Reggiana-Samb 0-2. I rossoblu sbancano Reggio dopo 55 anni

Introduzione

Nel Mapei Stadium ancora vuoto, mentre i giocatori tastano per la prima volta il terreno, c’è Charlie Put che sussurra Attention. “You’ve been runnin’ round, runnin’ round, runnin’ round throwing that dirt all on my name”: Menichini e Moriero hanno passato una settimana abbastanza complicata, criticati dalle rispettive tifoserie e punzecchiati da voci che li vorrebbero in bilico sulle rispettive panchine.

Dopo aver cambiato molto, la Reggiana ha iniziato questo campionato a rilento, e racimolando appena 4 punti in quattro partite. Diversa la situazione della Sambenedettese, che ha una partita le due squadre sono partite per tentare l’assalto alla Serie B, ma questo inizio di stagione ha regalato qualche inciampo. Dopo le rassicurazioni di Mike Piazza e Andrea Fedeli, i due allenatori hanno bisogno di una vittoria per scacciare le critiche e ricominciare la corsa verso la vetta, che inizia ad allontanarsi.

Reggiana-Samb, le formazioni

REGGIANA (4-3-3) Facchin; Ghiringhelli (45′ Manfrin), Rozzio, Spanò, Panizzi; Bovo (60′ Lombardo), Genevier, Carlini; Rosso (66′ Cianci), Altinier, Napoli (52′ Riverola) A disp. Viola, Bobb, Bastrini, Crocchianti, Rocco, Narduzzo, All. Menichini

SAMBENEDETTESE (4-3-3) Aridità; Rapisarda, Conson, Patti, Tomi; Gelonese (64′ Di Cecco), Bacinovic, Vallocchia (79′ Damonte); Troianiello, Miracoli, Esposito (64′ Valente) A disp. Pegorin, Ceka, Mattia, Miceli, Di Massimo, Sorrentino, Di Pasquale, Candellori, Trillò All. Moriero

TERNA Arbitra Manuel Volpi di Arezzo, coadiuvato dagli assistenti Rossi (Novara) e Affatato (Vco)

NOTE Ammoniti Vallocchia, Napoli, Bacinovic, Spanò, Di Cecco, Cianci

No comments
Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami