Montero verso Imolese-Samb: “Dobbiamo fare punti”

Montero, Imolese-Samb

La conferenza stampa di Montero alla vigilia di Imolese-Samb, 17esima giornata del girone B di Serie C


Dopo la vittoria scaccia crisi contro la Feralpisalò i rossoblu hanno di fronte la partita contro l’Imolese, prima tappa di quello che il presidente Fedeli ha definito “percorso in discesa”, con piccolo biasimo da parte di Montero. Nella conferenza alla vigilia della gara il tecnico rossoblu resta cauto, evidenziando la pericolosità dei prossimi avversari.

«Già in passato avevo detto che squadre come Imolese e Arzignano non meritavano la classifica che avevano», ha iniziato il tecnico. «Nelle ultime partite ho visto una squadra molto aggressiva, che ha cambiato sistema di gioco ed è riuscita a fare risultati importanti; hanno anche pareggiato a Vicenza, e non è da tutti. Adesso vengono da tre risultati utili consecutivi, e come dico sempre queste sono le partite più insidiose, perché si va ad affrontare una squadra che lotta per non retrocedere. Personalmente, sono le partite che mi piacciono di meno».

La discussione vale in generale, anche perché fino ad oggi l’Imolese non ha fatto vedere un gioco da piccola, mostrando invece un atteggiamento molto propositivo. Questo potrebbe cambiare nella partita di domani: «L’Imolese viene a pressare alto e prova a giocare a viso aperto, non fa un gioco per la classifica che ha al momento; ma sapendo come giochiamo noi potrebbero decidere di chiudersi e aspettare, cambiando strategia. In queste partite qui i dettagli − i duelli, le marcature preventive, le seconde palle − decidono il risultato».

Dopo le difficoltà delle ultime settimane i rossoblu andranno a Imola con l’obbligo di fare il miglior risultato possibile. Ci arrivano con la fiducia data dalla vittoria sulla Feralpisalò («Ci aiuta sicuramente: per l’avversario, per il morale e per i punti; aiuta anche la consapevolezza di aver meritato contro una squadra importante»), giocando con il solito atteggiamento: «Noi giocheremo come sempre, con molta attenzione e cercando di migliorare nelle ripartenze. Dobbiamo prenderci i punti che servono, perché vogliamo qualificarci ai playoff. Se vuoi arrivarci in partite come quella di domani devi fare i risultati, perché sono gare che contano molto».

Il tecnico rossoblu avrà tutti i giocatori a disposizione, compreso Cernigoi, che sembra essersi ripreso dal problema alla cicatrice. Tuttavia il centravanti non sarà tra i titolari, per evitare ricadute. Probabilmente verranno confermati gli stessi undici della scorsa settimana, con Biondi in ballottaggio con Miceli. Restano le incognite sul profilo tattico della gara: «Noi abbiamo preparato la partita in tutti e due i modi [sia nel caso ci vengano a prendere alti sia nel caso aspettino dietro]. Io non li ho visti mai aspettare, neanche col Piacenza; hanno sempre pressato alto. Ma magari con noi potrebbero decidere di aspettare, del resto lo hanno fatto anche le grandi squadre. Neanche Padova e Vicenza ci hanno pressato».

«Non è un discorso di paura − ha proseguito il tecnico − però ci rispettano: giocano dietro per toglierci spazi. Oggi come oggi la tendenza del calcio dà molta importanza agli uno contro uno, sia a metà campo che sugli esterni. Oltre al gioco contano anche le individualità dei giocatori: noi possiamo contare anche su un terzino come Rapisarda, che nell’uno contro uno è importante, e ci permette di avere cinque giocatori capaci di creare superiorità numerica».

No comments
Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami