Samb-Triestina, Montero: “Diamo tutto per i nostri tifosi”

La conferenza stampa dell’allenatore rossoblu Paolo Montero alla vigilia di Samb-Triestina


La sala stampa del “Riviera delle Palme” è gremita di tifosi, in fila per sottoscrivere l’abbonamento, quando Paolo Montero fa il suo ingresso per la conferenza stampa della vigilia di Samb-Triestina. L’allenatore rossoblu trasmette determinazione senza aver bisogno di eccessivi sforzi di voce, o dichiarazioni roboanti. La sua è una carica che deriva dalla serenità di chi ha lavorato bene in precampionato e vuole fare bella figura nella prima uscita casalinga.

I giocatori sanno bene cosa andremo ad affrontare. Questa partita arriva in un momento importante per capire la nostra forza. Sappiamo che loro sono una squadra esperta, candidata al titolo. È il momento di affrontare una squadra forte: fosse per me giocherei sempre contro le squadre forti, perché solo così si migliora. È come se fosse una presentazione di fronte al nostro pubblico. Domani dobbiamo dare tutto in campo per i tifosi. Ogni squadra che viene qua deve pensare che è dura“.

La Triestina, dopo aver visto svanire in finale playoff il sogno promozione, è una delle più serie candidate alla vittoria del campionato. “La forza della Triestina è la ripartenza. È una squadra che si chiude bene e attacca gli spazi con esterni molto veloci. E poi c’è Granoche, un giocatore fortissimo per la categoria. Queste partite si vincono nei duelli individuali, nella battaglia delle seconde palle. Spero che l’ambiente domani sia caldo. È bellissimo giocare in uno stadio pieno: sappiamo di avere una tifoseria calda, anche a Fano il nostro settore era pieno. Noi dobbiamo trasmettere ai tifosi che siamo una squadra che mette tutto in campo. Possiamo perdere, ma non mancherà l’impegno“.

Come già fatto alla vigilia di Fano-Samb, Montero non si nasconde e dichiara tre novità di formazione. “Ci saranno dei cambiamenti, certo. Rocchi e Angiulli partiranno titolari (ndr: a lasciare loro spazio saranno Piredda e Bove). Davanti partirà dal primo minuto Orlando. Manteniamo la difesa alta? Sicuramente. Ho dei difensori che sanno guidare bene la linea. È importante non perdere palla quando siamo scoperti: bisogna giocare semplice e non dare agli avversari alla chance di partire in contropiede. Non posso dare consigli da ex difensore, posso dare la mia impressione come allenatore ma in campo vanno i giocatori. Se Di Pasquale ha giocato, è perchè lo considero già pronto. I giocatori apprezzano la sincerità: io so di poter contare su 22 giocatori allo stesso livello, per cui posso scegliere al meglio“.

No comments
Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami