Samb-Matelica, Zironelli: “In dieci è stata un’altra partita”

zironelli-samb-matelica

La conferenza stampa al termine di Samb-Matelica, le parole dei due mister Mauro Zironelli e Gianluca Colavitto

Il 3-2 subìto dal Matelica (qui la cronaca del match) segna la prima sconfitta stagionale di Mauro Zironelli sulla panchina della Sambenedettese Calcio. L’allenatore rossoblu commenta così la gara e l’episodio dell’espulsione di D’Ambrosio: “Senza espulsione sarebbe stata un’altra gara? Con i se e con i ma si combina poco. Nel primo tempo siamo andati meritatamente in vantaggio, gestendo bene. Ci sono state due partite: una in 11 contro 11, una con l’uomo in meno”.

Con un uomo in meno, la Samb è sembrata piuttosto remissiva. “Mi è capitato qualche volta di giocare in 10 ed ho sempre utilizzato questo sistema, togliendo una punta. Mi sembrava di poterli contenere, ma ci siamo abbassati tanto finendo per subire gol. Purtroppo è andata così. Ora resettiamo e pensiamo alla partita di sabato. Le responsabilità sono mie, me le prendo tutte. Ho deciso di tenere fuori Shaka per schierare due mediani come D’Angelo e Angiulli che sono più precisi nelle geometrie, ho inserito Shaka nel secondo tempo e anche a Trieste aveva fatto molto bene subentrando. Parlare col senno di poi è facile, il risultato mi dà contro e quindi ho sbagliato. Contro il Cesena proveremo a non ripetere gli errori commessi oggi, ma non mi sento di andare contro la mia squadra che finora ha fatto bene e ha perso una gara giocata con un uomo in meno”.

Di tutt’altro umore Gianluca Colavitto, che si toglie qualche sassolino dalla scarpa: “Sono contento, i ragazzi hanno lavorato bene durante la settimana e abbiamo dimostrato di meritare questa categoria. Ci tenevo a dedicare questa vittoria a un nostro tifoso che oggi compie gli anni. A volte, quando leggo altri allenatori dichiarare che noi giochiamo senza pressioni, ci tengo a dire che forse ci sono più pressioni a Matelica che a Palermo. Le pressioni ci sono, qui c’è una società che non ti fa mancare nulla. Deve esserci rispetto per chi lavora durante la settimana”.

Il mister biancorosso festeggia una vittoria importante, dopo le difficoltà dell’ultimo periodo. “Ho visto una buona prestazione anche nel primo tempo. Abbiamo sviluppato il gioco dal primo all’ultimo minuto, venivamo dalla prima sconfitta casalinga e ci siamo rialzati benissimo. Ora ci aspetta una nuova sfida sabato, con le pressioni di ogni giorno”.

Al termine della conferenza è intervenuto anche il presidente della Samb Domenico Serafino. “Ai tifosi chiedo di mantenere la calma: è solo un incidente di percorso, la partita è stata condizionata dall’espulsione di D’Ambrosio nel primo tempo ma ci servirà per farci maturare e correggere gli errori. Nulla è cambiato, pensiamo alla prossima gara per fare meglio”.

No comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.