Speciale Sambamercato: Agosto ’18

Sambamercato Agosto

Trattative, acquisti, voci e cessioni: Speciale Sambamercato, tutto ciò che c’è da sapere sul mercato della Sambenedettese e il resto della Serie C 


Come ogni anno torna l’estate, e con lei la prepotente sciarada di voci, trattative, nomi, sogni e mister x. Lontano dal campo, le squadra giocano la loro personalissima sfida estiva a ritmo di acquisti, cessioni, rinnovi e bocciature. L’estate è la stagione delle promesse: ai giocatori, ai tifosi e anche a se stessi; società e tecnici provano a costruire la loro particolare alchimia per reclamare il proprio posto nel novero delle “favorite”, agognata benedizione che si trasforma spesso in anatema. Chi ci riuscirà, e in che modo? Per seguire ogni cosa al meglio, ci siamo noi: vi basta tenere aperta questa pagina: al resto ci pensiamo noi.

The final countdown (stavolta davvero)

Colpaccio Teramo: arriva Proietti

Sfruttando l’ormai collaudata sinergia con il Pescara, il Teramo ha messo a segno un importante colpo a centrocampo. Arriva in biancorosso Mattia Proietti, centrocampista classe 1992 che ha accettato un prestito secco fino al termine della stagione.

Grazie alle ottime prestazioni messe in campo con il Bassano, Proietti era riuscito a conquistarsi la B accettando la corte serrata del Pescara. In biancazzurro il centrocampista torinese non ha brillato: al Teramo avrà l’occasione di rifarsi insieme a un altro “scarto” di lusso, il terzino Christian Ventola.

Pisa, due svincolati e un grande arrivo in difesa

Ore frenetiche di lavoro per il Pisa, che in extremis è riuscito a rinforzare la difesa e, allo stesso tempo, liberarsi dei giocatori fuori dal progetto tecnico. Per il reparto arretrato il rinforzo è Alberto Masi, centrale cresciuto nelle giovanili della Juventus prima di intraprendere una lunga carriera in B con le maglie di Pro Vercelli, Ternana e Spezia. A soli 25 anni Masi può vantare un’esperienza da categoria superiore: il rinforzo ideale per un club che punta alla promozione in cadetteria.

In un colpo solo, la società toscana ha rescisso il contratto di due esuberi di lusso: il difensore classe 1994 Minel Sabotic e la punta Maikol Negro, arrivato con la responsabilità di riportare immediatamente la città della Torre pendente in B ma schiacciato dal peso delle aspettative. L’attaccante, nelle scorse ore, ha respinto le avances della Sicula Leonzio e ora avrà tutto il tempo a disposizione per sposare il progetto che riterrà più idoneo.

Pordenone, a centrocampo firma Damian

Dopo un’ottima stagione con la maglia della Robur Siena conclusa con la sconfitta nella finale playoff, Filippo Damian vuole riprovarci: il giovane centrocampista si trasferisce in prestito annuale al Pordenone. Un rinforzo di lusso per il 4-3-1-2 di Tesser, che ora può contare su una mezzala dinamica che unisce quantità e qualità.

La cessione di Damian, da parte del Siena, potrebbe essere un indizio sul futuro prossimo del club toscano: l’ipotesi del ripescaggio in Serie B si fa sempre più concreta?

La Triestina ha il suo bomber: Pablo Granoche

“El Diablo” Pablo Granoche alla fine ha preso la sua decisione: scenderà in Serie C per provare a vincere il campionato con la maglia della Triestina. Il marcatore straniero più prolifico della Serie B ha fatto fatica a lasciare lo Spezia, ma alla fine ha accettato la corte serrata della squadra con cui ha disputato due stagioni (ovviamente in cadetteria) tra il 2007 e il 2009, mettendo a segno 31 reti.

Per mister Pavanel si tratta della classica ciliegina sulla torta di un mercato roboante che non ha lasciato nulla al caso. E non è finita qui: da settimane si parla di un interesse degli alabardati per il fantasista Alessandro Cesarini, senza contratto dopo il fallimento della Reggiana. Il mercato degli svincolati non si fermerà oggi: i tifosi già fremono in attesa dell’ennesimo acquisto di spessore.

Si chiude il mercato: raffica di risoluzioni

Mentre si avvicina la fine ufficiale del mercato di Serie C, molte squadre sono al lavoro per liberarsi di ingaggi pesanti e di giocatori fuori dal progetto tecnico. Solo nella giornata di oggi sono decine le risoluzioni consensuali che permettono alla società di sfoltire la rosa e, allo stesso tempo, ai giocatori di poter scegliere con maggiore calma la futura destinazione.

Il Pordenone ha annunciato l’addio con il terzino mancino Nunzella, al centro di diverse trattative durante l’estate ma che ora sembra molto vicino a sposare il progetto del Rezzato, ambiziosa società che punta a vincere il campionato di D.Il Rimini – prossimo avversario della Samb in amichevole al “Riviera delle Palme”, saluta l’attaccante ghanese Eleoenai Tompte. Il Siena – in attesa di capire in quale categoria disputerà il prossimo campionato – ha deciso di privarsi di Samuele Neglia, protagonista nella splendida cavalcata dell’ultima stagione, e del veterano Michel Cruciani. Si muove in questa direzione anche il Catania, che dice addio all’esperto centrocampista Cristian Caccetta. Ben 3 risoluzioni, infine, per il Catanzaro di mister Auteri: ai saluti Onescu, Van Rasbeek e Pasqualoni.

[nextpage title=”Quarta settimana (21-30 agosto)”]

Giovedì 30 agosto

Lo strano caso di Simone Simeri

I tre mesi che hanno visto protagonista Simone Simeri possono essere definiti lo specchio dello stato di salute del calcio italiano. L’attaccante napoletano, esploso in D con la Folgore Caratese, è reduce da una buona stagione in prestito alla Juve Stabia, dove ha messo insieme 11 gol in 33 partite.

Il Novara, proprietario del cartellino, era intenzionato a rinnovargli il contratto ma ha dovuto temporeggiare a causa dell’incertezza in cui versano Serie B e C. Nei calcoli del club, Simeri avrebbe sicuramente fatto parte della rosa in caso di permanenza in terza divisione; in caso di ripescaggio in cadetteria, tuttavia, la soluzione ideale sarebbe stata la cessione in prestito per garantirgli un’altra stagione da titolare.

