Serie C, girone B: il punto sulla 12^ giornata

Frenano Padova, Samb e Pordenone: il Renate vince e vola in testa


Non esistono partite facili in Serie C. Come consuetudine, nel girone B, il weekend ha riservato tante sorprese e ribaltoni in classifica. Nell’anticipo del venerdì è tornata alla vittoria la Reggiana, che regola il Fano 1-0 grazie alla punizione del figlio d’arte Mattia Lombardo. Il risultato deludente costa il posto ad Agatino Cuttone, nonostante il Fano fosse reduce dal bel pareggio in casa della Samb.

Con l’imminente radiazione del Modena, che contro il Santarcangelo non è sceso in campo per la quarta volta in questo campionato, il Fano erediterà il poco gradito ultimo posto in classifica. Scivola così in zona playout il Gubbio di Dino Pagliari, che non è riuscito a ribaltare i pronostici in casa del Renate. I giovani terribili di Mister Cevoli vincono per 2 a 1 e volano in solitaria in testa alla classifica: le pantere vanno a segno con Simonetti e Gomez, inutile il gol ospite di Ciccone.

Insegue, ad un solo punto di distanza, la favorita d’obbligo del girone: il Padova. I biancoscudati sono protagonisti, insieme alla Feralpisalò, di un primo tempo da categoria superiore per tecnica e intensità. Il Padova passa in vantaggio con Belingheri, ma i gardiani ribaltano il risultato con il rigore di Guerra e lo spunto di Ferretti. Al termine del primo tempo ci pensa il solito Alessandro Capello a ristabilire la parità. Per la Feralpi si tratta della (solita) ottima prestazione che non coincide con i tre punti; per il Padova, invece, è un’occasione persa per issarsi in vetta prima delle delicate sfide contro MestrePordenone.

I ramarri, proprio come gli uomini di Bisoli, buttano via la possibilità di balzare in testa alla classifica perdendo in casa contro la Triestina. La gara, influenzata dal campo pesante e dalla fitta pioggia, è equilibrata e per larghi tratti imprevedibile. Gli uomini di mister Colucci passano in vantaggio sugli sviluppi di un calcio piazzato con Gianvito Misuraca. Nella ripresa succede di tutto in 5 minuti: la Triestina pareggia con Troiani, i padroni di casa passano di nuovo in vantaggio con Magnaghi ma bomber Arma ristabilisce immediatamente la parità. Gli alabardati sfruttano a fondo il loro straordinario potenziale offensivo e strappano i tre punti grazie alla freccia Mensah e alla seconda rete di Troiani. Le due squadre confermano i loro pregi e difetti: spietate dalla cintola in su, ma fragili in difesa.

Chi non smette di stupire è l’Albinoleffe di Massimiliano Alvini. Si può parlare di “sorpresa” fino a un certo punto, perchè il 3-5-2 dei bergamaschi è una certezza già dalla scorsa stagione, tuttavia il terzo posto in classifica è un fiore all’occhiello per una squadra costruita senza un grande budget, ma con intelligenza e lungimiranza. In casa della Fermana, l’Albinoleffe si impone per 3 a 0 grazie alle reti di Colombi, Sbaffo e Kouko. Per i marchigiani continua l’incredibile astinenza in zona gol: dopo il pokerissimo rifilato al Santarcangelo, i gialloblu hanno affilato ben 7 partite senza gol. A proposito di crisi, prosegue il momento negativo del Bassano: gli uomini di Magi escono sconfitti anche dalla trasferta in casa del Mestre, a segno con Beccaro. I giallorossi non escono dal vortice di nervosismo e negatività che li assale da un mese, mentre il Mestre prosegue una striscia positiva che dura da 5 gare.

Pareggio a reti bianche, infine, tra Teramo e Sudtirol. Le due squadre si dividono la posta in palio e prolungano il periodo di imbattibilità in campionato, in attesa delle difficili sfida in casa della Triestina e della Sambenedettese. Di seguito tutti i risultati della 12^ giornata:

  • Reggiana – Fano 1-0
  • Vicenza – Sambenedettese 2-1
  • Teramo – Sudtirol 0-0
  • Renate – Gubbio 2-1
  • Mestre – Bassano 1-0
  • Fermana – Albinoleffe 0-3
  • Pordenone – Triestina 2-4
  • Feralpisalò – Padova 2-2

 

No comments
Share:
Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami