Montero verso Samb-Feralpisalò: “Partita molto importante”

L’allenatore rossoblu Paolo Montero torna a parlare della sconfitta contro il Sudtirol e presenta la sfida casalinga contro la Feralpisalò


Dopo la brutta sconfitta di Bolzano i rossoblu tornano in campo contro un’altra delle squadre più in forma del campionato, la Feralpisalò. Dopo un inizio di campionato complicato la squadra dei leoni del Garda ha cambiato passo grazie all’arrivo di Sottili, e ha risalito la classifica grazie a un ruolino di marcia incredibile.

La conferenza di Montero parte proprio da una considerazione sullo stato di forma dei prossimi avversari: «La Feralpisalò è una squadra che in 7 partite ha vinto sei volte e pareggiato una. Ha giocatori importanti che per tanti anni hanno militato in altre categorie: è una squadra che ha mestiere, sa come giocare nei momenti opportuni e quando punirti. Una squadra cinica, fisica… è una partita molto importante per noi». Con queste parole mister Montero ha presentato la delicata sfida che vedrà fronteggiarsi al Riviera Sambenedettese e Feralpisalò.

L’allenatore rossoblu dovrà fare nuovamente i conti con un campo pesante, dal momento che il meteo prevede precipitazioni intense prima e durante la gara. «Ripeto quanto detto dopo la sconfitta contro la Vis Pesaro: il campo ha dato modo a me e ai giocatori di imparare qualcosa. Dovremo essere intelligenti e affrontare ciò che troveremo. Domani è prevista pioggia ma mi dicono che questo campo regge meglio di quello del Sudtirol e allora siamo tranquilli.

Noi dobbiamo giocare con intensità, attenzione. Oggi posso dire che vogliamo giocare con velocità ed essere intensi, ma dipende da ciò che troveremo domani. A me, da calciatore, capitava la stessa cosa ma al contrario: eravamo abituati al freddo di Torino e soffrivamo quando si giocava a Lecce o Cagliari con 25 gradi. Non lo dico per giustificare me o i giocatori: fino a marzo dovremo tenere in considerazione le condizioni atmosferiche».

Se si esclude la vittoria contro il Rimini, la squadra rossoblu è reduce da una lunga serie di sconfitte, ma il tecnico si dice convinto della bontà del percorso dei suoi giocatori. «Qui c’è una tifoseria molto esigente e calda, ma io vedo che i ragazzi escono dal campo sempre tra gli applausi. Siamo consapevoli di dover fare risultato, perché nel calcio comandano i risultati. Io vedo che qui, come in Uruguay, il risultato della domenica ti cambia l’umore della settimana. Ma questo vale anche per noi: io sono 20 giorni che non vado al supermercato, mi vergogno di perdere. Non dico che sia giusto o meno, ma siamo latini e viviamo così il calcio.

Non ho nulla da rimproverare ai ragazzi. Bisogna correggere certe situazioni ma io sento che è un girone d’andata positivo. Ho detto ai miei giocatori di ricordarsi perché siamo arrivati ad essere terzi in classifica, solo questo. Dobbiamo giocare semplice, dare ampiezza, grazie a Dio abbiamo tutta la rosa al completo ma anche con gli infortunati abbiamo giocato grandi partite».

In chiusura di conferenza stampa, Paolo Montero annuncia la titolarità di Rocchi e spende parole al miele per il suo centrocampista: «Rocchi giocherà dal primo minuto, domani valuteremo Cernigoi perché si è allenato poco per una vecchia cicatrice che gli crea problemi. Importante il ritorno di Rocchi? Carta canta: con Rocchi abbiamo vinto sempre. Non mi considero scaramantico, ma lui trasmette qualcosa ai compagni che è una realtà sotto gli occhi di tutti. Il calcio di oggi è tutta intensità. Rispetto al mio calcio, è un altro sport».

No comments
Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami