Samb, colpo a sorpresa: arriva Paolo Montero

Paolo Montero, Samb

La Sambenedettese Calcio ha ufficializzato Paolo Montero come nuovo allenatore del club


Colpo di scena in casa Samb: il club rossoblu ha ufficializzato la nomina di Paolo Montero come nuovo allenatore. Mentre l’attenzione di tifosi e giornali era rivolta alla scelta del nuovo direttore generale, alla ricostruzione del settore giovanile e a chiarimenti sulla cessione societaria, il presidente Franco Fedeli ha spiazzato tutti con un annuncio inaspettato. Montero allenerà per la prima volta in Italia dopo aver conseguito, il 27 settembre dello scorso anno, la qualifica UEFA A che gli permette di allenare tutte le prime squadre fino alla Serie C.

La carriera

Da giocatore Montero è stata una colonna di Atalanta e Juventus, distinguendosi nel ruolo di difensore per la sua interpretazione aggressiva del ruolo e per un carattere forte e determinato. Con i bianconeri ha vinto 5 campionati (di cui uno revocato per lo scandalo Calciopoli), 3 Supercoppe italiane, 1 Coppa intercontinentale, 1 Supercoppa Uefa e 1 Coppa Intertoto.

Dopo essersi ritirato ha allenato per circa un mese il Penarol in Uruguay. Anche le successive esperienze – con Boca Unidos, Colon e Rosario Central – hanno avuto durata breve, per un totale di 48 panchine. Ora la grande chance in Italia, alla Sambenedettese.

Il comunicato della Samb

Paolo Montero è il nuovo allenatore della Samb. L’accordo è stato raggiunto nel pomeriggio odierno al termine di un incontro con il patron Franco Fedeli e il direttore sportivo, Pietro Fusco. Paolo Montero, uruguaiano, classe 1971, da calciatore ha vestito la casacca della Juventus per 9 stagioni, dal 1996 al 2005, totalizzando 277 presenze e vincendo quattro campionati, tre supercoppe italiane, una Coppa Intercontinentale, una Supercoppa europea e una Coppa Intertoto.

Nel 2014 ha intrapreso la carriera da allenatore esordendo sulla panchina del Penarol (seriea A Uruguay), squadra che, giovanissimo, lo lanciò nel calcio professionistico. L’anno successivo passa la Boca Unidos (Serie B uruguaiana), poi due esperienze in Argentina come tecnico del Colon e del Rosario Central. E oggi il ritorno in Italia con il nuovo incarico sulla panchina della Samb (contratto annuale). La proprietà, la dirigenza e tutta la Sambenendettese augurano al neo allenatore rossoblu le migliori soddisfazioni rivolgendogli un grande in bocca al lupo per questa nuova avventura.


Le prime dichiarazioni

Domani il tecnico tornerà in Uruguay, e sarà a San Benedetto tra una decina di giorni, per la presentazione ufficiale. Intanto, attraverso i canali ufficiali della società, sono arrivate le prime dichiarazioni.

“Sensazioni bellissime, non vedo l’ora di iniziare. Mi sono sentito con Fusco l’altro ieri e ho preso il primo volo per essere a Roma oggi dal presidente. C’è stata subito grande intesa, sia con la proprietà che con la dirigenza. L’Italia è la mia seconda casa e sono felicissimo di tornare e iniziare questa nuova avventura, ringrazio la famiglia Fedeli per avermi dato questa possibilità.

Sapevo della tradizione calcistica del città e dei suoi tifosi calorosi, passionali e con tanta grinta, come piace a me! Ora avrò modo di conoscere meglio anche la città venendoci a vivere. Macaluso? Sì, lo conosco bene. Abbiamo un amico in comune (Marcelo Zalayeta). Damian è un grande calciatore e un grandissimo uomo. Sono sicuro che a breve mi chiamerà”.

 

No comments
Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami