Montero verso Modena-Samb: “Non possiamo più fare errori”

Samb, Paolo Montero

La conferenza stampa dell’allenatore rossoblu Paolo Montero alla vigilia della gara tra Modena e Sambenedettese


La cinica vittoria ottenuta dal Modena al “Riviera delle Palme” costò la panchina a Paolo Montero. Dopo un girone tra alti e bassi, e le dimissioni di Mauro Zironelli, l’allenatore uruguaiano è tornato a dirigere i rossoblu e si prepara ad affrontare la prima sfida di un trittico di fuoco: Modena, Sudtirol e Perugia. Il momento in casa Samb non è dei migliori, ma mister Montero si mostra carico alla vigilia della trasferta in terra emiliana.

“Abbiamo parlato molto in questi giorni, con qualcuno individualmente e poi oggi con il gruppo. Non possiamo più commettere certi errori perché nel girone di ritorno le partite sono molto più dure ed è difficile rimediare. La classifica sta diventando sempre più corta, si rischia di non raggiungere l’obiettivo dei playoff. Stefano Visi ha parlato con Nobile e gli ha spiegato cosa significa giocare con la Sambenedettese e andare incontro alle critiche: qui si vive di calcio tutta la settimana, Stefano lo tiene tranquillo. Io ho parlato con D’Ambrosio, non ho visto tutti gli errori che gli si rimproverano. Ho rivisto i gol presi e lui non è stato il responsabile”.

La conferenza post-Imolese ha portato a diverse critiche da parte dei tifosi, che non condividono l’analisi dell’allenatore. “Penso sia giusto che i tifosi non siano d’accordo con me. Rispetto chi critica, io ho parlato di una delle migliori prestazioni perché noi abbiamo creato almeno 8 palle gol senza concedere occasioni agli avversari. I gol subiti sono arrivati da errori individuali. Ovvio che qualche tifoso possa pensare che io sono fuori di testa, ma abbiamo rivisto la partita e sono convinto che sia così. Questo non vuol dire che sono felice: non sono tornato a San Benedetto per passeggiare, io sono qui per cercare la gloria. Posso piacere o non piacere, ma io dico ai tifosi che sono qui per fare bene”.

L’allenatore rossoblu parla anche della posizione in campo di Botta e della nuova disposizione in campo dei suoi. “L’idea è di far giocare Botta più avanti. Siamo andati a vedere le sue partite in Argentina, lui predilige partire da lontano per poi costruirsi le occasioni. Se vedete le sue gare in Argentina, lui spesso ha giocato partendo dalla fascia destra per poi muoversi liberamente. Sono dell’idea che i giocatori vadano messi nella posizione in cui sono più a loro agio: per esempio Fazzi può giocare come esterno a sinistra, potrebbe farlo in situazioni che lo richiedono ma è più a suo agio sulla fascia destra”.

La gara d’andata costò l’esonero a Montero, che a distanza di un girone ritrova una squadra con un umore ben diverso: “Nella prima parte di stagione la critica era che non creavamo abbastanza occasioni. Adesso per fortuna quel problema non c’è più, però abbiamo perso punti importanti che non torneranno. Come ho trovato la squadra a un girone di ritorno dall’esonero? Anche se non fosse in salute, non direi mai all’esterno che ci sono problemi perché sono cose dello spogliatoio che vanno rispettate. Però sono sincero quando dico che ho trovato una Samb in salute sia mentalmente che fisicamente”.

Contro il Modena, dunque, la strada da seguire è chiara: “Andiamo ad affrontare una squadra in salute, molto esperta. Non possiamo sbagliare l’approccio e sono convinto che non accadrà. L’obiettivo è creare tante occasioni come contro l’Imolese, però con più concentrazione per non commettere errori che possono costarci caro”,

1 Comment

1 Comment

  1. PACO 11 says:

    Sono d’accordo con Montero, abbiamo giocato una buona partita, risultato deciso da errori individuali.
    Però.. per difendere D’Ambrosio non si può affermare il contrario di quanto detto.
    Personalmente sono rimasto molto deluso del nostro numero 4, mi aspettavo un elemento sicuramente superiore a Miceli (il quale non mi ha mai convinto); a volte sembra che giochi con troppa sufficienza, quasi con poca voglia: questa è l’impressione (sicuramente sbagliata) che traspare dal suo atteggiamento in campo.
    Ora dove tirare fuori il carattere e dimostrare che è un buon difensore.
    Riguardo Nobile invece spero si riprenda immediatamente da questo brutto periodo perché nonostante gli ultimi errori per me resta uno dei migliori portieri di tutta la serie C.
    E lo dico convintamente, senza esagerazione.
    E’ troppo facile fare i complimenti al ragazzo quando si vince, ora addirittura qualche tifoso lo vorrebbe vedere in panchina..
    A SBT quando si “parla” di calcio forse non si conosce più il senso del ridicolo.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.