A fugare ogni dubbio ci ha pensato il Bari. La società acquistata da Aurelio De Laurentiis ripartirà dalla D dopo il fallimento economico e ha intenzione di costruire una squadra da categoria superiore per centrare immediatamente la promozione. I biancorossi si sono resi protagonisti di una corte serrata a Simeri, che a pochi giorni dalla fine del mercato ha deciso di rescindere con il Novara per sposare il nuovo progetto targato ADL.

Il Monopoli si assicura Gerardi

Non può definirsi del tutto ‘normale’ l’estate trascorsa da Federico Gerardi. L’attaccante ex Pordenone, ramarro doc, ha prima firmato il rinnovo di contratto con i neroverdi  – manifestando la volontà di riscattare l’ultima, deludente stagione – salvo poi rescindere il contratto perché non rientrava più nei programmi di mister Attilio Tesser.

La forte punta centrale, però, ci ha messo ben poco a trovare una nuova sistemazione. Su di lui si è gettato l’ambizioso Monopoli, che trova così il sostituto di Giuseppe Genchi finito al Potenza. In Puglia, Gerardi spera di trovare maggiore continuità da titolare e, magari, raggiungere quella doppia cifra di gol che non ha mai festeggiato in carriera.

Mercoledì 29 agosto

Colpaccio Ternana: arriva Nicastro

Un acquisto del genere sarebbe importantissimo per la B, per non parlare dell’impatto che avrebbe in Serie C: la Ternana non conosce ancora la categoria in cui disputerà il prossimo campionato, ma si è appena assicurata un attaccante di valore assoluto.

Si tratta di Francesco Nicastro, classe 1991 reduce da tre ottime stagioni. Dopo l’exploit in terza divisione con la Juve Stabia – 19 gol e 4 assist in due stagioni – si è saputo imporre in B con le maglie di Perugia e Foggia. Attaccante esterno a suo agio su entrambe le fasce, Nicastro sa giocare anche da riferimento centrale ma sa dare il meglio di sé nel saltare l’uomo e creare superiorità numerica. Arriva alla Ternana in prestito con diritto di riscatto per le Fere: un gran rinforzo per l’attacco di Mister De Canio.

Alessandro Marchi va alla Vis Pesaro

Pian piano la Vis Pesaro sta dimostrando di voler fare le cose in grande. Dopo l’arrivo di Tomei la squadra biancorossa ha chiuso per un altro giocatore di alto livello: Alessandro Marchi. Il centrocampista ex Livorno ha chiuso la seconda parte della scorsa stagione alla Sambenedettese, dove ha messo in fila delle prestazioni straordinarie meritandosi gli applausi di un pubblico e di una piazza molto esigente.

In estate il tira e molla con la società ha portato alla rottura, dovuta – pare – ad alcune condizioni economiche. Condizioni che non hanno spaventato la Vis, che si è fiondata sul giocatore – intenzionato a non allontanarsi troppo da casa. Il centrocampista nativo di Urbino ha firmato un contratto annuale, e si è già allenato coi nuovi compagni.

Martedì 28 agosto

Colpaccio Feralpisalò, arriva Scarsella

Dopo Pesce e Canini, la Feralpisalò si assicura un terzo elemento di grande valore dalla Cremonese per dare l’assalto alla Serie B: si tratta di Fabio Scarsella, centrocampista centrale classe 1989. Dopo aver brillato nell’anno della promozione con 6 gol e 2 assist, Scarsella ha trovato poco spazio in cadetteria, prima di finire in prestito per metà stagione al Trapani, dove mette a segno 4 gol in 15 presenze.

Sono contentissimo di poter iniziare questa nuova esperienza – sono le prime parole di Scarsella da leone del Garda – Ringrazio il Presidente Pasini e tutta la Società per aver creduto in me. Conosco bene la categoria: è stimolante e resta un campionato difficile e pieno di insidie. Cercherò di dare il mio contributo”.

Teramo, ha firmato Fiordaliso

Dopo il ritorno del figliol prodigo Christian Ventola, il Teramo mette a segno un altro, importante colpo in difesa: si tratta di Alessandro Fiordaliso, jolly difensivo cresciuto nelle giovanili del Torino e inserito ne “La Giovane Italia”, un almanacco dei migliori prospetti italiani. Discrete qualità fisiche, buona capacità nel gioco aereo, abile nei calci piazzati: l’identikit di Fiordaliso è quello del terzino moderno, capace di giocare a tutto fascia sia a destra che a sinistra.

Il suo arrivo, combinato con il ritorno di Ventola, può aprire a due soluzioni per mister Zichella: spostare Fiordaliso a sinistra e formare una coppia di terzini d’alto livello, oppure avanzare Ventola a centrocampo come già sperimentato da Bepi Pillon nel corso del precampionato.

Lunedì 27 agosto

Vicenza, torna il difensore Mantovani

Mister Colella aveva chiesto alla società un ulteriore sforzo sul mercato per rinforzare il pacchetto difensivo, ed è stato accontentato. Nella giornata di oggi il Vicenza ha annunciato l’ingaggio di Andrea Mantovani, esperto difensore centrale che torna a vestire il biancorosso dopo aver lasciato il “Menti” nella stagione 2015-16 in favore del Novara. L’arrivo del centrale classe 1984 rappresenta la classica ciliegina sulla torta del mercato del club di Renzo Rosso: Colella ora può contare su una rosa profonda, esperta, e dotata di buoni prospetti.

Un rinforzo under per la Ternana

In attesa di scoprire in quale categoria disputerà il prossimo campionato, la Ternana è al lavoro per regalare a mister De Canio una rosa profonda e qualitativamente pronta – in caso di esito negativo del ricorso – a lottare per la vittoria del campionato di C.

Gli umbri hanno ufficializzato l’arrivo in attacco di Karlo Butic, classe 1998 che arriva in prestito dalla Primavera del Torino. Le Fere, però, coltivano sogni importanti per il reparto avanzato: si fanno i nomi di Cosimo Chiricò e Francesco Nicastro. Entrambi attaccanti esterni, entrambi ai margini dei rispettivi club – Lecce e Foggia – andrebbero ad alzare il livello qualitativo dell’attacco rossoverde.

Sabato 25 agosto

Teramo, doppia uscita e un gradito ritorno

Come già annunciato dal direttore sportivo Sandro Federico, il Teramo Calcio è al lavoro per sfoltire la rosa dagli esuberi della scorsa stagione. Uno degli elementi nella lista dei cedibili ha già trovato sistemazione: Giacomo Tulli lascia l’Abruzzo per intraprendere una nuova esperienza al Trapani. L’esterno d’attacco ex Samb non è riuscito a ripetere con i diavoli biancorossi le ottime stagioni vissute con la maglia del Sudtirol. Insieme a lui, lascia il Teramo anche Andrea Mancini: il giovane classe 1996 si trasferisce nel girone D, dove vestirà la maglia del Pineto.

La notizia più gradita, però, è quella del ritorno di Christian Ventola. Il terzino destro è esploso al Teramo dopo aver ben figurato con la Maceratese, tanto da meritarsi la chiamata in B del Pescara. Agli ordini di Pillon, Ventola ha svolto il precampionato nel nuovo ruolo di mezzala a centrocampo, prima di ricevere la comunicazione di non far parte dei piani tattici dell’allenatore. Per il classe 1997 la scelta naturale è stata quella di tornare nella “sua” Teramo: un rinforzo di grande spessore per mister Zichella.

Venerdì 24 agosto

Lulli al Fano, Germinale al Pordenone

Dopo l’interruzione della trattativa per Stanco (con Lulli in Riviera) il Pordenone non ha dovuto andare lontano, per chiudere un’altra trattativa. Grazie a una trattativa lampo (complice lo zampino di Sebastiani, presidente del Pescara) i ramarri scambiano il partente Lulli per un altro attaccante di livello, Domenico Germinale. L’ex attaccante fanese va a sostituire Gerardi, svincolatosi nel pomeriggio.

Il mercato proseguirà fino al 31 agosto

“Il Commissario Straordinario della FIGC Roberto Fabbricini, preso atto delle esigenze rappresentate dalla Lega Italiana Calcio Professionistico e dall’Associazione Italiana Calciatori in ordine alla proroga dei termini di tesseramento per le società di Serie C; ritenuto di condividere le istanze presentate dalle suddette componenti, delibera: alle società di Serie C è concesso il termine fino al 31 agosto 2018, ore 20:00, per l’effettuazione di acquisti e cessioni di calciatori non provenienti da federazione estera”.

Con questo comunicato stampa, la Figc ha annunciato la proroga del mercato della Serie C fino al 31 agosto. Un atto dovuto, in virtù del gran caos che sta avvolgendo il calcio italiano e il clima d’incertezza che aleggia tra Serie B, C e D. In queste ore sono tantissime le squadre che attendono novità dal CONI per sviluppare gli ultimi colpi: Novara, Catania, Pro Vercelli, Entella e Siena vogliono capire in quale categoria giocheranno prima di acquistare nuovi giocatori; allo stesso tempo, le altre società restano vigili per mettere le mani su esuberi di lusso. Per la gioia dei giornali online e degli spacciatori di “esclusive”, il gran circo mediatico del mercato proseguirà per una settimana.

Caio De Cenco firma con il Sudtirol

Negli ultimi anni il Sudtirol si è dimostrato la società ideale per valorizzare al massimo il talento dei calciatori: serietà, programmazione, niente voli pindarici e zero pressione del pubblico. In questo senso, è comprensibile la decisione di Caio De Cenco di sposare il progetto tirolese: l’attaccante brasiliano da anni è alla ricerca della piazza giusta per mettere in mostra il suo talento e, soprattutto, trovare continuità da titolare.

Nelle precedenti stagioni, De Cenco ha dovuto affrontare diversi guai fisici e non è mai riuscito a giocare un campionato intero. Emblematico il caso della stagione 2015/2016 quando, con la maglia del Pordenone, è stato in grado di mettere insieme 8 gol e 3 assist in appena 15 partite. Tanto talento, tanta sfortuna e fragilità fisica.

De Cenco è una punta forte fisicamente che ama lavorare per la squadra e partecipare alla manovra. Nel 3-5-2 di Mister Zanetti può essere una risorsa importante per attirare a sé i difensori e aprire spazi per il goleador Costantino. Dopo una stagione negativa alla Pistoiese, il brasiliano arriva in prestito dal Padova con diritto di riscatto: un’altra chance per mettersi alle spalle le delusioni e tornare a brillare.

Giovedì 23 agosto

Samb, arriva Signori. Mercato chiuso?

Per completare la rosa da mettere a disposizione di mister Magi, la Samb ha deciso di gettarsi nel mercato degli esuberi della Serie B. Il club rossoblu si è assicurato Francesco Signori, esperto centrocampista che da 9 anni gioca in Cadetteria, ma quest’anno è stato messo fuori rosa dal Venezia.

Il mediano nativo di Milano è un rinforzo importante nella zona di campo che maggiormente interessava a Magi, che a più riprese aveva fatto intendere di volere un elemento di esperienza davanti la difesa. Francesco Signori è un centrocampista di corsa e quantità che in carriera ha dimostrato di avere anche ottime doti d’inserimento in area.

Il Presidente Franco Fedeli ha annunciato alla stampa l’imminente ufficialità dell’affare, aggiungendo che con Signori il mercato è chiuso. Il mercato estivo, la cui fine era inizialmente prevista per il 25 agosto, sarà prorogato fino al 31: le operazioni in casa rossoblu sono ufficialmente concluse o c’è spazio per qualche altro movimento?

[nextpage title=”Terza settimana: 14-21 agosto”]

Martedi 21 agosto

Djibril Cissé, super acquisto per il Vicenza che non c’è

Nonostante i 37 anni, Djibril Cissé continua a fare stropicciare gli occhi dei tifosi che hanno abbastanza gusto per ammirarne il passo felpato. Dopo una grande stagione al Yverdon, terza serie svizzera (29 partite, 24 gol), l’attaccante francese è tornato a cercare fortuna in Italia, accettando l’ambizioso progetto del Vicenza. No, non il Vicenza di Rosso (che è già a posto, con Arma) ma l’Ac Vicenza 1902, fondato poche settimane fa da due francesi: Brice Desjardins e Christian Payan.

I due presidenti hanno dichiarato di voler acquistare il titolo sportivo del Vicenza, con tutti i debiti annessi, per ripartire dalla Serie C. Il problema è che al momento la squadra non ha neanche l’affiliazione alla Serie C, e – anche in caso di accettazione – sarebbe costretta a ripartire dalla terza categoria.

Nonostante tutto, la strampalata impresa dei francesi (e dei loro 20 giocatori in organico, tutti francesi) prosegue. Su Facebook hanno creato una pagina chiamata “Risorgiamo“, che vanta una squadra in posa sulla foto di copertina, con un logo che rimanda a quello storico.

Intanto Cissé è arrivato, accolto con grande entusiasmo da un pollice davanti alla telecamera di chi ne ha documentato l’arrivo in aereoporto.

https://twitter.com/payanofficiel/status/1031633403731431424?s=19

Da notare l’enorme (e disperata) mole di tag, nella speranza che l’acquisto acquisisse risonanza: ha funzionato.

Nella pagina FB c’è anche la “presentazione” del giocatore, che sfoggia una maglia Puma biancorossa con l’aggiunta posticcia del nome e del numero 9 (in un blu sgranatissimo). Alle spalle del giocatore e dei due presidenti (non sono cartonati) c’è una parete di sponsor aggiunti al computer. Tanto per confermare l’impressione di una squadra creata a PC Calcio ’98.

Un campione d’Italia Primavera per il Vicenza (quello vero)

Dopo aver messo a segno il colpaccio Arma, il Vicenza di Renzo Rosso – sì, da oggi bisognerà anche distinguere, leggere sopra per credere – ha puntellato l’attacco con l’arrivo di un giovane promettente. Si tratta di Matteo Rover, attaccante esterno scuola Inter. Negli ultimi due anni il classe ’99 ha giocato con la primavera nerazzurra, vincendo due scudetti, una Supercoppa e un Torneo Viareggio.

Sulla carta, Rover partirà come riserva della super-coppia formata da Stefano Giacomelli e Alessio Curcio, ma il campionato è lungo e il talento nerazzurro avrà le sue chance per mettersi in mostra.

Lunedì 20 agosto

Nicola Luche lascia la Feralpisalò

Impossibile negarlo: Nicola Luche è una grande perdita per la terza divisione italiana. Il talento della Feralpisalò sapeva conquistare la simpatia dei tifosi con le sue giocate mai banali e con quel corpo così piccolo eppure capace di contenere tonnellate di fantasia e visione di gioco.

In questa Feralpisalò, però, non c’è spazio per un talento così cristallino ma così fragile: dopo 3 stagioni la seconda punta classe ’98 lascerà la provincia di Brescia per sposare un progetto altrettanto ambizioso, quello della Reggio Audace. La squadra di Reggio Emilia ripartirà dalla D dopo il fallimento della gestione Piazza e ha voluto infiammare la piazza con un colpo da novanta: Nicola Luche è pronto a strappare applausi al popolo granata.

Il Rimini ha il nuovo trequartista

Per tutta l’estate il Rimini Calcio non ha mai nascosto quali erano gli obiettivi in sede di mercato: creare una squadra solida, forte fisicamente e in grado di mettere in difficoltà qualsiasi avversaria. Mister Righetti ha confermato la necessità di raggiungere la salvezza attraverso il sacrificio e l’attenzione tattica, ma da oggi può contare su un giocatore che alza notevolmente il livello tecnico della rosa.

Si tratta di Roberto Candido, trequartista classe 1993 reduce dalla vittoria del campionato con il Padova. Nel 4-3-1-2 di Bisoli, Candido è stato spesso impiegato dietro le punte, ma è in grado di destreggiarsi anche come mezz’ala offensiva, seconda punta o attaccante esterno. A prescindere dal ruolo, sarà una gioia per gli occhi dei tifosi.

Fano, per la porta arriva Sarr

Dopo l’ottima operazione Thiam (18 partite e 9 cleen sheet in mezza stagione, che gli sono valse la promozione a terzo portiere della SPAL) il Fano ci prova con un altro giovanissimo: Mouhoumadou Sarr. Il classe ’97 di proprietà del Bologna viene da due stagioni con Prato e Carrarese, e proverà a giocarsi le sue carte per difendere porta granata.

View this post on Instagram

Fano, 20 agosto – La società Alma Juventus Fano 1906 comunica di aver acquisito a titolo temporaneo i diritti alle prestazioni sportive dalla Carrarese Calcio via Bologna FC 1909 del giocatore Mouhamadou Sarr. . Sarr è un portiere classe ’97 originario del Senegal. Cresciuto nelle giovanili del Bologna FC 1909 è poi passato all’A.C. Prato dove ha fatto il suo debutto in serie C. Questa stagione l’ha iniziata indossando la maglia della Carrarese con cui è sceso in campo nello sfortunato match di Coppa Italia contro l’Imolese. . “ Ho già iniziato a lavorare e sono molto carico per questa nuova esperienza – esordisce Sarr – mi sono subito trovato molto bene con il gruppo, soprattutto con i miei compagni più giovani ma anche i più ‘grandi’ si sono dimostrati molto disponibili verso di me e questo è molto importante per la mia crescita. Cercherò di dare il massimo per questa squadra e inoltre mi impegnerò a fondo per migliorarmi e crescere giorno dopo giorno”. . #AJF1906 #granata #nuoviarrivi #seriec #newplayer #newseason #almachiama #forzalma #sarr

A post shared by Alma Juventus Fano (@almajuventusfano) on

Il Sudtirol non si ferma: arriva Procopio

Continua il “transfermarkt” del Sudtirol, che prova a rinforzare la squadra per ritentare la salita in Serie B. La squadra di Zanetti ha appena chiuso per il prestito del classe ’96 Matteo Procopio, in prestito dal Torino. Dopo una lunga (e ottima) militanza nelle giovanili granata (con cui ha giocato Campionato, Coppa, Viareggio e Youtu League) il terzino mancino ha passato da due stagioni in prestito alla Cremonese: solo 16 presenze, ma una promozione in B con successiva salvezza. Il 22enne si si giocherà il posto sulla fascia con Fabbri, arrivato a luglio dopo lo svincolo dal Mestre.

Sabato 18 agosto

Vicenza, ufficiale l’arrivo di Arma

Non si può etichettare come il tipico colpo di mercato utile ad accendere l’entusiasmo della piazza solo perché il clima, in quel di Vicenza, è già rovente: la società biancorossa ha annunciato l’acquisto di Rachid Arma, che lascia la Triestina per firmare un contratto biennale con il club di Renzo Rosso.

Per chi segue la Serie C, un attaccante come Rachid Arma non ha bisogno di presentazioni. Un giocatore tanto elegante quanto letale, capace di alternare colpi di tacco e spallate senza perdere un briciolo di utilità. Dopo aver mantenuto l’incredibile media di un gol ogni due partite con il Pordenone di Tedino, la scorsa estate Arma ha accettato l’ambizioso progetto della Triestina, che ha messo il marocchino al centro dell’attacco. Il feeling con la piazza alabardata, però, non è mai scattato. Il ritorno al Vicenza, dove aveva già giocato in B nella stagione 2010/11, regala una grande opportunità per il riscatto. Il tridente con Giacomelli e Curcio promette scintille.

https://twitter.com/LRVicenza/status/1030722955549048834?s=19

 

Venerdì 17 agosto

Pordenone, altri due giovani in Serie A

Dopo l’ottima stagione del suo settore giovanile il Pordenone ha ricevuto offerte da mezza Serie A. Le ultime partenze sono quelle di Alessandro Peressutti e Luis Marinello. Il difensore classe 2000, ex capitano della Berretti, passa al Cagliari a titolo definitivo.

L’attaccante classe 2003 – 24 reti con l’Under 15, e finali di categoria con l’Under 16 – passa invece alla Fiorentina, che ha superato una lunga schiera di pretendenti. Con Peressutti e Marinello sono 10 i salti in A dei giovani ramarri, dopo quelli di Giulio Doratiotto (Juventus), Nicolò Biral (Atalanta), Matteo Borsoi, Joseph Abdalla (Spal), Federico Secli, Nemanja Ristic, Gabriele Talon (Bologna), Aldo Banse (Torino) e Alessandro Peressutti (Cagliari). La linea (nero) verde continua.

Giovedì 16 agosto

Daniele Dalla Bona resta in Serie C

Nell’ultima stagione è stato il faro del Santarcangelo, il leader capace di portare a termine la strepitosa cavalcato verso la salvezza. Daniele Dalla Bona è reduce da un’ottima stagione a livello personale, tuttavia il suo campionato si è concluso con l’incredibile retrocessione del Santarcangelo. I romagnoli hanno dovuto affrontare i playout contro il Vicenza a causa della squalifica ricevuta per il pagamento in ritardo delle ritenute IRPEF.

La squalifica aveva scatenato l’ira del capitano dei romagnoli, che in una lettera dai toni molto forti si è scagliato contro la Serie C. Smaltita la rabbia, per il centrocampista classe 1983 può aprirsi un nuovo capitolo della sua carriera: a scommettere su di lui è la Giana Erminio, società del piccolo comune di Gorgonzola che negli ultimi anni ha ben figurato nel girone A.

Giacomo Bindi, un ex rossoblu al Pordenone

Dopo una ricerca durata diverse settimane, il Pordenone ha finalmente trovato il portiere titolare. Si tratta di Giacomo Bindi, classe ’87 che lascia il Padova per firmare un contratto con i ramarri fino al 2020. Bindi ha indossato la maglia della Sambenedettese nella stagione 2007-2008 e nell’ultimo trienno è reduce dalle due promozioni in B con Padova e Pisa.

Mercoledì 15 agosto

Samb, quasi tutto fatto per Laevens?

Continua il lavoro burocratico per poter ratificare il contratto con Thibau Laevens. Il belga si è aggregato alla Sambenedettese sin dai primi giorni di ritiro, ma la società – già convinta dopo il gol all’esordio con il Cascia – ha avuto qualche intoppo nella redazione della carte necessarie. Le foto di Laevens su Instagram fanno intuire come l’ufficialità sia ormai vicina.

[nextpage title=”Seconda settimana: 7-14 agosto”]

Lunedì 13 agosto

E alla fine Miceli resta: rinnovo fino al 2021

Si chiude cop lieto fine la lunga telenovela per il contratto di Miceli. Il presidente Fedeli ha parlato con procuratore e giocatore, dando il lasciapassare all’operazione.

Sabato 11 agosto

Colpo Ravenna: Nocciolini!

“L’arrivo di Manuel Nocciolini in giallorosso racchiude in se un’eccitazione contagiosa e un messaggio: la società vuole continuare a crescere e migliorarsi senza porsi limiti”

Con queste parole il Ravenna ha ufficializzato l’arrivo di Manuel Nocciolini, il grande colpo dell’estate giallorossa. Una trattativa lunghissima: i primi contatti col Parma sono nati durante l’operazione Galuppini, arrivato in prestito. L’attaccante classe ’89 (25 gol in un anno al Forlì, una promozione a Parma e 9 presenze in Serie B) arriva al Ravenna a titolo definitivo.

“È un regalo che volevamo fare a tutta la città – ha detto il presidente Brunelli – crediamo che il nostro pubblico lo meriti. Non abbiamo mai promesso nulla invano, ma la campagna acquisti che abbiamo concluso è prestigiosa e dimostra la seria intenzione di fare meglio dello scorso anno”.

Il Novara fa sul serio: arriva Cattaneo

Nonostante la ridda di ricorsi e controricorsi il Novara non ha ancora rinunciato alla speranza di tornare in Serie B, anche se sembra destinata a ripartire dalla terza serie. Per non sbagliare la squadra piemontese ha preparato un mercato di altissimo livello.

L’ultimo arrivo e quello di Luca Cattaneo, che ha chiuso la scorsa annata alla Reggiana. Un grande acquisto per gli azzurri, una grande possibilità per Cattaneo, che proverà a riprendersi la Serie B.

Samb, tutto fatto per il rinnovo di Miceli. Anzi, no.

Dopo le tante difficoltà per il rinnovo – non senza scontri – sembrava tornata la pace tra Miceli e la famiglia Fedeli. Tutto è iniziato alla fine della scorsa stagione, quando il difensore rossoblu – legato per un altro anno, e richiesto da altre società – ha cercato un rinnovo con adeguamento, o in alternativa la cessione. Una richiesta che ha trovato il muro della società, non intenzionata ad accogliere le richieste del giocatore né a cederlo senza conguaglio.

Dopo l’esclusione nella Coppa Italia con lo Spezia le posizioni si sono inasprite: da una parte la Samb si appellava a presunte distrazioni, dall’altra il procuratore ribadiva la professionalità del suo assistito, lamentando un certo vittimismo dei rossoblu.

Nel momento più duro della trattativa, è stata fondamentale la volontà del giocatore. Dopo l’incontro con il procuratore Tateo le parti si sono riavvicinate, con l’accordo un rinnovo fino al 2021.

Mentre si aspettava solo l’ufficialità, e arrivato l’intervento del presidente Franco Fedeli, che ha bloccato tutto. L’ha fatto tramite il Corriere Adriatico: “Miceli è sotto contratto con la Samb fino al 2019, se poi deve andare via chi lo vuole ci dia dei soldi o un giovane interessante”. Tutto fermo, quindi. Come finirà?

 Venerdi 10 agosto

Super scambio tra Alessandria e Pisa

Dopo una lunghissima trattativa, Pisa e Alessandria hanno raggiunto l’accordo per lo scambio di Dario Maltese Michele Marconi. In un colpo solo le due squadre sono riuscite a loberarsi di due giocatori “pesanti” ma fuori dal progetto tecnico, riuscendo a rinforzare la squadra dove serviva. Mister D’Agostino accoglie a braccia aperte Maltese, regista elegante e felpato che ricorda le qualità tecniche del suo nuovo allenatore. Dall’altra parte, il Pisa trova un giocatore importante per completare il reparto avanzato, già rinforzato da un certo Davide Moscardelli. Si preannuncia una coppia coi fiocchi.

https://twitter.com/ElevenSportsIT/status/1027943231902892032?s=19

Samb, niente da fare per Daniele Ferretti

Con l’arrivo di Giuseppe Magi, Daniele Ferretti era stato accostato con insistenza al mercato della Sambenedettese. Dopo una stagione sofferta – complice un infortunio – l’ex Gubbio sembrava potersi rilanciare alla nuova corte del suo ex allenatore, con cui ha giocato due ottime annate, mostrandosi utile un po’ in tutti i ruoli dell’attacco.

Nonostante la difficile stagione di esordio, in Sicilia il giocatore ha ancora la piena fiducia del tecnico e del club. E così, dopo le voci di cessione, è arrivato il rinnovo: Ferretti si lega al Trapani fino al 2020, con l’ambizione di recuperare presto il tempo perduto.

Ternana, è ufficiale il colpaccio Frediani

Mentre la battaglia in tribunale per la riammissione in B si fa bollente, la Ternana non resta con le mani in mano e si regala un colpo importante per la C, che può tornare utilissimo anche in caso di cadetteria. Si tratta di Marco Frediani, attaccante esterno classe 1994 cercato da diverse squadre di terza divisione.

Dopo una stagione eccellente all’Ancona, Frediani ha faticato a trovare spazio in Serie B con la maglia del Parma: mister D’Aversa gli ha concesso appena 78 minuti divisi in 4 presenze, nelle quali è riuscito comunque a mettere a segno un assist. Cresciuto nelle giovanili della Roma, Frediani è un’ala veloce che eccelle nel dribbling ma sa far male anche in zona gol (ben 9 tra campionato e Coppa con l’Ancona). Il suo arrivo permette a mister De Canio di aggiungere soluzioni a un reparto avanzato che può contare già un top player come Daniele Vantaggiato.

Giovedì 9 agosto

Che tris per la Pro Vercelli!

Nonostante l’estate d’incertezza che sta vivendo – con un occhio che sogna la B e l’altro che deve fare i conti con le sabbie mobili della C – la Pro Vercelli ha messo a segno un tris di colpi di grande livello. Giungono in Piemonte il difensore Luca Tedeschi e i centrocampisti Eros Schiavon e Antonio Grillo.

Luca Tedeschi è un forte difensore centrale che, nella scorsa estate, era diventato l’obiettivo di mezza Serie C grazie al fantastico triennio con la maglia del Cosenza. A spuntarla, alla fine, fu il Catania di mister Lucarelli: anche alle pendici dell’Etna Tedeschi ha mantenuto la maglia da titolare, mettendo insieme 32 presenze e 2 gol tra campionato, coppa e playoff ma non ha potuto coronare il sogno della promozione in B a causa dell’eliminazione in semifinale contro il Siena. A Vercelli avrà la possibilità di lottare nuovamente per la vittoria del campionato o, in caso di clamorosi ribaltoni da tribunale, di compiere l’agognato salto in cadetteria.

Il colpo grosso a centrocampo è quello di Eros Schiavon, che ha vissuto la splendida cavalcata della Spal dalla C alla massima serie dopo diverse stagioni da protagonista in B con Portogruaro, Cittadella e Avellino. A 35 Schiavon non ha più l’esplosività fisica di un tempo, ma compensa con tecnica, esperienza e  senso della posizione che hanno poco a che vedere con la terza divisione. Insieme a lui arriverà Antonio Grillo, mediano reduce da stagioni sfortunate con Paganese e Salernitana e voglioso di riscatto.

Albinoleffe: lascia Scrosta, rinnova Gusu

È un’estate di grandi cambiamenti per la difesa dell’Albinoleffe. Mister Massimiliano Alvini ha basato le fortune dei bergamaschi sull’affiatamento del reparto arretrato, ma in questa stagione la linea a 3 sarà quasi totalmente rivoluzionata. Dopo l’addio di Zaffagnini, arrivato alla Sambenedettese, saluta anche il centrale Edoardo Scrosta che si accasa a titolo definitivo alla Fermana. Al suo secondo anno a Bergamo, Scrosta non è riuscito a mantenere la maglia da titolare mettendo insieme solo 17 presenze. Per lui, ora, la chance di tornare al centro del progetto tecnico con la Fermana.

Rimarrà agli ordini di Alvini, però, un elemento che si è messo in mostra nella passata stagione. Si tratta di Mihai Gusu, centrale rumeno classe 1996 che ha collezionato 27 presenze condite da 3 gol. Centrale veloce e dai piedi buoni: dal suo talento ripartirà il 3-5-2 che è ormai il marchio di fabbrica dell’Albinoleffe.

Mercoledì 8 agosto

Scambio Stanco-Lulli? Lamazza: “Per noi è tutto pronto”

Nel Corriere Adriatico di oggi il direttore sportivo Lamazza ha confermato uno scambio che fino a pochi giorni fa avrebbe avuto del clamoroso: Stanco al Pordenone, e Lulli a San Benedetto. Quella del centrocampista e della Sambenedettese è una storia che si trascina da tempo: sin dal giorno della sua partenza, un anno fa, si è parlato insistenemente di un suo ritorno in rossoblu, nonostante le continue smentite da parte della società.

Problemi comportamentali (e contrattuali) ne avevano frenato il ritorno a gennaio – quando il giocatore ha lasciato Pordenone – e a fine giugno, quando è arrivato un primo colloquio tra le parti. La società si e sempre detta poco felice dei cavalli di ritorno, ma stavolta – con la prospettiva di risolvere anche la grana Stanco – i piani potrebbero cambiare. La conferma di Lamazza è praticamente un’uffficialità.

[nextpage title=”Prima settimana (1-7 agosto)”]

Martedì 7 agosto

Triestina, ufficiale il giovane Bolis

Si tratta di uno dei giovani più interessanti del panorama italiano e vivrà quest’anno la sua prima esperienza tra i professionisti: Thomas Bolis, nuovo centrocampista della Triestina. L’Atalanta ha deciso di cedere il classe ’98 con un prestito secco, allo scopo di testare il giocatore in una piazza ambiziosa.

Secondo l’Almanacco de La Giovane Italia – del giornalista Sky Paolo Ghisoni  – Thomas Bolis è “il classico centrale di centrocampo, vertice basso e fulcro della squadra, dotato di ottimi fondamentali in particolare per quanto riguarda la trasmissione di palla ed un calcio potente e preciso”.

Lunedì 6 agosto

Virtus Entella, doppio rinforzo in attesa della B

Bisognerà attendere ancora qualche giorno per far luce su quale sia la reale graduatoria dei ripescaggi in Serie B – e in base alle sorti dell’Avellino, quante squadre serviranno per completare l’0rganico della cadetteria – ma la Virtus Entella non resta con le mani in mano. La squadra ligure ha messo a segno un doppio colpo importante, due arrivi funzionale per entrambe le categorie. Curiosamente i rinforzi arrivano da due società anch’esse in lizza per il ripescaggio: dal Novara ecco il trequartista Adorjan, mentre dalla Pro Vercelli ha firmato Carlo Crialese.

Krisztian Adorjan è un trequartista ungherese cresciuto nell’Academy del Liverpool. Dopo una buona stagione in Olanda, con la maglia del Groningen, ha iniziato l’avventura al Novara che è durata ben 3 stagioni senza lasciare particolarmente il segno. Il suo percorso italiano non è stato particolarmente prolifico dal punto di vista delle statistiche, ma ha permesso al giocatore di affinare le sue abilità fisiche e soprattutto tattiche: oggi Adorjan può agire anche sull’esterno e da centrocampista centrale, anche se il ruolo preferito resta quello del trequartista.

Carlo Crialese, invece, è il più classico dei terzini italiani da Serie C: buona prestanza fisica, atletismo, attenzione difensiva e buone proposte in attacco. Da 4 anni Crialese è un titolarissimo della C con le maglie di Cremonese, Bassano e infine Juve Stabia. Il suo cartellino è di proprietà della Pro Vercelli, che lo ha ceduto in prestito per un anno alla società di Chiavari.

Domenica 5 agosto

Fedeli, Miceli e la minaccia della tribuna

Quando prende la parola l’amministratore delegato Andrea Fedeli, si sa, non si profilano mai osservazioni banali. Anche stavolta il figlio del Presidente ha rilasciato al Corriere Adriatico dichiarazioni forti, importanti, di quelle che lasciano ben poco spazio alla fantasia. “Se Miceli vuole andare via, si troverà un accordo. Sia ben chiaro, non se ne va gratuitamente. La Samb non è una stazione ferroviaria. Se L’Ascoli ed il Pisa vogliono Miceli, come indennizzo ci offrano un giovane interessante del loro vivaio o soldi. Intanto nell’attesa Miceli si farà un bel po’ di tribuna”.

L’intervista si rivela particolarmente interessante perché Andrea Fedeli svela alcune trattative portate avanti per la cessione del difensore centrale. “Il Pisa ci ha proposto un giocatore tra gli attaccanti Umberto Eusepi e Maikol Negro, e il centrocampista Davide Di Quinzio. Abbiamo detto di no perché tutti e tre non ci interessano sotto l’aspetto tecnico e poi hanno ingaggi molto alti. All’Ascoli abbiamo chiesto il giovane difensore Emanuele Maurizi, classe 2001, ma il club bianconero ci ha risposto negativamente perché ha un’alta quotazione sul mercato”. Proseguirà ancora, dunque, la querelle legata a Mirko Miceli, senza dimenticare il grosso punto interrogativo che aleggia su Francesco Stanco: due situazioni da risolvere al più presto per regalare gli over richiesti da mister Magi.

Sabato 4 agosto

Due under per il Fano

Continua il mercato “verde” del Fano di Epifani, che nella giornata di oggi ha ufficializzato due nuovi arrivi.

View this post on Instagram

Fano, 2 agosto – La società Alma Juventus Fano 1906 comunica di aver acquisito a titolo temporaneo i diritti alle prestazioni sportive di Matteo Voltolini e Ndiaye Moussa. . Il primo è un portiere classe '96 proveniente dal Pisa. Cresciuto nella giovanili della Reggiana, per lui esperienze importanti in serie D con le maglie di Inveruno e Triestina. Nell'ultima stagione è stato un giocatore del Pisa dove ha collezionato 14 presenze. . Il secondo è un centrocampista centrale classe '99 originario del Senegal. Cresciuto tra le fila giovanili di Juventus e Cesena, da quest'anno è passato al Delfino Pescara. #forzalma #AJF1906 #granata #seriec #nuoviarrivi #stagione1819 #newplayer

A post shared by Alma Juventus Fano (@almajuventusfano) on

Venerdì 3 agosto

Vis Pesaro: tra i pali arriva Tomei

Dopo aver condotto un mercato contraddistinto dai giovani, la Vis Pesaro puntellare la difesa con un acquisto di esperienza: Matteo Tomei. Il portiere classe ’84 ha alle spalle una lunga carriera a buoni livelli, con oltre 300 presenze tra terza e quarta serie.

Dopo gli esordi con Padova, Sambonifacese e Itala San Marco il portiere ha giocato due campionati in Scozia prima di tornare in Italia. Dopo tre ottime stagioni in D sono arrivate le chiamate di Pro Piacenza (due anni, nella C2 e nelle C unica) e Pordenone, con cui il portiere ha sfiorato due volte la promozione in Serie B. Dopo l’ultima stagione al Siracusa il portiere ha accettato l’offerta della Vis, intenzionata ad affidarsi alla sua esperienza e (soprattutto) i suoi guantoni.

Miceli e Stanco quasi fuori rosa

Nell’intervista di oggi al Corriere Adriatico l’amministratore delegato Andrea Fedeli ha parlato di Miceli e Stanco, rivelando che i due – fino ad una risoluzione contrattuale – non verranno più presi in considerazione. Per Stanco si è agevolati dal fatto che comunque è infortunato e deve stare fermo per alcuni giorni, ma Miceli non si allena perché è distratto”. I due giocatori hanno ancora un anno di contratto, ma nelle ultime settimane la società ha provato a spalmare l’ingaggio su due anni, senza successo.

Il rifiuto dei due ha creato una montante tensione, sfociata nella decisione di oggi. Una situazione perigliosa, che – detta cosi – sembra al limite del mobbing. Per questo motivo Fedeli ha voluto evidenziare che i due non verranno messi fuori rosa, ma solo messi da parte. A questo punto le strade sono solo due: rinnovo o cessione. In entrambi i casi, l’obiettivo è quello di risolvere la grana il più velocemente possibile.

Giovedì 2 agosto

Il Ravenna trova il suo centravanti: arriva Magrassi

Nelle ultime settimane intorno ad Andrea Magrassi si erano affastellate mezza dozzina di squadre. Dopo l’ottima stagione al Matelica (32 presenze, 18 gol) l’attaccante classe ’93 aveva ricevuto offerte dalla B (Cittadella, Livorno), dalla C (Siena, Fano, Monza) e addirittura dal Cesena, pronto a tentare la pronta risalita dalla Serie D.

Alla fine l’ha spuntata la Virtus Entella, che per garantire una crescita graduale ha deciso di girarlo ad una squadra che gli garantisse spazio da titolare. Il Ravenna è stata la squadra più lesta a convincere i liguri, assicurandosi il prestito dell’attaccante per i prossimi 12 mesi.

Colpo Samb, preso Russotto

Dopo qualche giorno di attesa la Sambenedettese ufficializza l’arrivo di Andrea Russotto. Il classe ’88 ha una lunga esperienza tra i professionisti: 111 presenze in Serie B (Treviso e Livorno), 171 in terza serie (Carrarese, Catanzaro, Catania), per un totale di 37 gol e 30 assist. Dopo tre buone annate in Sicilia Russotto è entrato in rotta con la società, che ha deciso di metterlo fuori squadra agevolandone l’arrivo in rossoblu.

Secondo l’ad Andrea Fedeli, che l’aveva cercato anche lo scorso anno, il giocatore ha accettato un abbassamento dello stipendio pur di arrivare in rossoblu. Nella giornata di oggi, a Pomezia, il giocatore ha parlato con il presidente Fedeli firmando un contratto annuale con opzione per il secondo.

Esposito se ne va al Cerignola

Dopo l’addio (con polemiche) con la Sambenedettese Esposito si riavvicina a casa, metaforicamente e non. Nonostante le sirene proveniente dalla Serie C (Gubbio in primis), il fantasista molisano ha deciso di tornare nell’interregionale, accettando l’offerta del Cerignola – che ha superato la Vastese di Palladini.

La scelta non è casuale: la squadra pugliese si trova a 130 km da San Martino in Pensilis, città natale del fantasista molisano (attaccatissimo). Com’era prevedibile, Fantavittorio non ha staccato il cordone ombelicale; ma siamo certi che in campo sarà imprevedibile come al solito. Il presidente dell’Audace già gongola: “Tra le tante richieste ricevute Esposito ha scelto il nostro progetto, ed è pronto a deliziare con le sue giocate il pubblico del Monterisi”.

Mercoledì 1 agosto

La Carrarese si assicura Caccavallo

Un paio di anni fa Giuseppe Caccavallo (in rotta con la Salernitana) faceva gola un po’ a tutti: dopo aver ricevuto le lusinghe di mezza Lega Pro (compresa la Samb) l’esterno scelse il Venezia di Inzaghi, lanciato nella corsa alla Serie B. Le cose non sono andate come previsto: nelle settimane successive i veneziani trovarono l’assetto col tridente formato da Marsura, Geijo e Moreo, costringendo l’esterno a giocare col contagocce.

Dopo la promozione col Venezia l’esterno napoletano è andato in prestito in Serie C, giocando prima col Cosenza (13 presenze) e poi al Catania. In Sicilia il giocatore ricade nei problemi fisici avuti a fine dicembre, e finisce per stare fermo quasi tutta la seconda parte della stagione (a fine anno metterà insieme solo 18 presenze). Il ritorno al Venezia è stato solo temporaneo: ora c’è la chance Carrarese, con la speranza di ritrovare la continuità perduta.

Il Renate rinforza la difesa: arriva Giusto Priola

Dopo la sconfitta col Rezzato in coppa il Renate di Brevi ha deciso di puntellare la difesa con un arrivo di esperienza: Giusto Priola. Il classe ’90 ha un’esperienza di tutto rispetto. Oltre alla Pistoiese (67 partite negli ultimi due anni) il  centrale palermitano ha giocatori con Catanzaro, Bassano Virtus, Trapani (dove ha vinto due campionati), per un totale di 172 presenze tra i professionisti.

No comments
Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami