Roselli verso Vis Pesaro-Samb: “In alto con passione e umiltà”

Giorgio Roselli, Samb

Alla vigilia di Vis Pesaro Samb, valida per la 22^ giornata della Serie C Girone B, parla l’allenatore rossoblu Giorgio Roselli


Da una “vecchia volpe” del calcio italiano, quale è Giorgio Roselli, non potevamo aspettarci nulla di diverso: l’allenatore rossoblu spegne gli entusiasmi alla vigilia della difficile trasferta di Pesaro. La sua squadra è viva, macina punti e sa reagire alle difficoltà, ma per il tecnico umbro i piedi vanno tenuti saldamente a terra. Tuttavia, nelle battute finali della conferenza stampa, Roselli lancia un messaggio ben chiaro a tutto l’ambiente: il sogno è di arrivare in alto, senza però perdere umiltà e passione.

Verso la Vis Pesaro

Il turnover? In certi ruoli, dove possiamo cambiare mantenendo un livello alto, è giusto che ci sia. Abbiamo di fronte 3 partite in una settimana, bisogna assolutamente gestire. Dove possiamo ruotare, lo facciamo: l’infortunio di Cecchini ci toglie una soluzione, purtroppo, dovremo trovarne un’altra. D’Ignazio è appena arrivato, bisogna valutare se inserirlo così presto.

Ho visto i filmati di Gubbio-Vis Pesaro: è stata una partita stradominata dalla Vis, ha avute molte palle gol. Si tratta di una squadra che ha fatto tanti punti, il gemellaggio con la Sampdoria li avvantaggia nel senso che può permettersi degli over importanti potendo contare su giovani dal sicuro avvenire. Alcuni dei loro giocatori, come Briganti, li conosco benissimo avendoli allenati. Una squadra di difficile lettura, allenata molto bene da un mister emergente che ha dei concetti: sicuramente ci creerà dei problemi.

Dalle stalle alle stelle

Qualche mese fa, quando sono arrivato qui in un momento difficilissimo, mi chiedevano di non arrivare ultimo. Il nostro obiettivo era di arrivare alla sosta vivi, in gioco, ovvero non ultimi, per poi arrivare decimi nel girone di ritorno. Siamo entrati nelle prime dieci prima, io sognavo di entrare in zona playoff all’ultima giornata in casa della Fermana, invece c’è stata una situazione particolare, anche anomala dai, che ci ha permesso di fare tanti punti e qualche buona prestazione.

I ragazzi sono stati fantastici, ma rimane sempre il fatto che aldilà dei punti io guardo le posizioni in classifica. Sotto di noi ci sono Monza, Sudtirol e Feralpisalò: tre squadre costruite per entrare nei playoff, anzi, nelle primissime posizioni.

Il calcio è fatto così: alla lunga i reali valori verranno fuori, le grandi squadre saranno nelle prime posizione e viceversa. Poi ci sono le eccezioni ed è naturale che noi vogliamo essere una di queste. Vogliamo arrivare più in alto possibile con tutta la nostra passione e la nostra umiltà.

No comments
Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami