Samb-Teramo 2-1, Stanco e Miceli firmano una rimonta incredibile

Samb-Teramo

A partire dalle 18.30 la diretta di Samb-Teramo, 21^ giornata del girone B di Serie C


Dopo tre settimane di attesa le luci del Riviera tornano ad accendersi, pronte ad ospitare l’esordio dei rossoblu nel nuovo anno. La squadra di Roselli aveva salutato il 2018 con la vittoria sulla Fermana e l’uno a uno contro il Renate, due risultati che hanno permesso ai rossoblu di chiudere l’anno con nove risultati utili consecutivi.

La sosta ha avuto un sapore particolare, per Samb e Teramo, che nonostante buoni risultati hanno accolto la sosta come una liberazione, al termine di un lungo tour de force. Le tre settimane di sosta hanno regalato alle due squadre il tempo per riposarsi e riorganizzarsi, ma anche qualche farraginosità dovuta al lungo stop. Anche per questo, la partita è un’incognita: l’ha detto Roselli in conferenza, e probabilmente lo pensa anche Maurizi, che ha promesso battaglia.

Il Teramo si è rinforzato in campo e fuori, nonostante gli imbarazzi per la trattativa con Costantino (annunciato da Campitelli, e poi smentito dal passaggio alla Triestina) e le clamorose dichiarazioni del nuovo socio Di Matteo (su cui sta intervenendo anche la commissione etica). Dall’altra parte, la Sambenedettese ha deciso di mantenere il blocco della squadra, lavorando solo sui prestiti.

Samb-Teramo, il tabellino

SAMBENEDETTESE (3-5-2) Pegorin; Celjak, Miceli, Biondi; Rapisarda, Rocchi, Caccetta (45′ Gelonese), Signori, Cecchini (83′ De Paoli); Di Massimo (60′ Stanco), Calderini (68′ Russotto) A disp. Rinaldi, Sala, Zaffagnini, Bove, Fissore, De Paoli, D’Ignazio All. Roselli

TERAMO (3-5-2) Lewandowski; Piacentini, Caidi, Fiordaliso; Spighi (80′ Mantini), Persia, Proietti, De Grazia (75′ Giorgi), Celli; Sparacello (80′ Di Renzo), Zecca ( A disp. Pacini, Vitale, Ranieri, Cappa, Barbuti, Altobelli, Ventola, Di Natale All. Maurizi

TERNA Arbitra Alberto Santoro della sezione di Messina, coadiuvato dagli assistenti M. dell’Università (Aprilia) e A. Rabotti (Roma 2)

NOTE Ammoniti: 11′ Persia, 27′ Celjak, 90′ Bove

MARCATORI 70′ De Grazia, 85′ Stanco, 89′ Miceli


Samb-Teramo, primo tempo

Prima della partita un minuto di raccoglimento in memoria di Giuseppe Nacco, segretario della Casertana scomparso improvvisamente in settimana. Poco dopo la Samb va in raccolta sotto la Curva, che aveva chiamato la squadra per salutarla con un boato. 

Il Teramo ha subito iniziato a prendere in mano la partita: in fase di possesso i due esterni (a turno, o contemporaneamente) si alzano sulla linea offensiva, dove restano anche i due attaccanti, mentre Persia e De Grazia occupano lo spazio sulla trequarti, cercando di prendere alle spalle della mediana rossoblu. Dal canto suo, la squadra di Roselli sta difendendo in modo molto intenso, con una marcatura a uomo a metà campo, e i tre difensori molto aggressivi in anticipo.

5′ Cecchini scende sulla sinistra, raggiunge il fondo e cross all’altezza del dischetto: gran palla, solo sfiorata da Calderini e Signori.

10′ Verticale di Rocchi per Calderini, che fa da sponda per l’inserimento di Di Massimo. L’attaccante riceve e affretta il tiro, trovando la deviazione di un avversario.

11′ Persia entra duro su Biondi, che era in anticipo. Prima ammonizione della partita.

15′ Cecchini raccoglie una palla vagante e cerca subito il cross in mezzo: gran palla per Calderini, anticipato da Caidi.

20′ Spighi riceve sulla destra, scende qualche metro e crossa in mezzo: dalla parte opposta arriva Celli, che prova il destro, respinto.

Le due squadre si stanno difendendo con delle marcature a uomo per quasi tutto il campo, con grande aggressività. Ne sta uscendo un gioco molto spezzettato e a ritmi altissimi.

27′ Lungo possesso della Samb, che cerca – non senza difficoltà – di districarsi dal pressing teramano; Celjak si sgancia a destra per aiutare il possesso, ma al momento del controllo scivola, favorendo il recupero degli abruzzesi. Per recuperare atterra Celli, beccandosi il giallo.

30′ Punizione dalla trequarti del Teramo, che cerca il cross in mezzo, ma finisce per accontentarsi corner. Sull’angolo di Persia, ribattuto, arriva palla a Proietti, che prova a pescare Zecca sul secondo palo: i rossoblu fanno buona guardia.

36′ Punizione dalla trequarti del Teramo. Proietti tocca corto per De Grazia, che sposta la palla e prova il tiro da fuori: largo. Intanto, seconda bombacarta sotto la curva del Teramo.

38′ Punizione della Samb dalla trequarti, che crossa in mezzo trovando la ribattuta del Teramo; sulla respinta arriva Rocchi, che rimanda la sfera in mezzo. Alle spalle della difesa abruzzese sbuca Calderini, in posizione regolare: l’attaccante colpisce al volo una palla non semplice, ma Lewandowski gli nega il gol.

43′ Palla in verticale per Di Massimo, allargatosi sulla fascia destra; l’attaccante ha la possibilità di provare l’uno contro uno con Fiordaliso, che lo chiude in corner.

Fine primo tempo. Samb e Teramo hanno dato vita ad un primo tempo molto intenso, con ritmi alti e tanta aggressività. I tanti duelli in mezzo al campo hanno spezzettato molto la gara, che pure ha regalato qualche emozione (su tutte, l’occasione di Calderini al 38esimo). 


Samb-Teramo, secondo tempo

All’intervallo in cambio per la Sambenedettese, che sostituisce Caccetta con Gelonese. Tatticamente non cambia nulla.

47′ Bella percussione di Di Massimo, che arriva sul fondo e prova a mettere in mezzo; l’attaccante recupera sulla respinta di Piacentini, ma non riesce a liberare il tiro.

49′ Signori riceve l’appoggio di Cecchini, finge di servire palla sullo spazio e torna sul destro, facendo un assist spettacolare per Calderini; l’attaccante riceve alle spalle di Caidi, stoppa e prova il mancino in girata: tiro centrale,respinto da Lewandowski. Sul prosieguo dell’azione Di Massimo va a terra sulla marcatura di un difensore, ma l’arbitro dà fallo in attacco.

52′ Grande azione di De Grazia, che riceve sulla destra, salta due avversari rientrando verso il centro e scheggia il palo con un mancino improvviso. Brivido per i rossoblu.

53′ Rocchi ruba palla sulla trequarti e allarga a destra per Rapisarda, che crossa dentro per Di Massimo: l’attaccante anticipa tutti, ma il suo colpo di testa sfiora il palo e va sul fondo.

58’Di Massimo riesce a recuperare una palla che sembrava destinata sul fondo, e approfitta della sorpresa del Teramo per cercare Rocchi in mezzo all’area di rigore; il centrocampista stoppa male, portandosi la palla in posizione defilata, ma riesce comunque a concludere. Lewandowski interviene male, ma il palo lo aiuta.

60′ Fuori un applauditissimo Di Massimo per Stanco, al ritorno in campo dopo il lungo infortunio.

64′ Respinta corta della Samb, in difficoltà sul cross insidioso di Celli; sulla palla si avventa Sparacello, murato da Miceli.

68′ Terzo cambio per la Samb: fuori Calderini, dentro Russotto.

70′ Palla in verticale della Samb per Stanco, che prova la spizzata per Russotto: spazza Caidi. Sul contropiede grandissima azione di Sparacello, che si libera di due avversari e apre una prateria per De Grazia, sulla sinistra; il centrocampista arriva a tu per tu con Pegorin, aspetta il suo movimento e lo fredda con un tiro sotto la traversa. Vantaggio Teramo!

74′ Primi tentativi di reazione della Samb, che prova a sfondare sulla destra con Rapisarda. Sulla respinta del Teramo si avventa Gelonese, che dopo un paio di rimpalli riesce di nuovo ad allargare a destra: cross in mezzo, allontana Caidi.

77′ Russotto serve sullo spazio per Cecchini, che mette in mezzo; sulla respinta torna di nuovo il terzino, che riesce a infilarsi fino ai limiti dell’area piccola: in qualche modo fa arrivare la palla sul secondo palo, in direzione di Rapisarda, che però manca il tap-in.

79′ Celjak riceve sulla trequarti e prova la percussione. Il difensore supera due avversari, arriva sul fondo e crossa in mezzo: Stanco viene anticipato da Caidi, ma sul rimbalzo ci provano ancora i rossoblu, senza fortuna. Ora la Samb sta spingendo forte.

80′ Doppio cambio per il Teramo: fuori Sparacello e Spighi, dentro Di Renzo e Mantini.

82′ Contropiede sanguinoso del Teramo, che riparte con un quattro contro quattro mentre cinque sambenedettesi restano nella metà campo avversaria; Celli sfonda sulla sinistra e mette dentro per il gol di Zecca, a gioco fermo: la palla era uscita.

83′ Fuori Cecchini per De Paoli. Rapisarda a sinistra e il nuovo entrato ala destra, con Rocchi sull’esterno.

85′ Rapisarda scende sulla fascia e mette una gran palla filtrante per Russotto, che scappa alle spalle del difensore e mette un cross perfetto per il tap-in di Stanco, che non sbaglia. PAREGGIO SAMB! 

Samb-Teramo diretta live

87′ Russotto scende sulla fascia e mette dentro per De Paoli, che controlla e prova il tiro in girata: largo.

89′ Ennesimo rimessa della Samb, respinta dal Teramo; sulla ribattuta arriva Miceli, che prova la rovesciata col destro: la palla prende una traiettoria spettacolare, supera il portiere e si spegne in rete. RIMONTA SAMB! 

90’+2 Ora il Teramo è tutto all’attacco alla ricerca del pareggio. Cross di Celli per Barbuti, che spiazza Pegorin: salva Rapisarda in scivolata. Pochi secondi dopo altra mischia in area di rigore, ma i rossoblu allontanano.

90’+3 Occasione per il Teramo in mischia, Celjak e poi Miceli allontanano. Sul contropiede tentativo di Stanco, che spara alto.

90’+5 Lancio lungo per Di Renzo, fermato all’ultimo da un difensore rossoblu. Sull’angolo la palla resta in area di rigore e diventa buona per un teramano, che prova a imitare Miceli in rovesciata. Miceli lo blocca.

Fine secondo tempo. Il boato dello stadio chiude un secondo tempo clamoroso, che regala ai rossoblu una vittoria bellissima. Il gol di De Grazia poteva spezzare le gambe a tanti, ma la squadra di Roselli ha reagito alla grande, chiudendo una rimonta esaltante e (in definitiva) meritatissima. Il 2019 non poteva iniziare meglio di così.

No comments
Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami