Otto acquisti per la salvezza: il mercato invernale del Fano

A. J. Fano calcio

Nel mercato invernale il Fano ha cambiato tantissimo, accogliendo 8 nuovi giocatori. Basterà? 


Nonostante il girone d’andata abbia riservato in prevalenza dolori ai tifosi del Fano, la società marchigiana ha iniziato il 2018 con un carico importante di speranza. Merito del pareggio strappato alla capolista Padova, certo, ma soprattutto del grande impegno profuso dalla squadra sotto la guida di mister Oscar Brevi, che ha preso il posto di Agatino Cuttone. Il Fano di Brevi non impressiona per qualità, ma dimostra una buona organizzazione di gioco unita alla tenacia tipica del suo allenatore.

Nell’anno nuovo i granata hanno messo insieme ben 8 punti in 5 gare grazie ai pareggi contro Pordenone e Feralpisalò e alle vittorie contro Ravenna e Renate. L’1 a 0 ottenuto nell’ultima gara in casa delle pantere nerazzure ha permesso agli uomini di Oscar Brevi di rosicchiare altri punti al Santarcangelo penultimo, che dista ora solo 2 lunghezze. La salvezza senza passare dagli spareggi appare ancora improbabile – il Gubbio, terz’ultimo, è lontano 5 punti – ma i marchigiani puntano comunque ad arrivare ai playout nel miglior stato di forma possibile.

Tanti cambi per l’obiettivo salvezza

Nel mercato di riparazione il Fano è stata una delle società più attive, sia in entrata che in uscita. Per quanto riguarda il capitolo cessioni, i granata si sono limitati a cedere giocatori che facevano fatica a fare la differenza: Camilloni e Favo si sono trasferiti alla Fermana, il difensore centrale Ferrani è passato alla Reggina mentre il mediano Capellupo ha sposato l’ambizioso progetto del Rimini.

In entrata, invece, sono arrivati due giocatori importanti dal Pordenone: il poliedrico centrocampista Dejan Danza e l’esterno Eros Pellegrini. Entrambi si sono guadagnati spazio nel 3-5-2 di Brevi: Pellegrini è titolare sulla fascia destra, Danza attualmente è il primo cambio del trio di centrocampo formato da Mawuli, Schiavini e dall’esperto Lazzari.

In porta i marchigiani puntano su una coppia giovanissima: Tommaso Nobile, classe 1996, proviene dalla Pro Vercelli mentre Demba Thiam arriva in prestito dalla Spal. Un importante innesto per la difesa è rappresentato da Antonio Magli, centrale di 27 anni. Magli è reduce dall’esperienza alla Lucchese e si è trasferito nel girone B dopo le difficoltà economiche del club toscano.

La sorpresa Troianiello

Il 20 febbraio il Fano ha ufficializzato l’ultimo arrivo a parametro zero: si tratta di Gennaro Troianiello. L’esterno campano nell’ultimo giorno di mercato ha rescisso il contratto che lo legava alla Sambenedettese e, dopo alcune trattative con club di Serie D, ha scelto Fano per chiudere una stagione finora negativa. Il giocatore si è presentato con la solita spontaneità, caricando l’ambiente nella lotta per la salvezza: “Mi sono allenato da solo per un mese, dovrò ritornare al top per mettere in difficoltà il mister sulle scelte. Sono qui perché credo nella salvezza, altrimenti non sarei venuto a Fano.

A San Benedetto mi aveva preso mister Moriero, dopo l’esonero è arrivato Capuano e non mi trovavo con il suo modo di pensare. Ora penso al Fano e credo che sia sulla strada giusta: purtroppo nel calcio non c’è una logica, magari domani giochi di m…a e vinci le partite”.

No comments

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.