Cesena-Samb, Fedeli: “Bella squadra”, Montero: “L’espulsione di Santurro? Io ho il record”

Conferenza: Cesena-Samb

La conferenza stampa a margine di Cesena-Samb, vinta dai rossoblu col risultato di 3 a 1. Parlano il presidente Fedeli, Francesco Modesto e Paolo Montero


Per la prima volta nella sua storia la Sambenedettese sbanca il Manuzzi di Cesena, per la prima volta dopo 10 precedenti in campionato, dove i rossoblu avevano segnato soltanto due gol. Stavolta i rossoblu ne hanno fatti tre tutti in una volta, guadagnando tre punti importantissimi. Il 3 a 1 regala la terza vittoria consecutiva in campionato, e lancia verso l’alto la classifica dei rossoblu.

Franco Fedeli

Noi abbiamo fatto una grossa partita, ci siamo grattati un po’ sul 2 a 1 ma poi ci siamo messi al sicuro. Il nostro portiere non ha fattouna bella cosa, se vai a perdere tempo in questo modo è facile che vai a finire in questo modo. Se sono soddisfatto? Sarei scemo a non esserlo. Ad inizio secondo tempo ho pensato “se superiamo i primi quindici minuti è fatta”, non ci siamo riusciti ma fortunatamente abbiamo fatto il 3 a 1.

Questo è un bel gruppo, quando qualcuno esce per un altro non si lamenta nessuno. Oggi hanno fatto tutti bene, certamente il nostro centrocampista trottolino, cioè Rocchi, ha fatto un’ottima partita. Sono contento che il Padova abbia perso ma non penso ai primi posti perché mi viene il mal di testa. Prima la salvezza? Non è un nostro problema.

Questa Samb mi piace molto, come mi piacevano anche altre… La seconda mi è piaciuta molto, la terza un po’ meno e la quarta per niente (la terza Samb è quella arrivata al terzo posto, immaginiamo che il presidente si sia confuso, ndr). Vediamo come va questa stagione.

Paolo Montero

Secondo me abbiamo fatto un tempo per uno, noi siamo stati fortunati in certe situazioni ma siamo stati bravi a fare gol nei momenti importanti per noi. La fortuna ce la andiamo a giocare, certo; la fortuna aiuta gli audaci, e noi vogliamo essere audaci. Oggi non ho messo subito la difesa a cinque perché avrei dato un messaggio sbagliato alla squadra: in quel momento il messaggio era di dover fare il 3 a 1, e l’abbiamo fatto. Nel finale stavamo soffrendo e siamo passati a cinque.

Il Cesena non merita la classifica che ha, fa un calcio propositivo e gioca molto bene. Ho parlato con Modesto e gli ho espresso la mia stima, in ogni gara la sua squadra ha cercato di proporre e ha fatto bene. Preferisco giocare e magari perdere contro squadre come questa. A me il Cesena ha fatto una grande impressione, preferirei perdere come loro oggi che difendendomi per 90 minuti.

Noi nel primo tempo abbiamo coperto bene le loro giocate sulla catena di destra, nella ripresa abbiamo subito un po’ di più. Ci sono partite in cui abbiamo giocato bene ma alla fine abbiamo perso o pareggiato, altre in cui abbiamo preso un po’ più di quanto meritavamo. Questo è un campo da Serie A, a tutti piacerebbe giocarci, oggi sarebbe piaciuto entrare anche a me.

L’espulsione di Santurro? Io non posso parlare proprio di espulsioni, ho il record… Secondo me un giocatore si comporta male quando non dà il massimo o manca di rispetto ai compagni; una cosa come quella di oggi, in partita può sempre succedere. Per la prossima diamo fiducia a Raccichini.

Francesco Modesto

Penso che la gara era molto in bilico, ci sono state diverse occasioni da parte nostra e da parte loro. La Samb è stata brava ad andare in vantaggio e credo che nel primo tempo abbiano fatto qualcosa in più. Nella ripresa noi abbiamo fatto molto bene, abbiamo creato molte occasioni da rete e abbiamo preso anche un palo e una traversa; purtroppo abbiamo subito il 3 a 1, e da quel momento era molto difficile tornare in partita.

La Sambenedettese ha giocatori molto importanti e bravi nell’uno contro uno, non siamo riusciti a limitarli nel modo giusto. Nel primo gol loro eravamo piazzati molto bene, era una palla morbida e potevamo difenderla sicuramente meglio. I calci piazzati possono sempre decidere le gare, noi in settimana ci lavoriamo tanto ma dovremmo fare di più.

Ad oggi dobbiamo migliorare soprattutto nel recupero della palla, soprattutto quando la perdiamo in zona offensiva; noi dobbiamo essere bravi ad accorciare in avanti, al momento lo facciamo solo a tratti e non basta. La scelta di Ciofi sulla destra serviva a controllare meglio la loro catena sinistra, dove ci sono Di Massimo e Frediani; nel primo tempo da quella fascia abbiamo rischiato poco, nella ripresa ho messo Zecca perché ci serviva spinta.

Oggi c’è stata un po’ di sfortuna ma la Sambenedettese ha meritato di vincere la gara, noi non dobbiamo cercare alibi e fare sempre di più. Riscatto a Rimini? Noi vogliamo vincere tutte le partite, per noi e per i tifosi. Oggi ci hanno spinto dal primo all’ultimo minuto, a fine gara hanno tutto il diritto di fare le loro critiche.

No comments
Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami