Speciale Sambamercato: Agosto ’18

Sambamercato Agosto

Introduzione

Trattative, acquisti, voci e cessioni: Speciale Sambamercato, tutto ciò che c’è da sapere sul mercato della Sambenedettese e il resto della Serie C 


Come ogni anno torna l’estate, e con lei la prepotente sciarada di voci, trattative, nomi, sogni e mister x. Lontano dal campo, le squadra giocano la loro personalissima sfida estiva a ritmo di acquisti, cessioni, rinnovi e bocciature. L’estate è la stagione delle promesse: ai giocatori, ai tifosi e anche a se stessi; società e tecnici provano a costruire la loro particolare alchimia per reclamare il proprio posto nel novero delle “favorite”, agognata benedizione che si trasforma spesso in anatema. Chi ci riuscirà, e in che modo? Per seguire ogni cosa al meglio, ci siamo noi: vi basta tenere aperta questa pagina: al resto ci pensiamo noi.

Venerdì 17 agosto

Pordenone, altri due giovani in Serie A

Dopo l’ottima stagione del suo settore giovanile il Pordenone ha ricevuto offerte da mezza Serie A. Le ultime partenze sono quelle di Alessandro Peressutti e Luis Marinello. Il difensore classe 2000, ex capitano della Berretti, passa al Cagliari a titolo definitivo.

L’attaccante classe 2003 – 24 reti con l’Under 15, e finali di categoria con l’Under 16 – passa invece alla Fiorentina, che ha superato una lunga schiera di pretendenti. Con Peressutti e Marinello sono 10 i salti in A dei giovani ramarri, dopo quelli di Giulio Doratiotto (Juventus), Nicolò Biral (Atalanta), Matteo Borsoi, Joseph Abdalla (Spal), Federico Secli, Nemanja Ristic, Gabriele Talon (Bologna), Aldo Banse (Torino) e Alessandro Peressutti (Cagliari). La linea (nero) verde continua.

Giovedì 16 agosto

Daniele Dalla Bona resta in Serie C

Nell’ultima stagione è stato il faro del Santarcangelo, il leader capace di portare a termine la strepitosa cavalcato verso la salvezza. Daniele Dalla Bona è reduce da un’ottima stagione a livello personale, tuttavia il suo campionato si è concluso con l’incredibile retrocessione del Santarcangelo. I romagnoli hanno dovuto affrontare i playout contro il Vicenza a causa della squalifica ricevuta per il pagamento in ritardo delle ritenute IRPEF.

La squalifica aveva scatenato l’ira del capitano dei romagnoli, che in una lettera dai toni molto forti si è scagliato contro la Serie C. Smaltita la rabbia, per il centrocampista classe 1983 può aprirsi un nuovo capitolo della sua carriera: a scommettere su di lui è la Giana Erminio, società del piccolo comune di Gorgonzola che negli ultimi anni ha ben figurato nel girone A.

Giacomo Bindi, un ex rossoblu al Pordenone

Dopo una ricerca durata diverse settimane, il Pordenone ha finalmente trovato il portiere titolare. Si tratta di Giacomo Bindi, classe ’87 che lascia il Padova per firmare un contratto con i ramarri fino al 2020. Bindi ha indossato la maglia della Sambenedettese nella stagione 2007-2008 e nell’ultimo trienno è reduce dalle due promozioni in B con Padova e Pisa.

Mercoledì 15 agosto

Samb, quasi tutto fatto per Laevens?

Continua il lavoro burocratico per poter ratificare il contratto con Thibau Laevens. Il belga si è aggregato alla Sambenedettese sin dai primi giorni di ritiro, ma la società – già convinta dopo il gol all’esordio con il Cascia – ha avuto qualche intoppo nella redazione della carte necessarie. Le foto di Laevens su Instagram fanno intuire come l’ufficialità sia ormai vicina.

New chapter. Can't wait, hungry for more. Doin' it to see the fam smile.

A post shared by Thibau Laevens (@thibau_laevens) on

Lunedì 13 agosto

E alla fine Miceli resta: rinnovo fino al 2021

Si chiude cop lieto fine la lunga telenovela per il contratto di Miceli. Il presidente Fedeli ha parlato con procuratore e giocatore, dando il lasciapassare all’operazione.

Sabato 11 agosto

Colpo Ravenna: Nocciolini!

“L’arrivo di Manuel Nocciolini in giallorosso racchiude in se un’eccitazione contagiosa e un messaggio: la società vuole continuare a crescere e migliorarsi senza porsi limiti”

Con queste parole il Ravenna ha ufficializzato l’arrivo di Manuel Nocciolini, il grande colpo dell’estate giallorossa. Una trattativa lunghissima: i primi contatti col Parma sono nati durante l’operazione Galuppini, arrivato in prestito. L’attaccante classe ’89 (25 gol in un anno al Forlì, una promozione a Parma e 9 presenze in Serie B) arriva al Ravenna a titolo definitivo.

“È un regalo che volevamo fare a tutta la città – ha detto il presidente Brunelli – crediamo che il nostro pubblico lo meriti. Non abbiamo mai promesso nulla invano, ma la campagna acquisti che abbiamo concluso è prestigiosa e dimostra la seria intenzione di fare meglio dello scorso anno”.

Il Novara fa sul serio: arriva Cattaneo

Nonostante la ridda di ricorsi e controricorsi il Novara non ha ancora rinunciato alla speranza di tornare in Serie B, anche se sembra destinata a ripartire dalla terza serie. Per non sbagliare la squadra piemontese ha preparato un mercato di altissimo livello.

L’ultimo arrivo e quello di Luca Cattaneo, che ha chiuso la scorsa annata alla Reggiana. Un grande acquisto per gli azzurri, una grande possibilità per Cattaneo, che proverà a riprendersi la Serie B.

Samb, tutto fatto per il rinnovo di Miceli. Anzi, no.

Dopo le tante difficoltà per il rinnovo – non senza scontri – sembrava tornata la pace tra Miceli e la famiglia Fedeli. Tutto è iniziato alla fine della scorsa stagione, quando il difensore rossoblu – legato per un altro anno, e richiesto da altre società – ha cercato un rinnovo con adeguamento, o in alternativa la cessione. Una richiesta che ha trovato il muro della società, non intenzionata ad accogliere le richieste del giocatore né a cederlo senza conguaglio.

Dopo l’esclusione nella Coppa Italia con lo Spezia le posizioni si sono inasprite: da una parte la Samb si appellava a presunte distrazioni, dall’altra il procuratore ribadiva la professionalità del suo assistito, lamentando un certo vittimismo dei rossoblu.

Nel momento più duro della trattativa, è stata fondamentale la volontà del giocatore. Dopo l’incontro con il procuratore Tateo le parti si sono riavvicinate, con l’accordo un rinnovo fino al 2021.

Mentre si aspettava solo l’ufficialità, e arrivato l’intervento del presidente Franco Fedeli, che ha bloccato tutto. L’ha fatto tramite il Corriere Adriatico: “Miceli è sotto contratto con la Samb fino al 2019, se poi deve andare via chi lo vuole ci dia dei soldi o un giovane interessante”. Tutto fermo, quindi. Come finirà?

 Venerdi 10 agosto

Super scambio tra Alessandria e Pisa

Dopo una lunghissima trattativa, Pisa e Alessandria hanno raggiunto l’accordo per lo scambio di Dario Maltese Michele Marconi. In un colpo solo le due squadre sono riuscite a loberarsi di due giocatori “pesanti” ma fuori dal progetto tecnico, riuscendo a rinforzare la squadra dove serviva. Mister D’Agostino accoglie a braccia aperte Maltese, regista elegante e felpato che ricorda le qualità tecniche del suo nuovo allenatore. Dall’altra parte, il Pisa trova un giocatore importante per completare il reparto avanzato, già rinforzato da un certo Davide Moscardelli. Si preannuncia una coppia coi fiocchi.

Samb, niente da fare per Daniele Ferretti

Con l’arrivo di Giuseppe Magi, Daniele Ferretti era stato accostato con insistenza al mercato della Sambenedettese. Dopo una stagione sofferta – complice un infortunio – l’ex Gubbio sembrava potersi rilanciare alla nuova corte del suo ex allenatore, con cui ha giocato due ottime annate, mostrandosi utile un po’ in tutti i ruoli dell’attacco.

Nonostante la difficile stagione di esordio, in Sicilia il giocatore ha ancora la piena fiducia del tecnico e del club. E così, dopo le voci di cessione, è arrivato il rinnovo: Ferretti si lega al Trapani fino al 2020, con l’ambizione di recuperare presto il tempo perduto.

Ternana, è ufficiale il colpaccio Frediani

Mentre la battaglia in tribunale per la riammissione in B si fa bollente, la Ternana non resta con le mani in mano e si regala un colpo importante per la C, che può tornare utilissimo anche in caso di cadetteria. Si tratta di Marco Frediani, attaccante esterno classe 1994 cercato da diverse squadre di terza divisione.

Dopo una stagione eccellente all’Ancona, Frediani ha faticato a trovare spazio in Serie B con la maglia del Parma: mister D’Aversa gli ha concesso appena 78 minuti divisi in 4 presenze, nelle quali è riuscito comunque a mettere a segno un assist. Cresciuto nelle giovanili della Roma, Frediani è un’ala veloce che eccelle nel dribbling ma sa far male anche in zona gol (ben 9 tra campionato e Coppa con l’Ancona). Il suo arrivo permette a mister De Canio di aggiungere soluzioni a un reparto avanzato che può contare già un top player come Daniele Vantaggiato.

Giovedì 9 agosto

Che tris per la Pro Vercelli!

Nonostante l’estate d’incertezza che sta vivendo – con un occhio che sogna la B e l’altro che deve fare i conti con le sabbie mobili della C – la Pro Vercelli ha messo a segno un tris di colpi di grande livello. Giungono in Piemonte il difensore Luca Tedeschi e i centrocampisti Eros Schiavon e Antonio Grillo.

Luca Tedeschi è un forte difensore centrale che, nella scorsa estate, era diventato l’obiettivo di mezza Serie C grazie al fantastico triennio con la maglia del Cosenza. A spuntarla, alla fine, fu il Catania di mister Lucarelli: anche alle pendici dell’Etna Tedeschi ha mantenuto la maglia da titolare, mettendo insieme 32 presenze e 2 gol tra campionato, coppa e playoff ma non ha potuto coronare il sogno della promozione in B a causa dell’eliminazione in semifinale contro il Siena. A Vercelli avrà la possibilità di lottare nuovamente per la vittoria del campionato o, in caso di clamorosi ribaltoni da tribunale, di compiere l’agognato salto in cadetteria.

Il colpo grosso a centrocampo è quello di Eros Schiavon, che ha vissuto la splendida cavalcata della Spal dalla C alla massima serie dopo diverse stagioni da protagonista in B con Portogruaro, Cittadella e Avellino. A 35 Schiavon non ha più l’esplosività fisica di un tempo, ma compensa con tecnica, esperienza e  senso della posizione che hanno poco a che vedere con la terza divisione. Insieme a lui arriverà Antonio Grillo, mediano reduce da stagioni sfortunate con Paganese e Salernitana e voglioso di riscatto.

Albinoleffe: lascia Scrosta, rinnova Gusu

È un’estate di grandi cambiamenti per la difesa dell’Albinoleffe. Mister Massimiliano Alvini ha basato le fortune dei bergamaschi sull’affiatamento del reparto arretrato, ma in questa stagione la linea a 3 sarà quasi totalmente rivoluzionata. Dopo l’addio di Zaffagnini, arrivato alla Sambenedettese, saluta anche il centrale Edoardo Scrosta che si accasa a titolo definitivo alla Fermana. Al suo secondo anno a Bergamo, Scrosta non è riuscito a mantenere la maglia da titolare mettendo insieme solo 17 presenze. Per lui, ora, la chance di tornare al centro del progetto tecnico con la Fermana.

Rimarrà agli ordini di Alvini, però, un elemento che si è messo in mostra nella passata stagione. Si tratta di Mihai Gusu, centrale rumeno classe 1996 che ha collezionato 27 presenze condite da 3 gol. Centrale veloce e dai piedi buoni: dal suo talento ripartirà il 3-5-2 che è ormai il marchio di fabbrica dell’Albinoleffe.

Mercoledì 8 agosto

Scambio Stanco-Lulli? Lamazza: “Per noi è tutto pronto”

Nel Corriere Adriatico di oggi il direttore sportivo Lamazza ha confermato uno scambio che fino a pochi giorni fa avrebbe avuto del clamoroso: Stanco al Pordenone, e Lulli a San Benedetto. Quella del centrocampista e della Sambenedettese è una storia che si trascina da tempo: sin dal giorno della sua partenza, un anno fa, si è parlato insistenemente di un suo ritorno in rossoblu, nonostante le continue smentite da parte della società.

Problemi comportamentali (e contrattuali) ne avevano frenato il ritorno a gennaio – quando il giocatore ha lasciato Pordenone – e a fine giugno, quando è arrivato un primo colloquio tra le parti. La società si e sempre detta poco felice dei cavalli di ritorno, ma stavolta – con la prospettiva di risolvere anche la grana Stanco – i piani potrebbero cambiare. La conferma di Lamazza è praticamente un’uffficialità.

No comments

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.