Modena-Samb, Montero: “Prestazione pessima, me ne vergogno”

Paolo Montero

La conferenza stampa di Montero a margine della partita tra Modena e Sambenedettese, finita 4 a 1. Il tecnico chiede scusa alla città, prendendosi la responsabilità della sconfitta


Nella conferenza di ieri Montero aveva presentato la partita di Modena come una gara in cui non sbagliare, perché ogni errore sarebbe potuto costar caro, e così è stato. Un’indecisione della linea difensiva è costata la rete in avvio di partita, e dopo il due a zero a inizio ripresa i rossoblu sono crollati, regalando due gol a un Modena molto attento e sempre cinico. Il gol a fine gara di Lescano rende meno pesante il risultato sul tabellino, ma non l’impressione lasciata dalla partita.

Nella conferenza post gara un Montero molto provato ha subito messo le mani avanti, dichiarando di sentirsi il principale responsabile della sconfitta: «L’altro giorno ho parlato bene della prestazione, ma questa è stata la partita più brutta da quando sono qui. Sinceramente mi vergogno. Dobbiamo essere più gruppo, avere un atteggiamento migliore, perché – anche se ad oggi siamo dentro – la sensazione che ho adesso è che finiremo fuori dai playoff».

Il tecnico prosegue: «Faccio autocritica per quanto mi riguarda. Siamo gente adulta, e ognuno deve essere responsabile. Domani faremo una riunione, e ognuno dirà quello che pensa. Noi continueremo a lavorare». Montero non nasconde il peso del risultato: «Questa è una partita per cui il presidente o i dirigenti potrebbero mandarmi via, ne sono consapevole, molto consapevole; e sarebbe giusto. Noi siamo tornati all’improvviso e non ce l’aspettavamo, sinceramente, ma in questo momento non c’entrano i discorsi tecnici o tattici. È un problema di testa, che è quella da cui parte tutto il resto. Oggi non abbiamo dimostrato assolutamente niente. Io mi prendo le responsabilità del mio lavoro, non so che altro aggiungere. Voglio solo chiedere scusa alla città, e una volta superata la tristezza continuare a lavorare, lavorare, lavorare».

8 Comments

8 Comments

  1. Teschio alato says:

    Allora vattene ma prima spiega bene cosa è successo nello spogliatoio oppure in società anzi sarebbe meglio il presidente spiegasse tutto da colantuono a Zironelli

  2. Pippo says:

    Problema di squadra…. Difesa imbarazzante ancora una volta presente d ambrosio…… ancora una volta un errore suo….. Inoltre manca il manico…. Fra montero e zironelli……

  3. Pippo says:

    Se il problema è la testa dovevi portarli in ritiro.
    Vergognati e se sai contare fino a 10…..dimmi quante partite hai vinto nelle ultime 10.

  4. lucioc says:

    <>

    L’allenatore e’ chiaramente sopraffatto dalla situazione, e involontariamemte gli e’ scappata la frase rivelatrice.

    Ci sarebbero molti aspetti da discutere, importante quello della profondita’ e qualita’ della rosa assemblata in estate e non rafforzata a gennaio, ma la situazione di oggi e’ figlia della gestione deficitaria (dilettantesca, direi) del primo cambio di allenatore, senza piano e programmazione. Finito infatti con il nuovo allenatore dimissionario senza apparente motivo (ho la mia idea) e con evidente sorpresa del presidente. Proprio dopo la chiusura del mercato di gennaio. A ben vedere, Zironelli in ogni intervista che aveva dato, fin quasi dall’inizio, aveva sassolini da togliersi dalle scarpe, chissa’ perche’, non e’ normale nessuno in societa’ se ne sia mai accorto.

    Adesso evitare ulteriori danni e cominciare a mettere le basi per il futuro: allenatore e dirigenza capace.

    1. lucioc says:

      “Noi siamo tornati all’improvviso e non ce l’aspettavamo, sinceramente.”

      La frase rivelatrice non e’ apparsa nel mio commento precedente….

  5. Simo 78 says:

    Purtroppo quando le cose vanno male pagano sempre gli allenatori, a Montero mancherà sicuramente esperienza però la squadra chi l’ha fatta quest’estate? Non ditemi soltanto lui..
    Ora vediamo col Sud Tirol, squadra abbastanza tosta, bisogna ricaricare le batterie soprattutto a livello psicologico, io potrei dargli anche un’ultima chance al mister, non l’ho mai visto così provato, speriamo che cambi modulo stavolta.
    Sicuramente era meglio il modulo 3-5-2 di Zironelli (oppure un 3-4-1-2) però Serafino e Lombardo devono giocare dall’inizio, Rossi non è ancora pronto per fare 90 minuti e si è visto.

  6. PACO 11 says:

    Non sono un tecnico ma è evidente che questa squadra non può giocare a 4 dietro premesso che nel secondo tempo di ieri c’è stato un collasso parso irreversibile e difficile da giustificare solo con le scelte tattiche.
    Avevo sperato che Montero continuasse l’ottimo lavoro fatto da Zironelli ma evidentemente non ne è stato capace.
    La società ha sbagliato a non difendere Zironelli dicendo ciò che era ovvio, ossia che il mister stava lavorando bene rispettando le potenzialità di questa rosa.
    E’ dall’inizio dell’anno che i più competenti osservatori (pochissimi) ripetono che il massimo che può ottenere la Samb è il 5-6 posto.
    E’ stato un errore da parte della proprietà non sgombrare subito il campo da false illusioni che quasi tuti i giornalai locali sbandieravano riguardo la vittoria del campionato.
    Zironelli se ne è andato (secondo il mio parere) perché era destinato a diventare il prossimo capro espiatorio.
    Ora purtroppo la stagione sembra già finita.
    Sarà difficile concludere in modo proficuo il campionato: al momento c’è un tecnico con le valigie in mano e non c’è neanche un DS pronto a ridisegnare una bozza di progetto per il prossimo anno.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.