Montero verso Triestina-Samb: “Siamo carichi”

Paolo Montero

La conferenza stampa di Paolo Montero alla vigilia di Triestina-Samb, 21^ giornata del girone B di Serie C


Dopo una pausa insolitamente lunga i rossoblu si trovano ad affrontare un gennaio pieno di impegni, sia dal punto di vista societario − col calciomercato che entra nel vivo − che da quello tecnico. Lo sciopero dello scorso dicembre ha compresso ulteriormente il calendario, e da qui  a fine mese i rossoblu saranno attesi da quattro partite. La prima tappa del tour de force sarà a Trieste, una trasferta complicata in cui i rossoblu cercheranno di invertire il trend negativo.

La condizioni della Samb

Le prime parole di Montero si concentrano sulla condizione psicofisica della sua squadra: «Dobbiamo pensare che sarà un girone molto corto, nel senso che durerà molto poco, nel senso che inizia l’11 gennaio e finisce il 26 aprile; durerà poco più di tre mesi, in cui giocheremo altre 20 partite. Quindi dobbiamo curarci bene e arrivarci molto concentrati. Ho detto ai ragazzi che il nostro obiettivo sarà quello di riconfermare le cose positive».

Rispetto alla partita di Carpi servirà una marcia in più: «Dovremo fare meglio, sicuramente; secondo me non abbiamo meritato di perdere, però è anche vero che non siamo quasi arrivati nella porta avversaria. Voglio vedere la squadra delle prime 12-13 giornate, prima che gli infortuni e le squalifiche rallentassero il nostro cammino».

I prossimi avversari: la Triestina

Di fronte ci sarà la Triestina, una squadra che dal canto suo farà di tutto per superare un inizio di stagione molto al di sotto delle aspettative. Gli alabardati hanno dato prova di voler investire già in questa sessione di mercato, durante la quale hanno già chiuso per l’arrivo di Lodi dal Catania. Un giocatore importante, nonostante l’età avanzata: «Lodi sappiamo chi è, giocava anche all’epoca mia; ora ha una certa età, ma resta un giocatore importante con esperienza in tutt’altre categorie».

«Non so se giocherà − ha aggiunto − ma noi non dobbiamo pensare a Lodi. Ci troviamo contro avversari che si devono riscattare, perché hanno una squadra importante che ha speso tanto, e ora si trovano in una situazione difficile. Ormai il primo posto è complicato per loro, quindi sono un avversario diretto per i playoff».

In ogni caso, il tecnico rossoblu è ottimista: «Fisicamente stiamo bene, ci siamo allenati anche sotto Natale e guardando i dati sul gps abbiamo fatto buonissimi allenamenti. A livello fisico sono convinto che siamo tornati al livello delle prime partite, e mi rendo conto che hanno voglia di giocare».

Le condizioni di Santurro e Rocchi 

Sul ritorno di Santurro Montero è abbastanza cauto: «Vedremo sabato mattina, però considerando il lungo stop di questo mese e i sacrifici che ha fatto nel girone di andata, giocando anche quando aveva problemi alla gamba e alla spalla, penso di non rischiarlo. Se ti fai un infortunio muscolare rischi di perdere mezzo girone, perché ad aprile abbiamo già finito». In caso di defezione toccherà a Mussolo, il secondo portiere arrivato ieri dalla Virtus Entella.

Il tecnico non ha sciolto tutti i dubbi, ma l’esordio del nuovo acquisto sembra la cosa più probabile: «A Santurro abbiamo chiesto tanto, anche col Carpi si era fatto male e ha voluto stringere i denti. Ma ora ci sono quattro partite in meno di un mese, non vogliamo rischiare di perderlo». Stesso discorso per Rocchi: «È tornato, siamo molto felici, ma non vogliamo rischiarlo; nelle ultime settimane non si è fermato, come Santurro, ha lavorato anche sotto le vacanze ed è tornato in buona condizione. Gli manca il ritmo gara, ma sta benissimo».

Verso Triestina-Samb

Il tecnico sarà costretto a vedere la partita dalla tribuna per colpa della squalifica rimediata a Carpi (V ammonizione). A dire la verità, Montero si è ricordato dell’eventualità grazie ad una domanda in conferenza stampa. «Per regolamento non posso neanche scendere nello spogliatoi, non posso farmi vedere. Dovrò caricare il telefono».

Imprevisti a parte, l’allenatore rossoblu è positivo riguardo alle condizioni della squadra: «I tre giorni in cui ci siamo allenati sotto Natale ci saranno molto utili. I ragazzi potevano scegliere di avere nove giorni di vacanza, e invece hanno scelto di allenarsi tre giorni di più. Questa cosa mi riempie di orgoglio, e sono certo che ci ha aiutato. Oggi ho visto molto bene tutti: è cresciuta l’intesa tra Orlando e Frediani, il riposo ha fatto bene ai ragazzi e anche Di Massimo – che non gioca – sta molto bene».

«Se facciamo bene nelle prossime quattro partite abbiamo la possibilità di spaccare la classifica. Dobbiamo stare più attenti negli ultimi minuti, perché anche se sei stanco non bisogna mai perdere la concentrazione. Molti gol degli avversari, per tutto l’anno, sono arrivati per errori nostri; noi anche abbiamo fatto qualche gol su errore degli avversari, ma molti ce li siamo costruiti noi. Se miglioriamo questo aspetto cresceremo».

No comments
Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami