Samb-Ravenna, Capuano: “Contano i 3 punti. Eberini si sciacqui la bocca”

Ezio Capuano

La conferenza stampa di mister Capuano alla vigilia di Samb-Ravenna


Di certo in casa rossoblu non si può profilare il rischio di rilassamento: alla vigilia di Samb-Ravenna mister Capuano ha ordinato la rifinitura a porte chiuse, infuriandosi per la presenza di pochi curiosi sulle tribune del Riviera.

Verso il Ravenna: obiettivo vittoria

Se vogliamo proseguire nel nostro sogno non possiamo fare calcoli: dobbiamo vincere sempre. So che sarà una partita difficile perchè i nostri avversari vengono da quattro vittorie consecutive, difendono bassi e compatti, concedono pochissimo. È inutile fare giri di parole: domani contano i tre punti a tutti i costi.

Ho fatto allenamento a porte chiuse e mi sono arrabbiato con il magazziniere – a cui voglio bene – a causa della presenza dei tifosi per un motivo: ho delle soluzioni in mente. Partiremo con una squadra equilibrata ma con fantasia per stanare gli avversari.

Bacinovic ha avuto un problema al polpaccio che lo ha frenato anche a Bolzano. Sicuramente non è al meglio, ma in questo momento abbiamo bisogno di tutti quindi sarà tra i convocati. L’unico assente sarà Pegorin, mentre Aridità farà parte dei convocati.

Difficoltà nei primi tempi

Penso che le prestazioni della Samb non siano mai mancate. Noi abbiamo una banda di bravi ragazzi, di operai e non di ingegneri o architetti. Questi ragazzi vanno solo applauditi perchè stanno facendo qualcosa di inverosimile. Se avessero ottenuto questi risultati in altre piazze si sarebbe parlato di miracolo sportivo.

In questo momento la Samb è la squadra più equilibrata: subiamo pochi gol e, quando passiamo in vantaggio, portiamo sempre a casa la vittoria. Quando non siamo brillanti a volte è anche merito degli avversari. Nel caso del Sudtirol, noi abbiamo affrontato la squadra più in forma del momento: abbiamo sbagliato nelle scalate ed eravamo troppo aggressivi. Nella ripresa abbiamo cambiato a livello tattico e c’è stata anche una svolta di tipo caratteriale.

Le polemiche

Vorrei anche fare una precisazione: vorrei rispondere alla cooperativa di allenatori della Reggiana – perchè non so quanti ne siano e chi sia al comando – dicendo loro che devono sciaquarsi la bocca prima di accusarci di fare teatrini (ndr: il riferimento è al tecnico granata Eberini che, dopo la trasferta di Fano, ha dichiarato di non volersi lamentare degli errori arbitrali come fatto da Capuano nelle ultime settimane).

Ho letto tante stronzate come quelle secondo cui l’allenatore deve essere meno irruento. Io non alleno Oxford School o Cambridge, alleno una squadra di calcio che ha bisogno anche di essere scossa in determinate occasioni.

No comments

Lascia una recensione

Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami