La Samb presenta la sua nuova pelle. Le divise del 2017-18

Sergio Ventura: La trattativa è stata molto veloce perché c’era volontà da entrambe le parti. Per noi è un investimento importante, perché la Samb ci ha dato grandi soddisfazioni. Ieri sono stato presente alla bellissima serata alla palazzina azzura e mi sono emozionato (…) la Samb va oltre il mero fatto sportivo, e rappresentarla ci rende orgogliosi.

Le maglie sono state disegnate da Piero Zazzetta, lo sponsor tecnico è l’Errea con la quale collaboriamo ormai da 29 anni. Andrea Fedeli ci ha dato anche la possibilità di affiancare il Samb Store, quindi già da oggi sarà possibile acquistare il materiale ufficiale della Sambenedettese anche nel nostro negozio. Vorrei ringraziare l’avvocato Andrea Gianni, che ha seguito tutta la trattativa, Piero Zazzetta e William Clementi (del marketing rossoblu), e infine il nostro collaboratore Massimiliano Annunzi, che si occuperà dei rapporti quotidiani con la Sambenedettese. Cercheremo di ripagare la fiducia della famiglia Fedeli con massimo impegno e correttezza.

Andrea Fedeli: Ringrazio Susport per aver accettato il contratto, un annuale che hanno in altri casi – o con altre squadre – non avrebbero accettato. Mi unisco ai ringraziamenti per Piero e William, che negli ultimi tre anni hanno fatto un lavoro mirabilante sia dal punto di vista marketing che nel supporto quotidiano alla squadra. Le maglie sono davvero molto belle, il nostro ufficio marketing ha fatto un gradissimo lavoro con la grafica. Siamo soddisfattissimi.

Piero Zazzetta: Errea ci ha accolto sin da subito come una squadra di prima fascia. Nelle prime due divise abbiamo innestato degli elementi storici della Sambenedettese, unendo continuità e innovazione. C’è la prima maglia classica, metà rossa e metà blu, dove abbiamo inserito righine verticali come alla fine degli anni ’80.

Per la divisa da trasferta abbiamo reintrodotto la grigia classica degli anni 60, con lo scudetto del periodo; lo scudetto era anche uno dei magneti delle uova di pasqua ed è stato accolto benissimo dai tifosi. la maglia è una ripresa della maglia del ’62 con piccole modifiche al colletto e con l’aggiunta di rifiniture dorate.

Come terza maglia abbiamo introdotto quella maglia nera, utilizzata per la prima volta quattro anni fa. Ci sono particolari in oro, il profilo è in rossoblu, e c’è la lancetta nello stemma.  La prima e la seconda maglia avranno un richiamo al 95imo anno di vita della Samb, con un logo creato appositamente.

I numeri per i giocatori non sono casuali. Bacinovic ed Esposito hanno il 19 e il 23, l’anno di nascita della Sambenedettese, Candellori ha il 95 che è “l’età” della squadra. Con queste maglie vogliamo iniziare il countdown verso il centenario, in futuro porteremo avanti varie iniziative. 

Massimiliano Annunzi spiega le caratteristiche tecniche della maglietta. “Come tessuto abbiamo scelto una soluzione molto particolare, con l’ausilio di nanotecnologie per garantire il massimo supporto. Le magliette sono antistatiche, antimacchia e molto traspiranti. Inoltre sono idrorepellenti, in modo da garantire leggerezza in qualsiasi condizione atmosferica. I prodotti sono tutti made in Italy.

Chiude ancora Piero Zazzetta: “Ci auguriamo che le maglie siano ben accolte dai tifosi, perché sono fatte per loro prima che per i calciatori, che le indossano. La maglia è il simbolo di questa squadra, e abbiamo cercato di fare il meglio. Questo è un passo importante anche a livello marketing, perché qui – per la prima volta – avremo una sede fissa “esterna” per poter acquistare tutti i prodotti della Sambenedettese.

No comments
Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami