La famiglia Fanesi sporge denuncia contro ignoti

Il referto medico non sembra coincidere con l’ipotesi di una caduta incidentale


Importante novità nel caso che ha coinvolto Luca Fanesi, rimasto ferito nel post-partita di Vicenza-Samb. La famiglia del tifoso rossoblu, mediante il legale Andrea Balbo, ha infatti deciso di sporgere denuncia contro ignoti. Chiamato in mattinata, Massimiliano Fanesi (fratello di Luca) ha confermato l’intenzione di ricorrere per vie legali.

Alla base della decisione c’è l’entità del danno subito da Luca: 4 fratture al cranio, troppo vaste per credere ad una caduta incidentale. La palla, ora, passa alla Procura di Vicenza, chiamata a confermare o smentire la versione della Digos, riportata dall’agenzia Ansa.

Nei giorni scorsi l’Associazione Noi Samb ha promosso l’appello della famiglia Fanesi al fine di raccogliere testimonianze utili a far luce sulle reali dinamiche. L’Associazione continuerà a fare da tramite per i tifosi presenti sulla scena e disposti a raccontare la propria versione dei fatti.

Proseguono, nel frattempo, le grandi manifestazioni di affetto e vicinanza da parte delle tifoserie di tutta Italia. Si registrano anche il tweet dell’attore Valerio Mastrandrea, romano e romanista, oltre al post di Cristiano Militello, inviato di “Striscia la Notizia”. Per il comico, sempre attento al mondo del tifo, pare sia in programma un servizio per dare risonanza alla vicenda.

Nel frattempo, in vista della partita tra Sambenedettese e Bassano, la Curva Nord Massimo Cioffi ha deciso di organizzare un sit in pubblico davanti al piazzale antistante la Curva per informare circa la situazione di Luca Fanesi. A seguire il comunicato.

 

“Domenica alle ore 13:15, prima della gara contro il Bassano, i ragazzi della curva nord massimo cioffi terranno un sit-it pubblico davanti al piazzate della curva, aperto anche organi d’informazione, per comunicazioni in merito alla situazione di Luca Fanesi, il tifoso ricoverato in ospedale dopo la gara Vicenza – Sambenedettese”

No comments
Share: