Il mercato invernale della Vis Pesaro

Calciomercato Vis Pesaro

Con gli acquisti di Marco Guidone e Davide Voltan, la Vis Pesaro è diventata una delle protagoniste del mercato invernale della Serie C


In pochi se lo sarebbero aspettato, ma la Vis Pesaro si è distinta come una delle società più attive nella sessione invernale di calciomercato. La squadra di Colucci è stata una delle cenerentole del girone d’andata, piazzandosi stabilmente in zona playoff e strappando applausi per il gioco offensivo messo in mostra sia in casa che in trasferta.

La gaffe di Bizzocchi

Tuttavia, il 2018 vissino non si era concluso nel migliore dei modi a causa di un doppio scossone che aveva fatto passare in secondo piano gli ottimi risultati sportivi. Il primo (e più grave) episodio ha come protagonista Roberto Bizzocchi, co-presidente della società marchigiana. Nel corso di una diretta facebook, il dirigente vissino ha dichiarato: “Ferrero a Genova non conta niente, i soldi li mette una famiglia importante. E’ un uomo messo li per fare marketing, credo sia anche stipendiato“. Parole pronunciate con leggerezza e che hanno provocato la prevedibile stizza della Sampdoria, società che in estate ha voluto siglare una partnership con la Vis Pesaro girando in prestito diversi elementi del prolifico vivaio doriano nelle Marche

I marchigiani hanno provveduto a destituire immediatamente Bizzocchi dalla carica dirigenziale, ma ormai la frittata era fatta: la società ha dovuto far fronte alle tantissime polemiche piovute addosso soprattutto dai tifosi vissini, imbufaliti per il clamoroso errore commesso in un momento tanto positivo.

Il caso Petrucci

Il secondo episodio riguarda Andrea Petrucci, uno degli elementi più forti a disposizione di mister Colucci. In data 27 dicembre, con un comunicato di poche righe, la società marchigiana aveva annunciato l’addio con il giocatore: “La Vis Pesaro comunica che il giocatore Andrea Petrucci è stato messo fuori rosa, con effetto immediato, per motivi disciplinari. Essendo il giocatore di proprietà di Carpi, la società provvederà a risolvere l’accordo di prestito, per permettergli di trovare una nuova sistemazione durante il mercato invernale”.

Nel giro di 48 arriva il clamoroso passo indietro: “Oggi siamo più forti di ieri – scrive il comunicato del club – lo spogliatoio riabbraccia e perdona Petrucci. Siamo una grande famiglia. Forza Vis!”. Di lì a poche ore Petrucci riuscirà a rendere ancora più comico il tira e molla, facendosi espellere per doppia ammonizione nella gara successiva contro la Triestina.

Il mercato invernale

Nonostante le premesse fossero tutt’altro che positive, la Vis Pesaro si è riscattata alla grande durante il mercato invernale. Il primo acquisto della società biancorossa è stato Federico Testoni, autore di un girone d’andata positivo in Serie D, con la maglia del Sestri Levante. Testoni è un esterno mancino classe 1996 che, nel 3-4-3 di Colucci, può rappresentare una valida alternativa a Rizzato. Dalla D è arrivato anche il centrocampista Riccardo Gaiola, che lascia il Santarcangelo dopo 18 mesi.

Gli acquisti più importanti, però, riguardano il reparto d’attacco. Dopo essersi allenato a lungo con il Brescia, Davide Voltan ha deciso di sposare il progetto vissino firmando un contratto fino al 30 giugno 2021. Dopo essersi messo in luce alla Feralpisalò, il fantasista classe 1995 aveva appeso gli scarpini al chiodo per un grave lutto familiare. La sua firma è una scommessa fondamentale per il futuro della Vis Pesaro: se dovesse tornare ai livelli delle scorse stagioni, il club biancorosso potrebbe godersi uno dei giocatori più forti della categoria.

La ciliegina sulla torta del mercato invernale è senza dubbio Marco Guidone. Reduce dalla vittoria del girone B con il Padova, la punta ha trovato poco spazio in B agli ordini di Bisoli, e ha scelto Pesaro per tornare a fare la differenza in terza divisione. Mister Colucci aveva chiesto una punta che sapesse far gol, cosa c’è di meglio di un attaccante dalla doppia cifra assicurata?

La formazione tipo

Mister Colucci ha dato inizio al 2019 confermando la squadra che tanto bene aveva fatto nell’anno passato: la Vis Pesaro scende in campo con un 3-4-3 molto fluido, che punta molto sull’ampiezza di gioco e sulla capacità degli esterni d’attacco di saltare l’uomo.

Gli arrivi di Voltan e Guidone, oltre a rendere profondissime le rotazioni nel reparto offensivo, permettono all’allenatore di sognare un tridente potenzialmente di categoria superiore con l’aggiunta di Andrea Petrucci.

No comments
Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami