Samb-Mestre 0-2, Rubbo e Sottovia freddano i rossoblu

Samb-Mestre

A partire dalle 20.45 la diretta live di Samb-Mestre


L’anticipo della 26^ giornata di Serie C ha il senso di un atto finale. Dopo i pareggi con Padova e Reggiana i rossoblu affrontano il Mestre nel tentativo di raggiungere la prima vittoria del 2018 e (soprattutto) dare una nuova luce alle ultime prestazioni, ottime al di là del risultato. Di fronte c’è un avversario semplice solo in apparenza: la squadra di Zironelli ha un impianto tattico di alto livello, e nessuna voglia di arrendersi.

I rossoblu confermano in blocco la squadra che ha affrontato la Reggiana, con Esposito e Bellomo dietro Miracoli; dall’altra parte il Mestre – complice l’assenza di Beccaro – torna al 3-5-2, con Rubbo mezzala sinistra e la coppia Neto-Spagnoli in attacco. Qui la puntata de La Rifinitura dedicata a Samb-Mestre.

Samb-Mestre, le formazioni

SAMBENEDETTESE (3-4-3) Perina; Conson, Miceli, Di Pasquale (45′ Di Massimo); Rapisarda, Bove (45′ Bacinovic), Marchi (82′ Gelonese), Tomi; Esposito (68′ Stanco), Miracoli, Bellomo A disp. Pegorin, Ceka, Mattia, Demofonti, Tirabassi, Candellori, Patti, Aridità All. Capuano

MESTRE (3-5-2) Gagno; Politti, Perna, Gritti; Lavagnoli, Casarotto, Boscolo Papo (76′ Zecchin), Rubbo (85′ Beccaro), Fabbri; Neto Pereira (55′ Sottovia), Spagnoli A disp. Favaro, Ayoub, Kirwan, Boffelli, Stefanelli, Mordini, Bonaldi, Sottovia, Stensson All. Zironelli

TERNA Arbitra Daniele De Santis di Lecce, coadiuvato dagli assistenti Arcangelo Vingo (Pisa) e Nicola Nevio Spinello (Avellino)

NOTE Ammoniti: Tomi, Sottovia, Bellomo

MARCATORI 35′ Rubbo, 67′ Sottovia

Samb-Mestre

[nextpage title=”Samb-Mestre, primo tempo”]

3′ Bellomo riceve sulla verticale di Tomi e prova il cross per l’inserimento di Marchi, anticipato.

5′ Lavagnoli controlla sulla destra e serve dentro per Papo, fermato dal rientro di Esposito; il trequartista controlla e prova a verticalizzare per Miracoli, anticipato.

6′ Rapisarda scambia con Esposito e prova la percussione, fermato; sulla ripartenza mestrina i rossoblu sono subito aggressivi, e recuperano. In questa fase molta aggressività da entrambe le squadre, con continui cambi di possesso.

9′ Bove cambia gioco verso Bellomo, che rientra sul destro e mette dentro; palla lunga per Miracoli, che aveva attaccato il primo palo.

In questa fase la Samb sta pressando molto alto, coi tre giocatori offensivi in azione di disturbo sulla difesa, compreso il portiere.

14′ Miracoli riceve e appoggia per Esposito, che parte poco dietro e taglia verso il destro: tiro alto.

18′ Lancio di Conson per Miracoli, che vince il duello aereo e lancia la ripartenza di Esposito; l’attaccante supera Perna, ma viene fermato dal ritorno di Papo. Sulla ripartenza il Mestre controlla il pallone e gira verso la destra, dove Lavagnoli prova il cross: respinge Di Pasquale.

22′ Sulla rimessa di Gagno i rossoblu pressano altissimo, con Marchi che va a disturbare Gritti quasi sulla linea di fondo, costringendolo al rilancio. Sulla palla si avventano i rossoblu, che riescono a recuperare e servire Esposito. L’attaccante salta un avversario, ma nulla può sul raddoppio di Casarotto.

25′ Lavagnoli scende sulla destra e mette dentro per Neto Pereira, che nonostante la marcatura di Conson – e pur scivolando scivola a terra – riesce a direzionare. Palla a un soffio dal palo. L’abitro fischia fallo in attacco, forse per un tocco di mano.

26′ Angolo di Bellomo per Miceli, che direziona bene ma con poca forza: blocca Gagno.

Samb-Mestre

Partita molto accesa. La Sambenedettese sta cercando di sabotare il possesso del Mestre con una pressione altissima – anche sul portiere – costringendo gli arancioneri a buttare qualche pallone. La squadra di Zironelli non rinuncia a giocare palla a terra, cercando di costruire superiorità posizionale con una linea offensiva di cinque giocatori.

32′ Bellissima azione del Mestre in ripartenza: scambio breve tra Neto e Boscolo e palla a sinistra per Fabbri, che aspetta la sovrapposizione proprio di Neto e lo serve sul fondo; il cross in mezzo è pericolosissimo: Spagnoli batte un rigore in movimento, ma Miceli salva tutto. Sul prosieguo dell’azione preziosissimo recupero di Esposito.

35′ Papo conduce palla fino alla trequarti e serve il taglio di Neto, che si libera della marcatura con uno stop a seguire e serve in mezzo Rubbo, che appoggia a porta vuota. Posizione dubbia.

41′ Punizione della Samb dalla metà campo: palla corta verso Esposito, che controlla sulla trequarti e mette dentro; Conson svetta sul secondo palo e infila alla sinistra di Rubbo. In fuorigioco, però: l’arbitro annulla per un fuorigioco.

Capuano si lamenta per l’assegnazione del gol dato al Mestre, secondo lui in fuorigioco. Dalla curva si alzano cori che mettono in dubbio la rispettabilità delle genitrici della terna arbitrale.

43′ Percussione centrale di Marchi, atterrato: punizione dal limite. Sulla palla va Tomi, che prova il sinistro sotto all’incrocio lontano: fuori di un soffio.

45′ Intervento durissimo di Tomi su Rubbo: solo giallo.

Fine primo tempo. Rossoblu e arancioneri danno vita ad un primo tempo molto equilibrato e vivo, con tante occasioni e ribaltamenti di fronte. Nella prima fase meglio i rossoblu, che però – col passare dei minuti – lasciano più spazio al Mestre, che alla prima occasione va in gol con Rubbo. I rossoblu hanno reagito subito (con il gol annullato a Conson e l’occasione di Tomi), ma nella ripresa ci vorrà qualcosa di più.

[nextpage title=”Samb-Mestre, secondo tempo”]

All’intervallo doppio cambio sorprendente per i rossoblu: dentro Bacinovic (che giusto ieri era stato ritenuto non pronto fisicamente) e Di Massimo (a cui Capuano non ha risparmiato critiche, in settimana). Escono Bove e Di Pasquale. Ora la squadra è col 4-3-3, con Tomi e Rapisarda terzini, Di Massimo esterno alto e Bellomo mezzala.

48′ Cross di Marchi per Miracoli, a terra sulla marcatura di Perna. L’arbitro fa cenno all’attaccante di alzarsi.

50′ Azione insistita di Marchi, che poi appoggia a Miracoli; l’attaccante finta il cambio verso sinistra e serve la percussione per Rapisarda, fermato.

55′ Marchi cambia a sinistra per Bellomo, che arriva sul fondo e mette dentro: Gritti devia in corner. Sugli sviluppi dell’angolo occasione per Bacinovic, che sfiora la traversa.

58′ Angolo lunghissimo di Bellomo: Miracoli si impegna e riesce a tenere il pallone in campo, girando dentro con una traiettoria molto alta; i rossoblu riescono a controllare e far arrivare il pallone a Di Massimo, che copre bene sull’anticipo di Politti e prova il destro. Alto non di molto.

In questo secondo tempo i rossoblu giocano in modo molto più diretto, con Bacinovic che spesso cerca direttamente il lancio verso i tre attaccanti o il cambio gioco per Tomi e Rapisarda. In fase di non possesso la difesa corre molti più rischi, ma in questo momento Conson e Miceli stanno sbagliando pochissimo.

Fotogallery Samb-Mestre

67′ Rapisarda fa un cambio di gioco centrale molto pericoloso per Miceli, che la gira malino verso Tomi. Il terzino gira verso Bellomo, anticipato da Casarotto; la palla arriva a Spagnoli, che serve Sottovia (liberissimo). L’attaccante, a tu per tu con Perina, non sbaglia. Raddoppio Mestre!

70′ Fuori Esposito per Stanco. Ora Samb col 4-2-4, con Bellomo e Di Massimo ai fianchi di Miracoli e Stanco.

75′ Lancio di Marchi verso Bellomo, facilitato dal tocco corto di Gritti; il centrocampista arriva a tu per tu con il portiere, con Miracoli liberissimo al centro, ma decide di concludere: alto. Occasione sciupata.

81′ Lancio di Bellomo per Stanco, che spizza per Miracoli, anticipato.

84′ Cross in mezzo di Fabbri, respinto (corto) da Tomi; sulla palla tornano i mestrini, che provano a mandare a rete: fuori. Sul capovolgimento di fronte della palla per Bellomo, che tenta il cross in mezzo: allontanato.

85′ Sul cross di Tomi (respinto) si avventa Rapisarda, che prova il destro. Respinto.

Fine secondo tempo. Brutta sconfitta per i rossoblu, puniti da un Mestre organizzato, propositivo e (nelle situazioni chiave) fortunato. Nel giro di dieci minuti le squadre segnano due gol da posizione dubbia: la rete di Rubbo (lontano dal guardalinee) viene convalidata, quella di Conson (più vicino all’assistente) no. Nella ripresa la squadra di Capuano prova a spingere sull’acceleratore, sbilanciando molto la squadra in avanti, ma – dopo diversi errori offensivi – i sambenedettesi vengono puniti dal sigillo di Sottovia. 

 

Samb-Mestre

No comments

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.