Zironelli verso Ravenna-Samb: “Testa bassa e pedalare”

Samb, Mauro Zironelli

La conferenza stampa del tecnico rossoblu Mauro Zironelli alla vigilia di Ravenna-Samb, valida per la 12^ giornata del girone B

La vittoria contro la Vis Pesaro ha dato serenità all’ambiente rossoblu e Mister Zironelli ha avuto una settimana abbondante a disposizione per migliorare l’intesa con la rosa. Il prossimo impegno sarà contro un Ravenna in crisi di risultati e di gioco, reduce dall’esonero di mister Magi per far spazio a Leonardo Colucci (leggi qui l’analisi degli avversari). “Dopo un cambio di allenatore c’è sempre un’incognita particolare dal punto di vista del modulo degli avversari. Sono contento del lavoro fatto in settimana e pensiamo alle nostre cose da migliorare. Conosco il valore di giocatori come Mokulu, Martignago e De Grazia per averli allenati e so quanto possano essere pericolosi“.

Il tecnico rossoblu si concentra sulla crescita dei suoi ragazzi e sulla condizione fisica degli infortunati. “Dobbiamo migliorare nel possesso, essere più incisivi quando c’è da verticalizzare. In determinati momenti della partita va gestita meglio la palla: sono concetti che non passano in così pochi giorni, occorre tempo e fiducia derivante dai risultati. Oggi abbiamo l’ultimo allenamento a disposizione: più probabile che Botta possa tornare rispetto a Maxi. Anche Scrugli non sta bene e va valutato: in questo momento la notizia migliore è che siamo tutti negativi al test. Dobbiamo andare a Ravenna con la testa giusta, giocherà chi è nelle migliori condizioni“.

Lo score della Sambenedettese contro Leonardo Colucci è tutt’altro che positivo, con una sconfitta a Reggio Emilia e 3 pareggi tra Pordenone e Vis Pesaro. “Colucci è un osso duro, ricordo bene la partita giocata dal mio Mestre a Pordenone. Le cabale sono fatte per essere smentite: se non abbiamo mai vinto contro Colucci, speriamo sia il momento giusto“.

Zironelli confermerà il 3-4-3 visto contro la Vis? Il tecnico non si sbilancia: “La disposizione in campo dipenderà dalla condizione dei giocatori perché non vorrei avere problemi di cambi. Mi è piaciuta la prestazione di sabato, il modulo lo vedremo in queste ore ma l’importante è proseguire sulla strada che stiamo percorrendo. Dobbiamo velocizzare la manovra, contro la Vis Pesaro ho visto buone cose e le voglio vedere più spesso. Non scegliamo il modulo in base agli avversari, dipende dalla condizione dei nostri. Contro la Vis, in vantaggio di due gol, avrei potuto fare un cambio per chiudermi ma ho voluto rischiare per infondere coraggio alla squadra“.

Infine, una considerazione sulla regolarità di questo campionato, sempre più vessato dal Coronavirus. “La cosa che più mi dispiace è essere in questa piazza e non potermela vivere con lo stadio pieno e l’entusiasmo dei tifosi. Questo mi manca e manca ai giocatori perché ci darebbe una bella spinta. La mancanza del tifo rende tutto surreale, brutto, inutile girarci intorno. Noi non stiamo avendo nessun positivo, devo fare complimenti ai ragazzi perché stanno seguendo al meglio il protocollo. In questo momento non guardiamo il calendario o la classifica, sono dell’idea che non conviene pensare ad altro che alla partita imminente. Testa bassa e pedalare“.

No comments

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.