Fedeli premiato all’Italian Sport Awards: “Qualcosa di buono è stato fatto”

Franco Fedeli è stato premiato all’Italian Sport Awards come miglior presidente della Serie C (2016-17)


L’Italian Sport Awards ®, Il Gran Gala dello Sport Italiano ®La Notte dei Campioni dello Sport Italiano ® è una manifestazione concepita con l’intento di omaggiare gli sportivi italiani che si sono contraddistinti durante l’anno, portando in alto il nome dell’Italia in tutte le discipline sportive.

La serata doveva svolgersi il 5 giugno a San Benedetto del Tronto, ma la mancata disponibilità della location ha fatto rimandare l’evento al 18 settembre, prima, e al 18 dicembre poi. Dopo un lungo peregrinare gli ISA sono arrivati al Mecpaestum Hotel, nella località vicino Salerno. Un hotel a cinque stelle che ha ben rappresentato la patina luccicante del gala sportivo, patrocinato da Coni e Figc. All’evento erano presenti sia il presidente Franco Fedeli (tra i premiati) che il tecnico rossoblu Ezio Capuano, che ha premiato il diesse Fusco.

Fedeli e Capuano all’Italian Sport Awards, la gallery

Italian sport awards (2017)

La foto arrivano dalla pagina ufficiale della manifestazione. Premi per scorrere

Il presidente della Sambenedettese è stato premiato come miglior presidente della Lega Pro per la stagione 2016-17, “Tutta la Lega Pro”, come ha tenuto a precisare. “La notizia me l’ha comunicata mio figlio – ci ha raccontato Fedeli – e pensavo mi stesse prendendo in giro. Sono felice di aver ottenuto questo riconoscimento anche perché i presidenti della Lega Pro non sono pochi. Credo che mi abbiano attribuito questo premio per la serietà del mio lavoro”.

Ai nostri microfoni, il presidente Fedeli ha espresso tutta la sua soddisfazione: “Sono soddisfatto perché significa che qualcosa di buono è stato fatto. La scorsa stagione siamo arrivati ai play off, ora siamo secondi in classica. Le cose stanno andando bene e dobbiamo sperare che si prosegua così”.

Ai microfoni di Eleven Sports il presidente Fedeli ha anche espresso le sue sensazioni per il prosieguo del campionato: “Se incominciamo a vincere in casa questa squadra, probabilmente, può arrivare molto lontano”. Inevitabile una battuta su Capuano: “Il rapporto è molto tranquillo. Io ci sono solo la domenica, per la partita, però i miei collaboratori lo seguono e me ne parlano molto bene. Scendo sempre negli spogliatoi, nell’intervallo, e quando lo sento parlare capisco quanto sia competitivo. Sono una persona diretta anche io, coi giocatori mi comporto bene (il 5 del mese hanno gli stipendi sul conto) ma parlo sempre chiaro, se devo fare una critica la faccio”.

Cosa sono gli Italian Sport Awards

La manifestazione, ideata da Donato Alfani, si presenta come “EVENTO di eccellenza che abbina sport e solidarietà”. Nel sito ufficiale, l’evento viene presentato come una mission sportiva-solidale, con l’intento di creare integrazione tra il mondo sportivo e quello sociale: “separati nella realtà di tutti i giorni, trovano durante l’evento positiva sincronia”. Una serata di gala che unisce “il mondo dei personaggi dello spettacolo, cultura, finanza, mondo istituzionale, giornalismo, gente comune, giovani ed il mondo spesso dimenticato dei più sfortunati e bisognosi”.

Una separazione che, a dir la verità, non sembra così netta. Basti pensare alla rapida e generosa risposta delle varie tifoseria per le vittime del terremoto e – più recentemente – verso la famiglia di Luca Fanesi, senza citare le tante attenzioni delle società sportive nel sociale. A tal proposito va ricordato l’ottimo lavoro della Sambenedettese verso la comunità, dal coinvolgimento nella raccolta fondi verso Riccardo alle dimostrazioni di vicinanza verso la famiglia Fanesi, dalla partecipazione al progetto 3 P alle tante e frequenti visite a scolaresche e tifosi (ieri abbiamo avuto un esempio).

“L’Italian Sport Awards – prosegue la presentazione – si pone a livello sportivo-sociale grazie alla sensibilità delle Istituzioni, Associazioni, Enti, Privati ect…, ma anche e soprattutto la mission che la manifestazione ha saputo fare propria […] sia nei comportamenti che in termini di raccolta fondi. Per quest’anno l’intenzione era di dare una vetrina per le tante iniziative di Suor Paola, la tifosa laziale, presente anche nella lista dei premiati. Per motivi personali, la signora non è potuta intervenire alla serata.

L’ideatore dell’evento è Donato Alfani, editore, giornalista e creatore di eventi che nel 2012 fu al centro di alcune controversie, risoltesi poi in un nulla di fatto. La manifestazione Italian Sport Awards è già alla settima edizione: “Un bel risultato – ha dichiarato Alfani – ma questo resta un punto di partenza: con tanto impegno e motivazione sono già proiettato alla prossima edizione per continuare il processo di crescita di questo progetto”. A seguire l’elenco dei premiati per la Lega Pro (2016-17).

  • Miglior Portiere: Francesco Forte (Maceratese/Rende)
  • Miglior Difensore: Ramzi Aya (Fidelis Andria/Catania)
  • Miglior Centrocampista: Antonio Vacca (Foggia)
  • Miglior Attaccante: Fabio Mazzeo (Foggia)
  • Miglior Calciatore: Riccardo Bocalon (Alessandria/Salernitana)
  • Miglior Goal: Davide Moscardelli (Arezzo)
  • Miglior Bomber: Leonardo Mancuso (Sambenedettese/Pescara)
  • Miglior Procuratore: Claudio Parlato
  • Miglior Allenatore: Filippo Inzaghi (Venezia)
  • Miglior Presidente: Franco Fedeli (Sambenedettese)
  • Miglior Direttore Sportivo: Pasquale Logiudice (Juve Stabia)
  • Miglior Dirigente Sportivo: Giuseppe Di Bari (Foggia)
  • Miglior Addetto Stampa: Lorenzo Ansaldi (Paganese)
  • Miglior Squadra Lega Pro: Parma
  • Miglior Giocatore Rivelazione: Ivan Varone (Unicusano Fondi/Ternana)
  • Miglior Calciatore Esordiente: Alessandro Mastalli (Juve Stabia)
  • Miglior terna della Lega Pro: Antonio Giua – Assistenti: Lorenzo Abagnara, Davide Imperiale
No comments

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.