Roselli: “La squadra c’è”, Dionisi: “Ai miei non ho nulla da rimproverare”

Conferenza Imolese-Samb

La conferenza stampa a margine di Imolese-Samb


Alessio Dionisi

Non posso che essere soddisfatto di quel che abbiamo fatto: non abbiamo rischiato nulla, abbiamo tenuto il pallino del gioco e la palla è stata sempre sui nostri piedi. Forse potevamo rischiare qualcosa in più, specie il primo tempo, ma sono stati bravi anche loro a limitarci in zona gol.

Il gol dubbio non posso giudicarlo, e comunque ha poco senso farlo adesso. La prendo con filosofia, magari alla prossima avremo fortuna noi. Detto questo, secondo me l’arbitro è stato un po’ permissivo su certi falli. Il metro di giudizio è stato più o meno lo stesso per tutta la partita, ma bisogna dire che un giocatore come Ilari – credo abbia fatto almeno 7-8 falli – non ha neanche preso giallo.

Secondo me è stata una partita molto difficile, anche perché la Sambenedettese ha ottimi giocatori. Come ho già detto si poteva rischiare un po’ di più, ma c’era anche da pensare a cosa avrebbero potuto fare loro se avessimo concesso più spazi. Imporsi in questo modo contro una squadra con certe ambizioni non è banale. Il nostro obiettivo era quello di fare 40 punti, ora che ne abbiamo già 42 proveremo a fare più punti possibili fino alla fine, giocando come abbiamo sempre fatto.

Per valori la Samb vale i playoff, ma so anche che l’ambiente non è semplice… Dopo un campionato buono come quello dello scorso anno non è semplice ripetersi, c’è molta pressione, ma i valori restano. Ci sono momenti difficili in tutte le squadre, succede; secondo me oggi sono stati bravi, hanno giocato in modo un po’ remissivo ma sono riusciti a fare risultato, che credo fosse il loro obiettivo.

Chi toglierei alla Samb? Beh, io scelgo sempre i miei… Tenuti tutti i miei, un’idea ce l’ho: è un giocatore che è entrato oggi nel secondo tempo. Volete il nome? Diciamo che non è basso, e che ha il numero 9, però il nome non ve lo dico. La butto lì: se il vostro presidente non lo vuole me lo prendo io senza problemi.

Giorgio Roselli

La mia espulsione era sacrosanta, visto che sono entrato in campo… Lo faccio spesso, eh, sono fatto così. Il gol non dato? Prima della partita avevo detto ai miei giocatori di tenere a a mente che prima o poi i “pali” cambieranno. Nelle ultime settimane ci erano andati male, stavolta è andata bene. Non so se fosse dentro o no, in questi casi guardo sempre il guardalinee e mi è sembrato restasse fermo.

Il calcio è questo: i risultati sono volatili, puoi vincere giocando male e perdere facendo bene, ma che la squadra c’è si vede. Oggi abbiamo cambiato 7 giocatori, e abbiamo fatto comunque una buona prestazione, non era da tutti. Il leader di questa squadra è il gruppo: oggi i ragazzi l’hanno dimostrato dando tutti il 100%. Chi non giocava da tempo ed è stato messo titolare ha dato tutto, chi è entrato dopo ha giocato con la stessa cattiveria di sempre. Queste sono cose che valgono.

Le sostituzioni? Quando si possono fare le faccio, soprattutto quando ci sono tante partite ravvicinate. Sala? Per quanto mi riguarda poteva giocare anche con la Vis Pesaro, ma in quel momento il mercato era ancora aperto e non volevo mettere in difficoltà nessuno, né lui né la società. Sala è uscito a Vicenza perché non stava bene fisicamente, poi lui era un po’ giù e Pegorin si è preso il posto; stavolta se l’è ripreso, ma non ci sono gerarchie fisse.

Come ho già detto, io non tolgo un giocatore solo perché ha fatto un errore la settimana prima. Quando ho detto che tutti faranno almeno 20-30 partite non mentivo: qui tutti danno il massimo e presto o tardi avranno tutti il loro spazio; uno o due errori non mi fanno cambiare idea.

Matteo Fissore

Buon pareggio. Questo è un campo difficile, contro una squadra che gioca un ottimo calcio, fare risultato non era affatto semplice. Sapevamo che a loro piaceva gestire palla, noi ci siamo impegnati a chiudere ogni spazio possibile, cercando di trarre il massimo negli spazi che ci avrebbero concesso. Il pareggio tutto sommato è positivo, ci dà fiducia e ci carica per la partita col Fano.

Sul gol non posso dire con certezza, era molto difficile da vedere; prendere un altro gol così non sarebbe stato il massimo, questo è certo. Oggi non abbiamo fatto una prestazione così brillante, ma ci sono state volte in cui abbiamo fatto bene e siamo usciti con meno di quanto meritavamo.

No comments
Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami