Montero verso Fano-Samb: “Sarà una partita insidiosa”

La conferenza stampa di mister Paolo Montero alla vigilia della sfida tra Fano e Sambenedettese Calcio


Una sconfitta, una vittoria, un pareggio: quello della Sambenedettese Calcio è stato il classico inizio di campionato di una squadra profondamente rinnovata negli uomini e negli obiettivi. Alla vigilia di Fano-Samb, mister Montero si presenta ai microfoni della confenreza stampa con la consapevolezza che il lavoro da fare è ancora tanto per crescere fisicamente e tatticamente.

«Abbiamo visto le partite del Fano: è una squadra molto dinamica con giovani importanti. Sarà una gara insidiosa. Io vedo un miglioramento della squadra, continuando cosi anche noi diventeremo una squadra che può lottare per vincere. Da un punto di vista offensivo dobbiamo crescere nel cucire tra centrocampo e attacco: il gruppo sta lavorando benissimo, tutti vogliono giocare e con il recupero degli indisponibili la qualità crescerà ancora di più».

L’ipotesi turnover ora si fa più concreta e il mister rossoblu apre all’ipotesi di diversi cambi. «I nostri centrocampisti stanno correndo 11 km a partita…i terzini anche 13 km. Poi può essere colpa mia se corrono male, ma non si può dire che la squadra non corra. Nei ruoli più dispendiosi farò un po’ di turnover perché tra una settimana avremo nuovamente il turno infrasettimanale e determinati giocatori hanno bisogno di un po’ di riposo. Vi posso fare alcuni esempi: Nocciolini corre 9 km, ma gran parte di questi sono fatti con strappi ad alta velocità e potrebbe aver bisogno di rifiatare. Su Enrici, che si allena come un matto e ha margini di crescita pazzeschi, e altri giocatori faremo delle valutazioni perché non vogliamo rischiare infortuni muscolari».

Con il ritorno degli indisponibili, a centrocampo c’è varietà di scelta e di soluzioni tattiche. «Malotti è entrato e secondo me ha fatto bene, è normale che manchi il ritmo partita e che si debba adattare ai ritmi, ma è un giocatore che insieme a Bacio Terracino, Botta e D’Angelo danno qualità. D’Angelo è una mezzala di inserimento e personalità, secondo me lui può fare anche il mediano per la grande intelligenza tattica che ha, ma non lo vedo come un’alternativa nel ruolo di trequartista. Masini ha tanta qualità: mercoledì ho deciso di puntare sull’esperienza di D’Angelo, ma Masini sta lavorando molto bene così come gli altri giocatori che stanno giocando poco. Per come stanno lavorando anche loro meriterebbero minutaggio, ma io devo fare delle scelte».

È un’opzione quella di giocare con due esterni e due attaccanti?  «I giocatori ci sono per cambiare modulo, ma è una soluzione che va provata in allenamento e giocando ogni 3 giorni questo è difficile. Contro il Fano, a parte lo squalificato Di Pasquale, spero di avere tutti a disposizione. Con Biondi parleremo dopo l’allenamento, insieme allo staff sanitario, e capiremo se portarlo con noi. Rimane ancora fuori Ruben Botta e, come sapete, è un problema burocratico: potrebbe risolversi oggi pomeriggio come nel 2023».

No comments

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.