena e Catania. Una fortuna bilanciata dal responso dell’urna, che ha regalato – probabilmente – l’avversario più complicato: negli ultimi due mesi il Cosenza di Braglia è in una forma esplosiva, e arriva a questa gara con gli scalpi di Sicula Leonzio, Casertana e Trapani.

Alla squadra di Moriero basterà un pareggio nei 180′ per passare il turno. Di nuovo nella tana dei lupi (animale condiviso col Piacenza), i rossoblu – gli 11 in campo, e i quasi 200 sugli spalti – proveranno a uscirne con un risultato positivo. Il pullman organizzato dall’Associazione è arrivato sano e salvo a destinazione, ma chi vi scrive (ahimé) seguirà da casa, aggiornandovi su queste pagine. Qui la puntata de La Rifinitura dedicata alla sfida.

Cosenza-Samb, le formazioni

COSENZA (3-5-2) Saracco; Idda, Camigliano, Dermaku; Corsi, Bruccini, Palmiero, Mungo (71′ Calamai), D’Orazio; Okereke (71′ Baclet), Tutino A disp. Zommers, Ramos, Perez, Pasqualoni, Boniotti, Baclet, Trovato, Loviso, Pascali, Braglia All. Braglia

SAMBENEDETTESE (3-5-2) Perina; Conson, Miceli, Patti; Rapisarda, Gelonese, Bove (78′ Tomi), Marchi, Valente; Miracoli, Bellomo (72′ Di Massimo) A disp. Raccichini, Ceka, Mattia, Stanco, Di Pasquale, Demofonti, Candellori, Aridità All. Moriero

NOTE Ammoniti: Baclet (C), Conson (S)10.156 spettatori

MARCATORI 20′ Bruccini (C), 60′ Marchi (S), 87′ Baclet

[nextpage title=”Cosenza-Samb, la diretta”]

Primo tempo

5′ Dopo un lungo forcing dei cosentini la Samb riesce a ripartire: ci prova Bellomo da fuori, alto non di molto.

10′ Okereke riceve sulla sinistra, salta Conson con un doppio doppio passo e mette un filtrante per l’inserimento di Tutino; l’attaccante salta Miceli con una finta e mette dentro per Mengo, che manca tap-in in area piccola: salva Patti.

20′ Bruccini raccoglie palla sulla trequarti dopo una respinta corta, stoppa di petto e prova direttamente il tiro in porta: grande conclusione in controbalzo, con la palla che finisce sul palo lontano – dove Perina non può arrivare. Vantaggio Cosenza!

31′ Tutino serve in verticale per l’inserimento di Mungo, che riceve alle spalle delle difesa e prova il tiro cross: allontana Miceli.

32′ Il Cosenza recupera palla dopo l’angolo respinto dai rossoblu, provando subito l’affondo: Palmiero si inserisce sulla sinistra e mette dentro: Conson salva deviando quo tanto che basta per evitare il colpo di testa di Tutino.

33′ Tutino serve in verticale per Bruccini, che arriva al limite ma schiaccia troppo il tiro.

41′ Cross di Rapisarda per Miracoli, che sfiora soltanto. Alle sua palle c’è Marchi, che si vede sbattere palla addosso senza riuscire nello stop.

43′ D’Orazio scende sulla sinistra e cerca il cross sul secondo palo verso Tutino e Okereke: il primo riesce a colpire senza pressione, ma non trova la porta.

Fine primo tempo. Una Sambenedettese troppo morbida viene infranta dall’aggressività e dalla freschezza dei cosentini, subito pericolosi e aggressivi. Dopo il tiro di Bove è un monologo dei calabresi, che oltre al gol possono contare almeno tre occasioni nitide. I pericoli sono nati quasi tutti sulla sinistra, dove – insieme a D’Orazio – si allargano Tutino, Okereke e Palmiero.


Secondo tempo

50′ Angolo della Samb per Miracoli, che spizza per Gelonese: il centrocampista viene “accompagnato” a terra da Corsi, che lo abbraccia per tutta l’azione. I sambenedettesi chiedono il rigore, l’arbitro lascia proseguire.

52′ Valente riceve spalle alla porta, pressato, ma con una doppia finta di corpo riesce a liberarsi di Corsi e servire una gran palla per Rapisarda, che tagliava dal lato opposto. L’esterno stoppa in allungo, smorzando la palla con la suola, ma viene fermato dall’uscita di Saracco. A gioco fermo, però: fuorigioco.

54′ Bruccini raccoglie una respinta corta da corner e serve in mezzo per Dermaku, che – solissimo – ha tutto il tempo per mirare e colpire; la sua schiacciata di testa è insidiosa ma centrale: Perina blocca.

59′ Gran palla di Palmiero per Tutino, che va a terra sul contatto con Miceli. Dal replay sembrava molto veniale. Nell’azione successiva ci prova Palmiero da fuori: largo.

61′ Miracoli recupera sulla sinistra e mette dentro: sulla palla respinta dai cosentini si avventa Bellomo, che sguscia in mezzo a due e appoggia dietro per il tap-in di Marchi. Pareggio Samb!

70′ Bellomo resta a terra dopo uno scontro di gioco. Intanto due cambi per il Cosenza: fuori Okereke e Mungo per Baclet e Calamai. Alla fine esce anche Bellomo, che non ce la fa: al suo posto Di Massimo.

75′ Palmiero serve la discesa di D’Orazio, che riceve sul lato corto dell’area e mette in mezzo: Baclet e Corsi non arrivano.

77′ Bruccino riceve sulla trequarti e allarga per Corsi, che salta Valente e mette dentro: Tutino sfiora soltanto, Baclet – alle sue spalle – colpisce malissimo.

78′ Fuori Bove per Tomi: il nuovo entrato va esterno, con Valente mezzala.

79′ Angolo di Palmiero per Idda, che prova la torre verso Baclet: l’attaccante ha una grande occasione, ma non arriva.

83′ Palla in verticale per il taglio esterno di Baclet, che mette dietro per l’inserimento di Tutino: l’attaccante è libero, ma colpisce male. Sul prosieguo dell’azione doppio cross del Cosenza, che poi prova la percussione con Corsi; l’esterno riesce a entrare in area e mettere dentro, ma Conson ferma tutto.

87′ Angolo del Cosenza, che prova lo schema: quattro giocatori partono dal vertice sinistro e fanno il blocco per liberare D’Orazio, che spizza dentro; sulla mischia la palla finisce a Baclet, che chiude con un diagonale mortifero: Vantaggio Cosenza!

88′ Fuori Miracoli per Stanco. Poco dopo cambio anche nel Cosenza: dentro Pascali al posto di Idda.

90’+2 Tutino riceve sul buco incredibile dei sambenedettesi e si invola in uno contro uno con Miceli: l’attaccante napoletano sposta palla sul destro e prova il tiro a giro, sfiorando il palo.

Fine secondo tempo. Dopo un primo tempo complicato i sambenedettesi trovano la forza di reagire, ma il pareggio sfuma nel finale. I calabresi – che meritavano, ai punti – raccolgono la vittoria cercata, ma gli uomini di Moriero lasciano tutto aperto per il ritorno. Al Riviera basterà una vittoria. 

No comments

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.