Samb-Giana Erminio 1-1, i rossoblu recuperano tra le proteste

Diretta: Samb-Giana Erminio

Dalle 14.30 la diretta di Samb-Giana Erminio, 23^ giornata del girone B di Serie C


Pegorin inizia il riscaldamento sulle note country di “Nothing Breaks Like a Heart”, perfetto contorno del campo sempre più ingiallito del Riviera, messo a dura prova dal freddo degli ultimi giorni. Oggi è tornato il sole, unica temperanza di un’aria fredda e pungente. La partita con la Giana offre le stesse insidie: la squadra di Albè (tornato dopo l’infruttuoso regno del suo delfino, Bertarelli) viene da risultati poco esaltanti, ma si è dimostrata capace di fermare Ternana, Pordenone, Vis e Fermana.

Nella conferenza di ieri Roselli aveva ammesso di temere la partita, complice un’avversaria che – rispetto a Teramo e Vis Pesaro – avrebbe fatto tutto meno che la partita. Da qui, probabilmente, la scelta del duo offensivo composto da Calderini e Russotto. Due giocatori tecnici e mobili, che proveranno a lasciare meno punti di riferimento possibili (una soluzione caldeggiata già un paio di mesi fa, ma provata solo oggi). Dall’altra parte la Giana conferma il 3-5-2, Dalla Bona al a guidare il centrocampo, e la coppia Perna-Jefferson in attacco.

Samb-Giana Erminio, il tabellino

SAMBENEDETTESE (3-5-2) Pegorin; Biondi (70′ Caccetta), Miceli, Zaffagnini; Celjak (78′ D’Ignazio), Ilari, L. Rocchi (54′ Stanco), Signori, Rapisarda; Calderini (78′ Di Massimo), Russotto A disp. Rinaldi, Sala, Gelonese, Bove, Brunetti, Fissore, De Paoli, Panaioli All. Roselli

GIANA ERMINIO (3-5-2) Leoni; Perico, Bonalumi, G. Rocchi; Iovine, Piccoli (90′ Barba), Dalla Bona, Pinto, Lanini; Perna (90′ Rocco), Jefferson (63′ Seck) A disp. Taliento, Ababio, Pirola, Mandelli, Capano, Sosio, Mutton All. Albè

TERNA Arbitra Nicolò Cipriani della sezione di Empoli, coadiuvato dagli assistenti G. Nuzzi (Valdarno) e L. Testi (Livorno)

MARCATORI 51′ Jefferson, 87′ Miceli

NOTE Ammoniti: 37′ Rapisarda, 42′ Russotto, 52′ Pegorin, 52′ Iovine, 90’+1 Bonalumi | Espulsi: 57′ G. Rocchi (doppia ammonizione), 90’+4 Miceli (comportamento scorretto)


Samb-Giana Erminio, primo tempo

1′ Samb subito aggressiva: lancio in verticale per Russotto, che non riece a liberarsi della marcatura di Dalla Bona: corner. Sull’angolo palla indietro per Signori, che prova il cross in direzione di Ilari: blocca Leoni.

6′ Jefferson si libera dalla marcatura di Biondi e appoggia per Pinto, che si allarga a sinistra e restituisce all’attaccante, in area di rigore; il brasiliano fa scorrere sulla destra per Piccoli, che mette dentro: spazza Zaffagnini.

8′ Gran palla di Celjak per Russotto, che controlla bene, ma si vede respingere il tiro; sulla ribattuta Rocchi riesce a guadagnare punizione dai venti metri. Sulla battuta va proprio Russotto, che supera la barriera e costringe Leoni in corner.

10′ Russotto batte corto per Calderini, che salta un avversario e prova il tiro-cross: la palla prende una traiettoria strana, supera il portiere e si stampa sulla traversa. Brividi per la Giana.

16′ Dalla Bona allarga per Pinto, spostatosi a sinistra: il centrocampista salta Ilari con un controllo orientato, rientra sul destro e prova il tiro sul palo lontano. Alto.

Ora fase molto bloccata della partita, complici due squadre che stanno mancando nelle soluzioni di qualità palla al piede. La Giana sta provando a fare di più la partita, mentre i rossoblu si stanno accontentando di difendere bassi e sfruttare eventuali spazi in contropiede.

26′ Lancio lungo per Jefferson, che riesce a controllare nonostante la copertura di due avversari; l’appoggio per Piccoli mette in apprensione i rossoblu, ma Zaffagnini salva tutto con un grande intervento.

27′ Perico anticipa un avversario e avanza qualche metro, approfittando dello spazio davanti a lui; arrivato ai 25 metri prova il destro: alto.

32′ Dalla Bona cerca in verticale Perna, anticipato da Biondi; Ilari arriva sulla palla vagante e prova a lanciare subito in verticale, senza trovare nessuno. Dalla tribuna del Camp Nou arrivano fischi, che si ripetono sul rilancio in fallo laterale di Pegorin. In curva si alza il coro “Forza ragazzi!”.

37′ Rapisarda atterra Piccoli, che stava partendo in contropiede. Giallo.

39′ Rocchi calpesta un piede a Russotto a gioco fermo, volontario o forse no. Russotto spintona l’avversario e protesta col gardalinee, da autentico pariolino.

42′ Ilari salta Perna con un sombrero, manca il secondo dribbling ma torna sul pallone e allarga a destra; Rapisarda scende sulla fascia sinistra, mentre in mezzo Russotto va a terra lamentando un colpo da parte di Rocchi. Celjak mette fuori, l’arbitro arriva e – tra le tante proteste – decide di ammonire entrambi.

45′ Palla in verticale per Russotto, che serve subito di tacco per Rocchi; il centrocampista serve in verticale per Signori, che scende sulla sinistra, aspetta la sovrapposizione di Rapisarda e rientra sul destro colpendo con un cross forte e basso in mezzo. Bonalumi arriva sul pallone e spazza quasi addosso a Russotto, che non riesce a controllare.

Fine primo tempo. I rossoblu tornano negli spogliatoi ascoltando le urla (isolate) dei tifosi in tribuna centrale, che non hanno mancato di far sentire la loro insofferenza per questo primo tempo. Dopo un inizio acceso (subito due occasioni, con Russotto e Calderini) la squadra di Roselli non è riuscita a prendere in mano la partita, complici la prestazione volenterosa della Giana e la poca qualità in fase di possesso. Finora la coppia Russotto-Calderini non ha funzionato, ma basta un secondo per cambiare tutto.


Samb-Giana Erminio, secondo tempo

Scopriamo ora che Albè non è in panchina, complice un’influenza. O forse non voleva vederla neanche lui. Intanto inizia la ripresa, nessun cambio.

La Samb sembra partita con l’intenzione di pressare più alta, con l’intenzione (probabilmente) di creare pericoli grazie al recupero alto del pallone.

51′ Contropiede della Giana, che riesce a servire Iovine alle spalle della mediana; l’esterno scende sulla destra, resiste all’intervento di Rapisarda e appoggia per Dalla Bona. Il centrocampista ha tutto il tempo per controllare e aspettare il movimento di Jefferson, servito con un cross nel cuore dell’area di rigore. L’attaccante vince il duello con Zaffagnini e colpisce di testa a incrociare: la palla sbatte sul palo interno e viene respinta da Pegorin sulla linea. L’arbitro (su segnalazione del guardalinee) assegna il gol. Vantaggio Giana!

52′ Forti proteste dei rossoblu: l’arbitro ammonisce Pegorin. Sull’azione successiva ammonito Iovine per un fallo su Calderini.

54′ Fuori Rocchi per Stanco. Ora Samb col 3-4-3, con Stanco centrale, Calderini a sinistra e Russotto a destra. In mediana Ilari e Signori.

57′ Russotto riceve sulla sinistra e salta netto Rocchi, che lo atterra. L’arbitro arriva e gli mostra il secondo giallo: Giana in dieci!

60′ Punizione di Russotto, che pesca Miceli sul secondo palo: il centrale prova il destro al volo, ma Leoni respinge.

63′ Fuori Jefferson per Seck. Il brasiliano se la prende molto, molto comoda. Ora la Giana dovrebbe giocare col 4-4-1, con i due esterni abbassati in linea coi centrali, Pinto esterno destro a centrocampo e il nuovo entrato sulla fascia sinistra.

64′ Buona occasione per Calderini, spostatosi a destra, che prova a infilarsi nei pressi dell’area piccola: esce Leoni.

65′ Russotto raccoglie una respinta corta e prova il cross verso il secondo palo: Bonalumi respinge in corner.

69′ Signori appoggia corto per Ilari, che pesca Russotto al limite dell’area; l’attaccante ruota col corpo liberandosi del difensore e prova il destro a giro: alto.

70′ Fuori Biondi per Caccetta. Ora la Samb dovrebbe risistemarsi col 4-4-2, con Ilari al fianco di Stanco e sugli esterni Russotto e Calderini.

74′ Perna riceve un lancio lungo, copre sulla pressione di Zaffagnini e allarga sulla trequarti per Dalla Bona, che serve splendido filtrante per Seck. Il centrocampista arriva a tu per tu con Pegorin, che fa una grande parata. Sulla respinta Dalla Bona torna sulla palla e prova Piccoli, che ci prova di nuovo: Pegorin para anche questa.

75′ Ora Samb tutta all’attacco, con la Giana a protezione della propria area di rigore. Cross in mezo di Russotto, Perico spazza in corner. Sull’angolo successivo altra mischia, risolta da Bonalumi. Stanco intuisce la respinta corta della Giana, arretra fino al limite e colpisce la palla con un gran destro all’angolino: salva Leoni.

78′ Doppio cambio per la Samb: fuori Celjak e Calderini per D’Ignazio e Di Massimo. Ora Rapisarda va a destra, Di Massimo seconda punta e Ilari largo sulla fascia.

81′ Lancio di Rapisarda per Stanco, che riesce a toccare per Russotto; l’attaccante vince il contrasto con un avversario e prova a liberare Di Massimo, ma viene atterrato; l’arbitro lascia proseguire, e fischia il fallo sul tentato anticipo di Zaffagnini.

82′ Rapisarda serve in verticale per Di Massimo, che scende sulla destra e mette un ottimo cross per Stanco: l’attaccante riesce a colpire nonostante la marcatura, ma non trova lo specchio.

84′ Lancio della Samb per Stanco, che riesce ad appoggiare per Di Massimo; l’attaccante spezza il raddoppio di due avversari e allarga a sinistra per  D’Ignazio, che avanza alcuni metri e serve Russotto al limite dell’area. L’attaccante rientra sul destro e cerca il primo palo, ma colpisce male.

86′ Punizione corta di Miceli per D’Ignazio, che lancia lungo verso Di Massimo; l’attaccante riesce a spizzare per Rapisarda, che arriva come un treno e mette dentro: corner.

87′ Angolo di Di Massimo per Rapisarda, che spizza dal primo palo in direzione di Stanco; l’attaccante finisce a terra sulla marcatura di un avversario, ma la palla resta all’interno dell’area piccola. Miceli arriva prima di tutti e infila in rete. PAREGGIO SAMB!

89′ Altro cross nel mucchio: sulla respinta della Giana arriva D’Ignazio, che prova il tiro, respinto. Sulla palla arriva ancora una volta Miceli, che manca il bis.

90′ Doppio cambio per la Giana: fuori Piccoli e Perna per Barba e Rocco.

la Samb sta spingendo con tutte le sue forze, ma una volta arrivata al limite dell’area sbaglia spesso l’ultimo passaggio.

90’+4 Rosso diretto per Miceli, punito per uno scontro con Pinto. Poco dopo arriva il triplice fischio finale.

Fine secondo tempo. Alla fine della gara l’arbitro viene circondato dai giocatori rossoblu, che protestano sia per il gol subito che per alcuni decisioni nel finale di partita. La palla non sembrava essere entrata completamente, ma l’unica certezza resta l’uno a uno finale. Dodicesimo risultato utile consecutivo, per i rossoblu, alla quarta rimonta consecutiva.

No comments
Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami