Fano-Samb, Roselli: “Ci manca qualcosa, ma i ragazzi stanno dando il massimo”

Fano-Samb

La conferenza stampa a margine di Fano-Samb


L’uscita dalla tribuna sembra quasi una delle scene finali del Titanic: davanti agli steward immobili (uno stoicismo favorito dai loro keeway d’ordinanza) giornalisti e addetti ai lavori cercano di farsi strada verso la sala stampa – che non è mai stata un capolavoro di ingegneria gestionale, mai non è mai sembrata così distante. Il meteo ha scoraggiato persino il presidente Fedeli – partito alla volta di Roma – lasciando soli tecnico e squadra.

Giorgio Roselli

Sono arrivato in una situazione difficile, e lo sapevamo, ma da quando sono qui i ragazzi stanno dando il 120%. Io non posso che ringraziarli. I nostri problemi li conosciamo: in campo facciamo ancora errori evitabili, e ci sono tante cose da migliorare, ma la squadra sta dando il massimo e merita il mio plauso.

I ragazzi hanno sempre voglia di dare il massimo e imparare qualcosa. Il problema è che gli Ilari e i Russotto, che conoscono già queste categorie, per assorbire certi concetti ci mettono solo 10-15 giorni, altri ragazzi meno esperti hanno bisogno di più tempo.

Al momento ogni assenza diventa un problema, la squadra è corta. Io non voglio neanche parlare di calciomercato, perché non mi sembra il momento… il nostro obiettivo è quello di arrivare vivi a gennaio, facendo crescere più ragazzi possibile nella squadra.

Oggi è stata una guerriglia. Andare sotto negli primi minuti non era semplicissimo, ma siamo riusciti a reagire pareggiando anche con un certo merito. Alla fine la partita è stata decisa da due calci piazzati, e per quanto mi riguarda c’è più merito in una situazione preparata che un tiro sotto all’incrocio.

Era una situazione difficile, su un campo difficile, recuperare non era affatto scontato. Nel primo tempo abbiamo fatto peggio, anche perché il campo non aiutava molto. In una partita del genere chi leggeva bene le situazioni aveva un vantaggio in più, chi riusciva a servire gli attaccanti in verticale aveva sempre un vantaggio.

Loro avevano giocatori come Lazzari, che ha una grandissima visione di gioco, Ferrante e Filippini, che non perde mai una palla, anche con pioggia, fango e vento. Quando hai giocatori così ogni azione diventa un pericolo, noi siamo stati bravi a sopportare nel primo tempo e reagire nella ripresa.

Apprezzo la rimonta, è la seconda consecutiva, ma se riuscissimo a evitare di prendere gol dopo 5 minuti sarebbe anche meglio. Comunque la crescita c’è: una settimana abbiamo giocato a Ravenna, dove è completamente mancata la reazione, ora l’atteggiamento è cambiato.

Ringrazio i tifosi per averci dato il solito, grande, supporto. La squadra sente l’affetto e dà il massimo. Per ora ci sta bene metterci l’anima, per le partite belle da vedere se ne parla più avanti.

Massimo Epifani

Il Fano oggi ha fatto una grande partita, secondo me. Nel primo tempo abbiamo giocato benissimo, siamo riusciti a controllare la gara e dopo il vantaggio abbiamo sfiorato più volte il 2 a 0. Nella ripresa la pioggia ci ha massacrato, per quanto mi riguarda era una partita da non continuare. Con il campo mal ridotto abbiamo gestito male la partita, e loro sono usciti fuori.

Detto questo, come qualità di gioco, voglia di fare risultato e preparazione siamo stati bravissimi. Avessimo tenuto meglio il controllo avremmo potuto portare a casa i tre punti, e infatti negli ultimi 10 minuti – nonostante le condizioni atmosferiche – siamo anche riusciti a metterli in difficoltà.

Il Fano vero è quello del primo tempo, corta in fase di non possesso – con tutti i giocatori sotto la linea della palla – e organizzati quando avevamo il pallone. Oggi rispetto alle ultime uscite abbiamo battuto bene tutti i piazzati, e in generale abbiamo sbagliato poco. Dispiace per i tifosi, perché oggi si aspettavano una vittoria, ma faremo tesoro della partita.

Venivamo da due settimane difficili: la squadra sta crescendo, dalla partita di coppa ho visto altri miglioramenti, ma la squadra è ancora giovane e qualche errore è fisiologico. Se la squadra continua con questa mentalità e questa voglia di giocare andremo molto bene. Oggi sono molto arrabbiato, perché secondo me meritavamo di vincere, ma sono comunque soddisfatto dei miei ragazzi.

Giacomo Biondi

Non siamo partiti benissimo. Siamo stati sorpresi da quel gol su calcio piazzato, che ci ha un po’ destabilizzati, e poi abbiamo sofferto per tutto il primo tempo. Nella ripresa siamo usciti fuori bene, secondo me se spingevamo un po’ potevamo anche fare risultato pieno. In ogni caso bisogna essere positivi per la rimonta.

Ultimamente sta uscendo fuori il nostro carattere, un fattore che prima non riuscivamo a esprimere. Col mister stiamo lavorando molto su alcuni aspetti che ancora ci mancano, stiamo crescendo ma c’è anche da fare. I metodi di allenamento sono molto diversi, un periodo di adattamento è comprensibile. Ora stiamo migliorando, la speranza è di continuare con questi risultati.

Alberto Acquadro

Sono molto felice per il gol, anche se speravo portasse i tre punti. Oggi era una partita molto difficile. Nel primo tempo siamo partiti molto bene, nella ripresa il meteo non ci ha aiutato. Col campo pesante abbiamo subito la maggiore fisicità della Samb, specie sui loro lanci lunghi. Ci prendiamo il punto, anche perché è arrivato con una buona prestazione.

Ero del Venezia, ma questa estate sono stato messo fuori squadra e ho deciso di andare a titolo definitivo. Ho avuto tante offerte in estate, ma ho scelto questa squadra perché mi ha convinto il progetto del Fano. In estate c’era stato anche un contatto con la Samb, ma non se n’è fatto nulla.

No comments
Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami