Virtus Verona-Samb, Roselli: “Sarà una partita diversa dalle precedenti”

Samb-Pordenone

La conferenza di Roselli alla vigilia di Virtus Verona-Sambenedettese


Le conferenze stampa di Giorgio Roselli assomigliano più ad una chiacchierata informale tra clienti di un Caffè ottocentesco: si passa con estrema leggerezza dalla discussione dei massimi sistemi filosofici alla contingenza del contesto attuale. L’allenatore rossoblu si dilunga sull’evoluzione della tattica e dei moduli nel calcio moderno, ma la conferenza entra nel vivo quando bisogna parlare dei convocati.

Una rosa ridotta all’osso

Francesco Stanco ha avuto un risentimento nella giornata di ieri. Si sottoporrà agli esami di rito: non pensiamo che sia qualcosa di grave ma non partirà per Verona. Kernezo si è tolto il dente del giudizio e starà fuori pochi giorni, Brunetti continua a non allenarsi e Biondi sarà out. Bove era tornato ad allenarsi in gruppo, ma è nuovamente sparito dai radar; Demofonti ha un problema al ginocchio. Queste cose, però, dovete chiederle allo staff medico perché io posso aiutarvi ben poco.

Ho convocato 19 giocatori – tra cui il neo arrivato Caccetta – inclusi 2 portieri. Russotto? Siamo qui tutti insieme ad incrociare le dita. Il ragazzo scalpita, lunedì avrà degli esami medici e spero che siano i suoi ultimi. Abbiamo tante assenze, ma tutte le squadre che abbiamo affrontato avevano dei giocatori fuori. Non può essere una scusa, questa situazione c’è da quando sono arrivato, lo sapete benissimo: bastano 1-2 infortuni e la coperta diventa decisamente corta.

I prossimi avversari

Sono curioso come voi di vedere come proseguirà il percorso di crescita. Bisognerà fare i conti con una partita ben diversa: la Virtus Vecomp Verona ama chiudersi e ripartire in contropiede, a differenza delle squadre affrontate finora. Saremo chiamati a un tipo di gara diverso, vedremo come ci addatteremo. La Virtus alterna una pressione alta a una linea difensiva bassa e compatta.

Devo fare la scelta giusta nello schierare in campo gli 11-12 giocatori che sono in forma fisica e (sulla carta) mi garantiscono i 90 minuti. Poi, durante la partita, avremo la possibilità di fare i cambi e variare il piano di gioco inserendo giocatori con caratteristiche diverse.

Poche alternative in attacco 

Calderini e Di Massimo non sono prime punte. Mancando Stanco, dovremo trovare la soluzione giusta senza dimenticare che bisogna mantenere un cambio per il secondo tempo. Calderini allunga la squadra, prende i falli, salta l’uomo: se la Samb è cresciuta in queste settimane gran parte del merito è suo e di Stanco.

Il nuovo acquisto Caccetta

Può dare un grande contributo come calciatore d’esperienza. Lui e Celjak sono due calciatori che permettono di allungare la rosa e sono quelli che io definisco dei “veri” calciatori: gente che ha giocato in questa categoria e conosce bene le difficoltà di ogni partita. Si tratta di un acquisto chiesto da me? Assolutamente no, io ho sempre detto che non chiedo ai direttori sportivi giocatori che ho già allenato.

Se vengono, per me va benissimo, ma non ho nessuna preferenza e voi stessi potete testimoniare che sono venuto qui conoscendo personalmente solo Calderini, che a Cosenza faceva la panchina. Caccetta con me giocava da mediano in un centrocampo a 4: per me non è un regista puro, è una mezzala o un mediano.

No comments
Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami