Samb-Sudtirol 1-0, Di Massimo e Pegorin firmano una vittoria d’oro

Samb, di massimo

A partire dalle 14.30 la diretta di Samb-Sudtirol, 15^ giornata del girone B di Serie C


Il sole sta sopra al Riviera con noncurante placidità, nonostante sia ormai il 9 dicembre. Il clima mite non fa che riflettere quello che si respira dalle parti dei rossoblu, che – con 7 punti nelle ultime tre partite – sembrano essere definitivamente usciti dalle tempeste d’inizio anno. Davanti alla Sambenedettese c’è il Sudtirol di Zanetti, che nella conferenza pre-partita ha ricevuto i complimenti di Roselli, riassumibili con questo haiku:

“Grande squadra, grande allenatore,
servirà una super prestazione”

Senza Bove, Biondi, Di Pasquale, Stanco e Calderini (e Russotto a mezzo servizio) l’undici è obbligato: Roselli conferma il trio Rocchi-Gelonese-Signori a centrocampo, con Ilari e Di Massimo in attacco. Dall’altra parte Zanetti – reduce dalla bella partita contro il Torino, in Coppa Italia – può permettersi di tenere fuori Costantino, Mazzocchi e l’ex Berardocco.

Samb-Sudtirol, le formazioni

SAMBENEDETTESE (3-5-2) Pegorin; Celjak, Miceli, Zaffagnini; Rapisarda, Rocchi (66′ Gemignani), Gelonese (85′ Caccetta), Signori, Cecchini; Ilari, Di Massimo (73′ Russotto) A disp. Sala, Islamaj, De Paoli, Panaioli All. Roselli

SUDTIROL (3-5-2) Offredi; Ierardi (63′ Costantino), Casale (77 Mazzocchi), Vinetot; Tait, Fink (20′ Antezza), De Rose (77′ Berardocco), Morosini, Fabbri; Turchetta, De Cenco A disp. Gentile, Boccalari, Procopio, Zanon, Ravaglia, Oneto All. Zanetti

TERNA Arbitra Francesco Meraviglia della sezione di Pistoia, coadiuvato dagli assistenti A. Berti (Prato) e G. Nuzzi (Valdarno)

MARCATORI 18′ Di Massimo

NOTE Ammoniti: 65′ Vinetot, 71′ Signori, 77′ Cecchini | Espulsi: al 68′ Antezza (doppia ammonizione), al 75′ Rapisarda (doppia ammonizione)


Samb-Sudtirol, primo tempo

Nel prepartita sfilata dei ragazzi della Stella del Mare, squadra inserita nell’ambito “Il calcio è di tutti – Quarta categoria”. Prima della partita osservato un minuto di silenzio per la scomparsa dell’assistente arbitrale Pelegatti e l’ex tecnico del Torino Gigi Radice. Nel presentare il minuto, la società ha espresso anche la sua vicinanza verso le giovani vittime della tragedia di Corinaldo.

3′ Signori allarga per Cecchini, che mette dentro per Ilari; Casale lo anticipa mettendo in corner.

6′ Lancio lungo di Pegorin per Ilari, che riesce a far scorrere la palla verso Di Massimo; l’attaccante appoggia a Ilari, che restituisce palla sullo spazio. Di Massimo riceve e prova il destro dal limite, senza riuscire ad angolare abbastanza: Offredi blocca.

7′ Cecchini riceve sulla trequarti e prova la verticalizzazione diretta verso Di Massimo, che parte alle spalle di Ierardi: fuorigioco.

8′ Tait scende sulla destra e mette in mezzo per Morosini: dopo il cross si crea un mischione in area, ma la Samb riesce ad allontanare.

12′ Punizione dai 25 metri per Morosini, che colpisce la barriera. Sul prosieguo dell’azione gli ospiti cercano l’imbucata per Turchetta, che non riesce a stoppare.

18′ Palla in verticale di Celjak per Ilari, che – grazie a un grandissimo stop – riesce a liberarsi di un avversario e allargare per Cecchini; l’esterno scende sulla sinistra e appoggia dietro per Signori, che si inventa un cross spettacolare per l’accorrente Di Massimo. L’attaccante sbuca alle spalle di Casale e mette in porta. Vantaggio Samb!

Per Di Massimo si tratta del primo gol dal 21 marzo scorso, in Samb-Vicenza 2 a 1.

20′ Primo cambio per il Sudtirol: Antezza prende il posto di Fink, infortunato.

24′ Gran palla di Rapisarda per Di Massimo, che evita Casale, ma viene fermato dal raddoppio di Ierardi.

27′ Punizione per il Sudtirol sul vertice destro dell’area di rigore. Sulla palla va Morosini, che prova una traiettoria velenosissima: la palla – senza deviazioni – finisce rimbalza sull’area piccola, fermata con un grande riflesso da Pegorin (fortunato anche sul rimpallo).

Dopo alcuni minuti di sbandamento il Sudtirol è tornato ad alzare il baricentro, controllando il possesso nel tentativo di aprire varchi nella difesa rossoblu. Incentivata dal vantaggio, la squadra di Roselli sta difendendo molto bloccata, con la difesa a cinque sempre in linea (per coprire l’ampiezza) e i tre di centrocampo pronti a scivolare in raddoppio sugli esterni.

43′ Casale cambia gioco in direzione di Fabbri, che di prima cerca il taglio esterno di De Cenco; l’attaccante viene fermato da Celjak, che lancia il contropiede di Rapisarda: l’esterno rossoblu sale tagliando verso il centro, salta De Rose con un tunnel e allarga (male) per Ilari, che riesce a guadagnare corner.

45′ Turchetta si allarga sulla sinistra, riceve e cambia gioco sulla fascia opposta, per Tait. L’esterno controlla e conclude con un gran destro: la palla sfiora l’incrocio e va sul fondo.

Fine primo tempo. Dopo un inizio bloccato i padroni di casa spaccano la partita con la rete di Di Massimo, premio di un’ottima azione partita da Ilari e rifinita da Signori. Il vantaggio cambia l’inerzia della gara, permettendo ai rossoblu di difendersi e ripartire. Nonostante la crescente spinta dei tirolesi la squadra di Roselli limita gli avversari senza grossi problemi, limitando i rischi al minimo.


Samb-Sudtirol, secondo tempo

Il Sudtirol parte subito forte, nell’intento di chiudere la Sambenedettese nella propria trequarti. Possesso prolungato, pressione alta e verticalizzazione appena possibile, nel tentativo di aprire la difesa rossoblu. Rispetto al finale di primo tempo la Samb sta pressando con un baricentro un po’ più alto, pur mantenendo i cinque giocatori sulla linea difensiva. 

51′ Palla in verticale per Turchetta, che – dopo uno scambio con Fabbri – scende sulla fascia, salta Rapisarda e prova il cross in mezzo per De Cenco, contrastato dalla difesa.

55′ Punizione di Morosini per Vinetot, che si scontra con Pegorin. Fallo in attacco

57′ Antezza riceve sulla destra e prova il cross in mezzo: la palla tesa diventa quasi un tiro, alto sulla traversa. Intanto problemi al ginocchio per Zaffagnini, medicato a bordocampo.

59′ Punizione di Signori dalla trequarti, troppo corta. Sul ribaltamento di fronte Turchetta fa una bella sponda per De Rose, atterrato da un calcione di Rapisarda. Giallo.

62′ Turchetta prova a sfondare sulla sinistra, ma poi è costretto a indietreggiare; sulla palla arriva Vinetot, che allarga sul lato opposto per De Cenco: l’attaccante appoggia dietro per Tait, che mette dentro. Palla sfiorata da Antezza.

63′ Fuori Ierardi per Costantino. Ora Sudtirol col 4-3-3, con Fabbri e Tait che arretrano in difesa, e il tridente formato da Turchetta, Costantino e De Cenco.

63′ Palla sulla sinistra per Cecchini, che mette in area per Ilari, anticipato; sulla respinta arriva Gelonese, che prova il destro di prima intenzione: largo.

64′ Duro intervento di Vinetot su Di Massimo, giallo.

66′ Primo cambio nella Samb: fuori un applauditissimo Rocchi per Gemignani.

67′ Cross di Turchetta per Costantino, che prolunga sul secondo palo, nella zona di Antezza. Il centrocampista prova il tap-in, ma si scontra con Pegorin. L’arbitro punisce l’intervento col secondo giallo. Sudtirol in dieci!

70′ Gelonese recupera e serve in verticale per Di Massimo, a campo aperto. L’esterno arriva al limite dell’area e mette dentro proprio per l’inserimento di Gelonese, che – all’altezza del dischetto – arriva troppo scarico e colpisce centrale. Che occasione per i rossoblu.

71′ Di Massimo riceve a campo aperto sulla sinistra, ma non riesce a superare De Rose – che recupera, salta l’avversario e costringe al fallo Signori. Altro giallo.

73′ Fuori un applauditissimo Di Massimo (autore del gol decisivo) per Russotto.

75′ Fabbro salta Rapisarda al limite dell’area, costringendolo al fallo. L’arbitro ignora le recriminazioni di Rapisarda e gli mostra il secondo giallo. Il capitano rossoblu esce con gli applausi di comprensione della tribuna. Ora entrambe le squadre sono in dieci.

76′ Punizione dal limite di Morosini, che prende la barriera. Sulla respinta il centrocampista ci prova di nuovo, costringendo Pegorin a un super intervento. Sul corner successivo il portiere esce a vuoto, ma la Samb – non senza difficoltà – riesce a spazzare.

77′ Ammonito anche Cecchini. Poco dopo dentro Berardocco e Mazzocchi per De Rose e Casale. Ora i tirolesi giocano con un solo centrale di ruolo, Vinetot, due terzini, e quattro giocatori offensivi.

80′ Espulso anche Bianchetti, preparatore dei portieri dei rossoblu, che si era allontanato dall’area tecnica.

85′ Ultimo cambio per la Sambenedettese: doveva uscire Zaffagnini, non al meglio, ma alla fine Roselli sostituisce Gelonese – dolorante dopo un infortunio subito negli istanti prima del cambio. Dentro Caccetta.

87′ Berardocco serve in verticale Costantino, che fa da sponda per Fabbro; l’esterno allarga di prima per De Cenco, che – a tu per tu con Pegorin – colpisce forte sul primo palo. Il portiere risponde con un grande intervento. Sulla ribattuta ci provano prima Berardocco e poi Costantino, senza fortuna.

Grandissima pressione del Sudtirol, che ora sta attaccando a pieno organico. Fisicamente la Sambenedettese non sembra averne più, e si sta accontentando di difendere alle porte della propria area di rigore.

90’+1 Tait scende sulla destra e mette un cross basso pericolosissimo: Zaffagnini smorza la palla in scivolata, permettendo il recupero di Pegorin.

90’+3 Russotto scappa alle spalle della difesa, arriva sul fondo e mette in mezzo per… nessuno. Sulla palla arriva solo Signori, molto arretrato, che – stremato – prova il tiro: altissimo. Sul capovolgimento di fronte Morosini prova il cross per Costantino, fermato dall’uscita di Pegorin.

90’+5 Ancora Morosini sulla destra, ancora un cross dentro per Costantino: stavolta l’attaccante arriva prima di tutti, ma manda di poco a lato.

90’+6 Ultima palla per il Sudtirol, con Fabbri che cerca il cross in mezzo per Morosini. Il centrocampista riesce quasi a infilarsi in mezzo alla difesa, salvata dalla scivolata di Miceli.

Fine secondo tempo. I rossoblu resistono a un secondo tempo complicatissimo, pieno di emozioni e colpi di scena. Il gol di Di Massimo resiste, tenuto a galla dalle parate di Pegorin e una prestazione di squadra d’alto livello, nonostante un avversario mai domo. Per la prima volta i rossoblu riescono a vincerne due di fila, ed è un risultato meritatissimo.

No comments
Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami