Albinoleffe-Samb, Capuano non si dà pace: “Ci portiamo dietro le scorie di sabato”

Ezio Capuano

La conferenza stampa di mister Capuano alla vigilia di Albinoleffe-Samb


A poche ore dalla partita con l’Albinoleffe Ezio Capuano torna sulla partita col Pordenone, decisa dal contestato intervento in area di su Di Massimo. Il mancato rigore è costato la possibilità due punti e la presenza di Alessio Di Massimo, che salterà le sfide con Albinoleffe e Triestina.

Le assenze della squadra

Non cerco mai alibi, ma stavolta abbiamo parecchi problemi. Ci portiamo dietro ancora le scorie di una decisione che più la vedo e più impazzisco. Credo che l’errore sia stato fatto in buona fede, su questo nessun dubbio. Però noi chiediamo ai giocatori di essere concentrati e allenati fino al 94′, così dovrebbero essere anche gli arbitri.

Con quella vittoria saremmo stati secondi in classifica e avremmo staccato il Pordenone di 3 punti ma, lasciando perdere la classifica, ora non abbiamo Di Massimo che in questo momento era devastante – probabilmente il giocatore più frizzante – e Vittorio Esposito ha la febbre. Abbiamo Miceli che non sta bene, Aridità fuori, qualche altro acciaccato e Bacinovic squalificato: questa partita ci ha portato scorie notevoli. Non cerco alibi, non li ho mai cercato in tutta la mia vita: andremo ad affrontare una squadra forte in uno scontro d’alta classifica. Dovrò essere bravo a mettere in campo una squadra equilibrate con le tante assenze che abbiamo.

Le condizioni di Miceli e Miracoli

Io reputo Miceli un giocatore forte, ma non può giocare con quella mascherina. Io alleno da tanti anni e sono rimasto scottato: l’esperienza è ciò che un uomo riesce a trasformare da negativo in positivo. Siccome ho preso tante botte nel calcio, so benissimo che con la maschera non vedi la visione periferica ma soprattutto non vedi in basso. Quindi Miceli o si toglie la maschera o va al carnevale a fare Zorro: ne mancano cinque, vorrà dire che ne mancheranno sei…Stamattina in allenamento mi sono reso conto che lui con la maschera non vede a terra, quindi lui dovrà prendere una decisione: se se la sente di entrare in campo senza maschera, gioca; altrimenti lo recupereremo per la prossima.

Luca Miracoli è un giocatore che gode della mia stima. Non avremo Di Massimo, quindi è naturale che lui sia la prima scelta.

Che partita con l’Albinoleffe?

Andremo a giocare in un campo difficile contro un avversario, per me, molto forte a cui rientreranno giocatori importantissimi come Gavazzi e Sbaffo. L’Albinoleffe è una squadra che sta facendo un buonissimo campionato ma noi non saremo una vittima sacrificale. Andremo a fare la nostra partita convinti che, chi andrà in campo, saprà come comportarsi. Noi siamo una squadra che lavora a codice, non gioca a braccio, penso che lo abbiate visto. Lavorando su dei codici prestabiliti, chiunque va in campo può fare bene.

L’Albinoleffe ha la nostra stessa classifica, ha un bravo allenatore e sanno sfruttare bene i calci piazzati. Sanno difendere bene, tengono le linee molto strette e sono bravi a ripartire. Speriamo di aver preparato bene la partita, ma purtroppo stiamo pagando in maniera illimitata la partita contro il Pordenone. Il calcio è fatto anche di queste cose.

Bove per Bacinovic?

Voi sapete come stravedo io per questo ragazzo, ma per me Bove non può fare il centrale davanti la difesa perché ha una fase di pensiero alta ma una fase d’interdizione bassa. Se gli chiedi di fare soltanto gioco, allora può farlo tranquillamente ma non è ancora pronto per la fase di schermo. Qualcosa dovrò fare per rinnovare la formazione.

No comments