Il mercato estivo della Triestina

Triestina, Pavanel

La società alabardata ha rinforzato la squadra senza badare a spese, per conquistare la promozione sfuggita pochi mesi fa


9 giugno 2019: davanti a più di 20 mila spettatori la Triestina esce sconfitta per 1-3 dalla sfida con il Pisa e deve dire addio alla promozione in Serie B. Per gli alabardati è la seconda, grande ferita nel giro di poche settimane: prima c’era stata la grande rincorsa al Pordenone, vanificata dallo scatto finale dei ramarri. La società biancorossa, tuttavia, non si è persa d’animo e ha deciso di ripartire da mister Pavanel per costruire una rosa ancora più forte.

Difesa

Confermati in blocco i centrali, la Triestina ha rinnovato le fasce con le cessioni di Sergio Sabatino, trasferitosi alla Sicula Leonzio nel Girone C, Lorenzo Libutti alla Reggiana e Luca Pizzul al Renate. Al loro posto è arrivato il giovane  mancino Federico Ermacora (sulla carta sarà la riserva di Frascatore) e Andrea Scrugli dal Trapani, reduce dalla splendida cavalcata playoff dei siciliani.

Centrocampo

Tanti cambiamenti anche in mezzo al campo: la Triestina ha rinunciato a Ivan Castiglia e al veterano Tommaso Coletti, che ha salutato il suo pubblico con una standing ovation prima del ritorno nella sua Puglia con la maglia dell’Audace Cerignola. Al loro posto ecco Daniele Giorico, regista ex Carpi con una grande esperienza in B, e la giovane scommessa Paulinho: un brasiliano classe 1997 cresciuto nelle giovanili del Sao Paulo che ha già messo in mostra ottime doti tecniche unite a una notevole personalità.

Sulle fasce hanno salutato Davide Bariti (anche per lui destinazione Sicula Leonzio) e Mirko Petrella, che è andato a rinforzare il Sudtirol. Al loro posto c’è un solo acquisto, che però vale almeno per due: si tratta di Leonardo Gatto, esterno d’attacco proveniente dalla Virtus Entella che ha giocato in B anche con Salernitana, Ascoli, Vicenza e Lanciano.

Attacco

Come se non bastasse la coppia d’oro Granoche-Costantino, la Triestina ha voluto fare la voce grossa sul mercato assicurandosi due delle punte più forti del Girone B. Il primo arrivo è stato Guido Gomez, prima punta che ha deciso di provare il salto di qualità dopo le ottime stagioni con il Renate. La ciliegina sulla torta è “Lo Squalo” Andrea Ferretti, seconda punta ex Feralpisalò dotato di un fisico imponente e di un sinistro dinamitardo.

La probabile formazione

Nemmeno a dirlo, uno dei punti di forza della Triestina è la straordinaria profondità della rosa con 2 titolari per ogni ruolo. Massimo Pavanel durante il ritiro ha deciso di puntare su un 4-4-2 molto offensivo. Tra i pali è cerca la presenza della saracinesca Offredi, mentre a centrocampo Paulinho e Giorico si giocano il posto con Steffé e Maracchi. Contro il Gubbio le due ali sono state Mensah e Procaccio, ma Leonardo Gatto spinge per una maglia da titolare e potrebbe fare il suo esordio dal primo minuto. In attacco, al fianco del Diablo Granoche, ecco il solito duello a tre tra Costantino, Ferretti e Gomez.

No comments
Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami