Teramo-Samb 3-1, i rossoblu escono (male) dalla Coppa Italia

I tifosi rossoblu

La tripletta di Zecca nella prima mezz’ora schianta i rossoblu. Di Rapisarda il gol della bandiera. La diretta di Teramo-Samb, 2° turno della Coppa Italia di Serie C


La musica rock del prepartita rimbomba nello stadio con un rumore molto più spigoloso, acuito dal vuoto degli spalti. A trenta minuti dal fischio d’inizio entrambi i settori sono completamente vuoti, a testimonianza dell’assoluta trascurabilità della partita, che nessuno sembra aver fretta di vedere.

In questo momento entrambe le squadre sembrano avere altre priorità. Le ha il Teramo – che con Maurizi ha vinto le ultime 3 partite, rilanciandosi in direzione playoff – e le ha la Sambenedettese – 4 punti nelle ultime 2, e buoni segnali di ripresa. Anche per questo motivo i due tecnici hanno dato spazio al turnover: a farne uso più massiccio è Roselli, che dalla metà campo in su – a parte Gelonese – cambia praticamente tutto.

Teramo-Samb, le formazioni

TERAMO (3-5-2) Pacini; Piacentini, Caidi, Vitale; Ventola, Zenuni (76′ Mastrilli), Proietti, Persia (53′ De Grazia), Mantini (76′ Ranieri); Barbuti (71′ Piccioni), Zecca (53′ Fratangelo) A disp. Natale, Lewandowski,  Bacio Terracino, Cappa, Spighi, Altobelli, Ragozzo All. Maurizi

SAMBENEDETTESE (4-4-2) Pegorin; Gemignani (62′ Rapisarda), Zaffagnini, Miceli, Cecchini; Kernezo (53′ Calderini), Rocchi (62′ Signori), Gelonese, Islamaj; Di Massimo (36′ Minnozzi), De Paoli (62′ Stanco) A disp. Rinaldi, Sala, Biondi, Di Pasquale, Demofonti, Panaioli All. Roselli

TERNA Arbitra Davide Moriconi di Roma 2, coadiuvato dagli assistenti G. Rinaldi (Roma 1) e F. Ciancaglini (Vasto)

MARCATORI 17′, 30′, 32′ Zecca


Teramo-Samb, primo tempo

Dalla curva teramana cantano “Si sente puzza di pesce”, il settore rossoblu (oltre le cento unità) risponde evidenziando che “siete sempre di meno, sempre di meno”

5′ Gelonese recupera palla e appoggia a Rocchi, che serve una bella palla per la discesa di Kernezo; l’esterno non riesce a saltare l’uomo.

6′ Ventola riceve palla sulla destra e salta tra avversari tagliando verso l’interno, mettendo in grande apprensione i rossoblu (che spazzano).

In questo inizio di partita molto meglio il Teramo, che sta controllando il possesso tenendo un baricentro molto alto. La Samb sta giocando il più semplice possibile, nel tentativo di difendersi bassa e ripartire.

10′ Islamaj sfonda sulla fascia e mette una buona palla a rimorchio per Kernezo, che spara altissimo.

14′ Gemignani riceve sulla destra e appoggia per Gelonese, che serve Islamaj sul lato opposto; l’esterno si mette palla sul destro e prova il tiro, costringendo Pacini in corner.

17′ Lancio di Caidi per Ventola, che brucia un avversario e mette una gran palla per Zecca. L’attaccante, mal controllato, deve solo appoggiare dentro. Vantaggio Teramo! 

21′ Recupero del Teramo e palla in verticale per Zecca, che può partire a campo aperto; arrivato al limite cerca il cross in mezzo per Barbuti, troppo avanzato. Nell’azione successiva buona discesa di Gemignani, che prova l’imbucata per De Paoli (in ritardo).

30′ Lancio di Ventola per Mantini, che fa da sponda per Zecca; l’attaccante riceve e spacca la porta. Raddoppio Teramo!

32′ Rilancio del Teramo per Proietti, che vince il duello con Gelonese a centrocampo e serve in verticale per Zecca. Grandissima palla: l’attaccante si infila alle spalle dei centrali e infila Pegorin con un gran destro a incrociare. Tre a zero!

36′ Di Massimo resta a terra dopo uno scontro a centrocampo e non riesce a proseguire. Entra Minnozzi.

40′ Buona occasione per Barbuti, servito a centro area; Pegorin respinge. La Samb continua a essere in grandissima difficoltà, e in questo momento non riesce quasi a superare la metà campo.

45′ Gemignani scende sulla destra e mette una gran palla per Islamaj, che controlla col tacco e prova il destro: Pacini respinge.

Fine primo tempo. Il settore rossoblu chiama sotto la curva i giocatori, che arrivano a testa bassa, stanchi come solo le democrazie sanno esserlo. I 45 minuti dei rossoblu a Teramo sono la prova dei problemi di organico paventati prima da Magi, da Roselli, e dal neo arrivato Fusco. Questo risultato è un campanello importante anche per la società, che fino ad oggi si è sempre rifiutata di ricorrere al mercato svincolati.

Teramo-Samb, secondo tempo

Nessun cambio nelle due squadre. Al 36esimo i rossoblu avevano sostituito Di Massimo con Minnozzi.

47′ Cecchini arriva ai 16 metri e taglia dentro, provando il destro (respinto). Sulla palla arriva De Paoli, che prova un tiro cross troppo lontano dai pali, e irraggiungibile per Minnozzi.

In questo secondo tempo la Samb sta giocando con un baricentro molto più alto, che sta permettendo ai due esterni di attaccare alti sul campo. Al momento il possesso si sta rivelando un po’ sterile.

53′ Secondo cambio per la Samb: fuori Kernezo, sostituito da Calderini. Poco dopo doppia sostituzione per il Teramo: fuori Zecca e Persia per Fratangelo e De Grazia.

59′ Grandissima occasione per Fratangelo, servito in verticale da Proietti; l’attaccante arriva alle porte dell’area in completa solitudine, ma spara alto.

62′ Triplo cambio per la Samb: fuori Rocchi, De Paoli e Gemignani per Signori, Rapisarda e Stanco. Ora la Samb sembra sistemata col 4-3-1-2, con Calderini alle spalle di Stanco e Minnozzi.

65′ Gran palla in verticale di Ventola per Barbuti, facilitato dal buco di Miceli; Zaffagnini copre in diagonale.

69′ Ventola riceve sulla destra e mette dentro per la testa di Zenuni, che sfiora la traversa.

70′ Cecchini scende sulla sinistra e mette un bel cross per Calderini, che non riesce a stoppare.

71′ Cambio per il Teramo, che sostituisce Barbuti con l’ex della partita, Piccioni.

73′ Contropiede della Samb e palla per Calderini, che prova il filtrante per Minnozzi; l’attaccante viene anticipato, ma sul pallone arriva Signori, che recupera e lascia la palla all’accorrente Rapisarda, che prova il destro a incrociare. Pacini para col piede, e la palla si alza con una traiettoria strana, che diventa buona per il tentativo di testa di Signori. Ventola salva in rovesciata sulla linea (ma che giocatore è Ventola? Non a caso l’avevamo messo nella Top XI dello scorso anno).

76′ Doppio cambio per il Teramo: fuori Zenuni e Mantini per Ranieri e Mastrilli.

77′ Su un’azione d’attacco della Sambenedettese un idrante sulla fascia opposta decide improvvisamente di partire, restando acceso per una trentina di secondi. I tifosi rossoblu cantano (goliardicamente) “sospendete la partita”

82′ Stanco si allarga sulla destra e mette un gran cross per Minnozzi. Libero a centro area, l’attaccante sembra perdere il contatto col terreno al momento della girata: la palla rimbalza a terra e schizza sopra la traversa.

85′ Punizione di Signori, che cerca il cross in area di rigore: dopo un paio di rimpalli il Teramo riesce a spazzare, ma la Samb recupera e riparte con un rilancio un po’ sbilenco che diventa buono per Calderini. L’attaccantr prova la percussione, ma Ventola gli sfila palla.

87′ Piccioni riceve un lancio al limite dell’area e allarga per Ventola, che prova il destro: alto.

90’+1 Gran palla di Signori per Stanco, che riesce in un controllo difficile, salta il portiere e – da posizione molto defilata – prova il mancino. La palla colpisce il palo, ma diventa buona per Rapisarda, che infila il gol della bandiera. 

No comments
Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami