Il calciomercato estivo dell’Imolese

imolese-calcio

Tante scommesse e due attaccanti di categoria per raggiungere la salvezza: analisi del mercato dell’Imolese

L’incredibile campionato con mister Dionisi, poi la via crucis della passata stagione, con la salvezza arrivata solo al termine dei playout: quest’anno l’Imolese vuole affrontare il girone B senza pressioni, con il solo compito di raggiungere una tranquilla salvezza. Il club romagnolo – ma non ditelo a Rimini e Cesena – ha rivoluzionato la rosa da affidare al nuovo tecnico Roberto Cevoli, anche lui in cerca di riscatto dopo l’esperienza negativa alla Reggina.

Difesa

Confermatissimo il veterano Gian Maria Rossi, nel ruolo di portiere l’Imolese ha deciso di puntare su un bel prospetto delle giovanili della Juve: si tratta di Alessandro Siano, convocato nella Nazionale italiana Under 20. In difesa sono rimasti il capitano Filippo Carini oltre ai centrali Filippo Boccardi e Fabio Della Giovanna. In prestito da Sassuolo e Spezia sono arrivati i giovani Alessandro Pilati e Cristian Cerretti, mentre a garantire esperienza ci pensa il classe 1987 Michele Rinaldi, proveniente dalla Feralpisalò.

Sulle fasce la garanzia è Ivan Rondanini, terzino di grande esperienza che a soli 25 anni ha già indossato le maglie di Siena, Brescia, Padova e Cremonese. La sua riserva è Manuele Mele, under cresciuto nel vivaio del Bologna. A sinistra, invece, si battono per un posto da titolare il classe 2000 Gabriele Ingrosso e Mattia Tonetto, arrivato in prestito dal Frosinone.

Centrocampo

Il mercato estivo ha completamente rivoluzionato la mediana dei rossoblu, con solo i giovani Lorenzo Alboni e Antonio D’Alena confermati. Dalle isole ecco arrivare due rinforzi: il mediano, ex Sassari Torres, Alessandro Masala e soprattutto l’esperto Alessandro Provenzano, nella scorsa stagione alla Sicula Leonzio. Dalle Primavere dei club di A sono arrivati 3 rinforzi: Alessandro Lombardi del Cagliari, Lorenzo Sabattini della Sampdoria ed Emanuele Torrasi del Milan.

Attacco

Le sorprese di questo inizio di campionato sono state Davide Morachioli e Danilo Ventola, arrivati in prestito da Spezia e Ascoli. Il peso del reparto avanzato dell’Imolese, tuttavia, graverà sulle spalle di due grandi attaccanti di categoria: l’ex Samb Francesco Stanco, arrivato a titolo definitivo dal Cittadella, e Alessandro Polidori, liberatosi dal Siena dopo il fallimento dei toscani e più volte accostato alla Samb negli ultimi anni. L’intesa tra i due migliora giorno dopo giorni e fa già sognare i tifosi imolesi, che si stanno godendo un grande inizio di stagione.

L’allenatore

Il grande esordio sulla panchina del Renate, poi il salto alla Reggina e un esonero mal digerito: per Roberto Cevoli questa è la stagione del riscatto. L’inizio di stagione dei rossoblu è stato esaltante, con 10 punti in 5 gare e la soddisfazione di sconfiggere il Padova all’esordio in campionato. Cevoli ha disegnato un 3-4-1-2 molto compatto, che punta sulla forza fisica delle punte per far salire l’azione e tenere in costante apprensione la difesa avversaria. La mancanza di grandi individualità tecniche in rosa è compensata dall’applicazione dei giocatori e dall’attenzione tattica dimostrata nelle prime giornate.

No comments

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.