Samb-Perugia, Zironelli: “Mi è piaciuto l’atteggiamento”

La conferenza stampa al termine di Samb-Perugia: le parole di Mauro Zironelli, Fabio Caserta, Antonio Bacio Terracino e Federico Melchiorri


La sfida tra Samb e Perugia termina in parità con i gol dei giocatori migliori, Ruben Botta e Federico Melchiorri (leggi qui la cronaca della gara). Al termine dei novanta minuti, entrambi gli allenatori si dicono soddisfatti del punto guadagnato e della prova dei giocatori in campo.

“Bene la prima mezz’ora, poi nel finale abbiamo sofferto – è l’analisi del tecnico rossoblu Mauro Zironelli – Mi è piaciuto l’atteggiamento della squadra, abbiamo svolto bene la fase difensiva e non era facile contro l’attacco più forte della categoria. Peccato perché in alcune situazioni potevamo essere più fortunati, come per esempio sul palo colpito da Angiulli o sull’atterramento dubbio in area di Nocciolini”.

Il tecnico ha deciso di schierare Lescano unica punta con Botta alle sue spalle, lasciando inizialmente in panchina Nocciolini. “Ho cercato di mettere in campo i giocatori che in questo momento stanno meglio. Il nostro rigore è arrivato grazie ad un bell’inserimento in area di Shaka, sia lui che D’Angelo hanno fatto molto bene così come Bacio Terracino quando è entrato. Bacio è entrato ed è stato una spina costante nella difesa del Perugia. Ha fatto un buon lavoro duettando con Malotti e Botta. Malotti nasce come esterno alto in un 4-4-2, ma ha una buona gamba ed è sicuramente un giocatore su cui puntare. Sono contento, bisogna migliorare ancora ma siamo sulla buona strada”.

Positiva, nel complesso, la prova di Ruben Botta, che era stato l’esclusione eccellente di Bolzano. “Botta ha fatto una prestazione generosissima, ha pressato molto bene i centrali del Perugia. Sotto il piano dell’agonismo e della qualità è stato tanta roba, purtroppo il portiere gli ha tolto la palla della doppietta all’incrocio dei pali ma è stata una prestazione sontuosa. Abbiamo bisogno come il pane di giocatori come lui”.

Leggi anche

Soddisfatto anche il tecnico del Perugia Fabio Caserta: “Nel primo tempo non abbiamo concesso nulla, a parte il rigore e il tiro da fuori. Nella ripresa abbiamo giocato in modo ottimo: sono pienamente soddisfatto della prestazione generale. Il nostro centrocampo ha fatto una grande partita, non dimentichiamoci che ci sono anche gli avversari e oggi abbiamo sofferto perché loro sono stati bravi, non per demerito nostro. Faccio i complimenti alla mia squadra perché ha disputato un’ottima prestazione. La squadra non si è mai disunita, anche sotto di un gol ha fatto la partita creando diverse occasioni. Non siamo stati bravi a sfruttarle, ma sono soddisfatto. La Samb è una squadra costruita per fare un campionato di vertice, c’è da essere contenti per aver recuperato una gara del genere”.

Tra i protagonisti in campo della Samb c’è anche Bacio Terracino, entrato nella ripresa: “L’importante, per noi che subentriamo, è dare il nostro contributo e aiutare la squadra quando è in difficoltà. Oggi chiunque è entrato ha fatto bene, era una partita difficile contro una squadra di categoria superiore: portiamo a casa un punto importante. Questa è stata la prima settimana in cui il mister ha avuto il tempo per spiegarci i suoi metodi di gioco, piano piano li stiamo assimilando: già oggi si è visto qualcosa in più rispetto a Bolzano. Abbiamo provato a vincerla, la fortuna non ha girato dalla nostra parte ma speriamo di ottenere la vittoria nella prossima gara”.

Il migliore in campo del Perugia, Federico Melchiorri, dedica il gol alla figlia Costanza e accetta con soddisfazione il pareggio: “Secondo me è stata un’ottima partita, giocata a ottimi livelli con una bella reazione dopo il gol subito. Un pareggio su questo campo non è sicuramente facile, per cui sono soddisfatto del punto. Non penso che il Padova abbia qualcosa in più di noi, abbiamo iniziato il campionato con l’handicap di assestarci nel migliore dei modi. Ora siamo in fiducia e affronteremo tutti senza alcun timore. Con questo modulo mi trovo molto bene perché riusciamo a giocare sia in profondità sia venendo incontro, ed è congeniale alle caratteristiche di noi attaccanti. Dedico il gol alla mia nuova figlia, non sono riuscito a dedicarglielo prima: questo gol è per Costanza”.

No comments

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.