Vernecchie neroverdi: 21^ puntata (Pordenone-Samb)

Vernecchie: Pordenone-Samb

La rubrica in cui la tunica del giornalista scopre la pelle del tifoso, con Angelo A. Pisani e Michele Palmiero. Puntata post Pordenone-Samb


Siamo qui da tre giorni, e il clima è molto più mite di quanto non suggeriscano i soliti pregiudizi sul Nord. Pordenone è tutto sommato una bella città. Non c’è il mare, ed è forse per questo che la pioggia non trasforma ogni pontino in un incubo acquatico, ma in compenso ci sono tanti palazzi storici, tre teatri (tra cui un Concordia!) e un paio di castelli. Il presidente Lovisa ci sta facendo alloggiare a Villa Cattaneo, che abbiamo scelto perché credevamo fosse dedicata all’ex trequartista neroverde. Ogni tanto facciamo un giro al PAFF!, dove c’è una monografia sulle copertine di Madou.

Michele Palmiero: Chi l’avrebbe detto? Dopo i complimenti di Lovisa per l’articolo puntavamo al massimo a un paio di magliette, e invece ci hanno assunto con un quinquennale con opzione di rinnovo. Non pensavo esistessero contratti così lunghi…

Pordenone-Samb

Angelo A. Pisani: Ora che sei al Nord ti devi impegnare, perché qua sono molto seri e la concorrenza è agguerrita. Giù eravamo gli unici a fare i meme (a parte qualche goffa imitazione), qui li fa anche l’ottimo ufficio stampa (anche se usano un po’ troppo il TT/BT). La concorrenza è alta, caro mio.

Michele: Se non fosse stato per i maledetti hacker (e le loro foto del rogo del Ballarin per “un tifo infuocato”) avremmo avuto tanta concorrenza anche a San Benedetto. A proposito di sabotaggio, hai visto che partita bloccata è venuta fuori contro la Samb?

Pordenone-Samb

Angelo A: Sì, ci hanno ingabbiato abbastanza bene. Loro hanno fatto un’ottima partita, hanno difeso bene il campo e sono stati sempre aggressivi, costringendoci a rinunciare alla solita verticalità. Dispiace aver sciupato il bel gol di Gavazzi, ma alla fine un pareggio in casa – contro una squadra così attenta e bloccata – può capitare. Non è un dramma.

Michele: Devo fare i complimenti al giovanotto che siede sulla panchina rossoblu: ha preparato benissimo la partita, bloccando le vie centrali e mortificando i movimenti tra le linee dei nostri migliori giocatori. Berrettoni ha fatto tanta fatica, Burrai è sembrato un fantasma… Non capisco come facciano a criticare Roselli, a San Benedetto.

Pordenone-Samb

Angelo A: Ah boh. Quando è arrivato erano penultimi, ora sono in piena zona playoff. Roselli ci ha messo un po’ a mettere a posto la squadra, ma una volta che son passati al 3-5-2 sono diventati un’altra squadra. Ricordo che ci misero in difficoltà anche in casa loro, siamo riusciti a riprenderla grazie a un po’ di fortuna. Nel frattempo noi siamo cresciuti tanto, nella gestione delle partite, ma il pareggio di domenica dimostra che sono cresciuti anche loro.

Michele: Noi siamo fortissimi, fisicamente e mentalmente, ma sono dell’idea che stiamo diventando abbastanza facili da leggere tatticamente. Il 4-3-1-2 di mister Tesser garantisce il controllo del pallino del gioco e tanta fluidità di manovra, ma alla lunga le squadre imparano a difendersi e a bloccare il centro dell’azione. Mi dispiace ma devo dirlo: basta con questo rombo a centrocampo, sono anni che giochiamo sempre alla stessa maniera. Non possiamo avere anche noi questo benedetto 3-5-2? Lo usa il 90% delle squadre di Serie C, ci sarà un motivo…

Angelo A: Beh, i giocatori ci sono. A differenza di altre squadre abbiamo tante alternative, tecniche e tattiche: giocatori come Misuraca, Zammarini, Gavazzi e Bombagi sono bravi a controllare il possesso, ma possono anche giocare un calcio più verticale e aggressivo. Detto questo, secondo me il problema è stato che non abbiamo controllato abbastanza bene il possesso, che con un po’ più di costanza ci avrebbe aiutato a disordinare la difesa rossoblu. Del resto, nel calcio di oggi è importantissimo aprire spazi col possesso da dietro, a tutte le categorie.

Pordenone-Samb

Michele: Sono d’accordo con te, chissà se lo è anche il Presidente. Hai seguito la sua conferenza?

Angelo A: In che senso “la conferenza”? Mica ha parlato dopo la partita… Hai mai sentito di un presidente che va a parlare alla stampa tutte le settimane?


La copertina di Madou è ispirata alla copertina di Dr Jeckyl e Mister Hyde. Potete partecipare alle Vernecchie commentando i post, scrivendo sulla pagina facebook o inviando una mail. E se vi va potete iscrivervi anche al nostro canale Telegram. Accettiamo consigli, domande, critiche e persino insulti velati!

No comments
Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami