Samb-Feralpisalò, Roselli: “Ora l’obiettivo è la salvezza”

La conferenza stampa di mister Roselli alla vigilia Samb-Feralpisalò


Dopo la sfortunata trasferta di Vicenza per i rossoblu è tempo di tornare al Riviera delle Palme, dove la Sambenedettese è chiamata alla doppia sfida interna contro Feralpisalò e Triestina. Mister Roselli presenta la sfida contro la Feralpi elogiando il progetto dei gardesani: “Una società molto forte con uno staff di altissimo livello. Da anni stanno tentando di giocarsi le loro carte per raggiungere questa benedetta Serie B. Dovremi affrontarli come abbiamo fatto nelle nostre ultime gare”.

L’allenatore rossoblu abbandona ben presto la presentazione della sfida per lanciarsi in una lunga parentesi sul momento della Samb, soppesando le opinioni che a livello nazionale circolano attorno alla società rivierasca. La causa scatenante è un articolo di un portale online nazionale che tratta di Serie C, all’interno del quale la Samb è definita come la delusione del Girone B.

“Ieri è successo qualcosa di straordinario, con una lettera da pelle d’oca. Noi stiamo dando tutti il massimo; possiamo sbagliare, ma non ci possono rimproverare di non dare tutto quello che abbiamo. Vogliamo migliorare e il lavoro è l’unica strada che conosco.

Ho letto che la Sambenedettese è una delle delusioni del Girone B. Bisogna avere la correttezza e la serietà di dire le cose come stanno. L’anno scorso la Samb è arrivata terza, certo, ma con una squadra completamente diversa. Bisogna sapere di cosa si parla, prima di dare giudizi; in questo senso non ho condiviso le parole di Colella. La nostra squadra ha tanti problemi, ma sia i tifosi che il presidente hanno detto ciò che occorre fare; l’obiettivo al momento è la salvezza.

Una persona seria come Giuseppe Magi – che reputo un grande allenatore che farà carriera – conosce la situazione, e infatti ha affermato che questa è una squadra incompleta. Come si può dire che dovremmo lottare per vincere il campionato? Ci vuole serietà, serietà, serietà.

Voi sapete bene com’era la situazione quando sono arrivato. Oggi questa squadra se la gioca alla pari con tutte – esclusa la brutta prestazione con il Ravenna. Io so che questa squadra sta crescendo e ognuno sta dando il massimo per risolvere i problemi.

Noi dobbiamo lottare per la salvezza fino a gennaio. Poi dovremo inserire 2-3 elementi per alzare il livello e colmare alcuni buchi che abbiamo nei ruoli. A quel punto il nostro obiettivo dovrà essere il decimo posto”.

La crescita della squadra sta anche nel coinvolgimento di nuovi protagonisti: “Domenica ho dato il cinque a Di Massimo facendogli i complimenti per come ha interpretato la gara. Per me ora è un titolare, nel senso che fa parte della rosa dei giocatori affidabili. Gli altri che ora non ne fanno parte non è che non siano bravi ragazzi, è che non sono ancora al livello che si richiede a San Benedetto. Ci arriveremo”.

No comments
Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami