Il mercato social del Pordenone

Pordenone

Grande mercato, grande allenatore e grandissimo social marketing. In estate il Pordenone di Lovisa ha lavorato benissimo


Pochi mesi fa – mentre l’estate faceva capolino, e la Serie C navigava verso l’ennesimo disastro – il Pordenone Calcio sembrava sull’orlo di una crisi di nervi. Il lunghissimo corteggiamento del patron Lovisa a Mauro Zironelli si era risolto nel peggiore dei modi: prima l’allenatore vicentino ha “aspettato” di conoscere il futuro della sua squadra, e poi si è lasciato tentare dalla panchina del Bari, facendo infuriare la squadra dei ramarri.

Il Pordenone – che aveva aspettato il tecnico per diverse settimane – si è trovata cercare improvvisamente un’altra guida tecnica, ma ha risolto pescando il meglio che il mercato degli allenatori aveva da offrire: Attilio Tesser. Il mercato è stato fatto su misura del tecnico, che ha trovato un collettivo perfetto per il suo 4-3-1-2.

Difesa

In porta è arrivata una sicurezza per la categoria: Giacomo Bindi, ex rossoblu che nella scorsa stagione ha vinto il campionato con il Padova. Alle sue spalle, ecco i giovanissimi Marco Meneghetti e Flavio Lonoce, quest’ultimo in prestito dalla Juventus. In difesa confermatissimi i veterani Alessandro Bassoli, capitan Mirko Stefani e il terzino mancino Michele De Agostini.

Al centro della difesa il grande rinforzo è Alberto Barison, proveniente dal Bassano, ma la ciliegina sulla torta è senza dubbio il ritorno di Daniel Semenzato. Dopo essere esploso alla corte di Bruno Tedino, Semenzato è diventato uno dei migliori esterni difensivi della Serie C: dopo l’annata al Catania, Semenzato ha deciso di seguire il cuore ed è tornato in neroverde con l’obiettivo di prendersi quella promozione sfuggita nelle passate stagioni.

Centrocampo

La spina dorsale della squadra è rimasta invariata: in cabina di regia tutto passa dai piedi di Salvatore Burrai, già autore di 2 gol e 3 assist. Con l’arrivo di Attilio Tesser le sue doti di regista sono diventate ancora più importanti, così come fondamentale è il ruolo del trequartista, dove si contendono la maglia da titolare Patrick Ciurria e il veterano Emanuele Berrettoni.

Nel ruolo di mezzali, oltre ai rinnovi di Gianvito Misuraca e Francesco Bombagi, Tesser ha voluto gli arrivi di Filippo Damian, classe ’96 che si è messo in mostra con la maglia del Siena, e soprattutto Davide Gavazzi, un lusso per la Serie C considerando la sua decennale esperienza in Cadetteria.

Attacco

In attacco l’unico confermato è l’ex Taranto Simone Magnaghi. Dopo aver corteggiato a lungo Francesco Stanco – era quasi fatta per uno scambio alla pari con Luca Lulli, ma alla fine la trattativa non è andata in porto – è arrivato dal Fano l’esperto Domenico Germinale. In questo inizio di stagione, tuttavia, si è imposto come titolarissimo il giovane Leonardo Candellone, autore di 4 gol in 9 partite.

Allenatore

Nel caos della Serie C ci sono ben poche certezze: una di queste è il 4-3-1-2 di Attilio Tesser. L’allenatore trevigiano, dopo aver ottenuto due promozioni in B con Novara e Cremonese, ha scelto l’ambizioso progetto del Pordenone nonostante la possibilità di continuare ad allenare nella categoria superiore.

Nelle prime 9 gare, i ramarri hanno ottenuto 18 punti con 13 gol fatti e 9 subiti. La squadra di Tesser non è – sulla carta – la più fisica o talentuosa del torneo, ma finora è stata la più organizzata e brava a “leggere” le partite. Pur non potendo contare su top players di altre società (Granoche o Caracciolo, solo per fare due esempi) il Pordenone può vantare il miglior allenatore del Girone B. Se questo basterà per conquistare la fatidica promozione, sarà il campo a deciderlo.

La formazione titolare

Formazione Pordenone

Il reparto social 

Nel vuoto pneumatico della Serie C – dove molte squadre si accontentano di una comunicazione al minimo sindacale, se non fatiscente – al Pordenone il social media marketing ha assunto grande importanza. Dopo il boom dello scorso anno la società si è dimostrata capace di intuire le possibilità offerte dai social (e non solo), facendo un’estate da protagonista è ritagliandosi ikiil suo spazio anche sui quotidiani nazionali (sportivi e non). A seguire i tre migliori post del calciomercato:

3. Il low quality effort per annunciare Damian

2. L’annuncio del ritorno di Semenzato

1. Il video dove prendono in giro DAZN

No comments
Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami