Samb-Piacenza 3-1, i rossoblu schiacciano i piacentini

Samb-Piacenza

La diretta di Samb-Piacenza, ritorno del primo turno nazionale dei playoff di Serie C


A quasi due ore dall’inizio della partita, la cancellata gialla che delimita la zona prefiltraggio è presa d’assalto da qualche centinaio di tifosi, nell’assurda convinzione che le indicazioni della vigilia (apertura dei cancelli alle 18.30) abbiano ancora qualche fondamento. L’ostinata chiusura del Riviera non fa che alzare l’attesa frenetica dei tifosi presenti, grumi d’ansia che camminano avanti e indietro in cerca di facce più sicure delle loro.

Con la sconfitta di Piacenza i rossoblu hanno perso la possibilità di passare il turno con un pareggio, ma lo status di testa di serie lascia ai sambenedettesi la possibilità di passare con una semplice vittoria, anche di misura. Moriero conferma il 3-5-2 già visto nella gara di andata, con l’inserimento di Bellomo al posto di Stanco. Anche il Piacenza di Franzini conferma il modulo, con Della Latta e Taugourdeau che tornano titolari dal primo minuto (con Di Molfetta in panchina).

Samb-Piacenza, il tabellino

SAMBENEDETTESE (3-5-2) Perina; Conson, Miceli, Patti (72′ Di Pasquale); Rapisarda, Marchi (84′ Tomi), Bove (74′ Di Massimo), Gelonese, Valente; Bellomo (84′ Candellori), Miracoli A disp. Raccichini, Ceka, Mattia, Stanco, Demofonti, Filoia, Aridità All. Moriero

PIACENZA (3-5-2) Fumagalli; Bini (62′ Corazza), Silva, Pergreffi; Castellana, Segre, Taugourdeau (75′ Franchi), Della Latta, Di Cecco; Pesenti, Romero (62′ Di Molfetta) A disp. Basile, Lanzano, Mora, Masullo, Zecca All. Franzini

TERNA Arbitra Lorenzo Maggioni di Lecco, coadiuvato dagli assistenti Gamal Mokhtar (Lecco) e Fabrizio Lombardo (Sesto San GIovanni). Quarto assistente Luca Zufferi (Udine)

MARCATORI 50′ Miracoli (r), 60′ Rapisarda, 88′ Miracoli (r), 90′ Franchi

NOTE Ammoniti: Perina (S), Patti (S), Pesenti (P)

Samb-Piacenza

Lo spettacolo della Curva Nord

[nextpage title=”Samb-Piacenza, primo tempo”]

1′ Punizione dalla trequarti dei rossoblu e palla in mezzo per Miceli, anticipato. Il corner successivo viene spazzato dai piacentini.

6′ Rapisarda riceve sulla trequarti destra, rientra sul mancino e prova la conclusione: blocca Fumagalli.

13′ Conson anticipa Pesenti e serve in verticale per Bellomo, che avanza alcuni metri e allarga a destra per Rapisarda: l’esterno rossoblu scende sul fondo e mette dentro una grandissima palla per Miracoli. L’attaccante anticipa tutti, ma la sua testata si infrange sulla traversa.

Samb-Piacenza

15′ Della Latta scende sulla sinistra e, danzando sulla linea di fondo, salta Gelonese e mette dentro per Pesenti: l’attaccante tocca, la palla sfiora il secondo palo e va sul fondo.

16′ Altra occasione clamorosa per i rossoblu: Bellomo riceve sulla trequarti e salta due avversari nello stretto, liberando l’allargamento per Rapisarda; altro ottimo cross dell’esterno: Miracoli (disturbato) sfiora sotlanto, Marchi (alle sue spalle) spara altissimo.

Lo speaker dello stadio informa i tifosi che non sono ammessi fischietti, fumogeni e bombecarta. La curva risponde “Noi facciamo il c**o che vgliamo”, e poco dopo fa esplodere un’altra bombacarta.

20′ Fuori Di Cecco, infortunato, per Masciangelo. Tatticamente non cambia nulla.

22′ Bellomo scambia con Valente sulla sinistra e prova il cross per Miracoli: troppo lungo.

Rispetto alla gara di andata i rossoblu sono molto più aggressivi, pressano alto cercando di disturbare la costruzione avversaria già dalla trequarti. L’inserimento di Bellomo si sta rivelando preziosissimo, in fase di possesso: gli spostamenti del trequartista su tutto il fronte offensivo stanno dando molte più opzioni di gioco ai rossoblu, che riescono a risalire il campo molto velocemente.

25′ Il cross di Bellomo, deviato, finisce sui piedi di Valente, che stoppa e prova il tiro: respinto.

27′ Sponda di Miracoli per Bellomo, che stoppa di suola (anticipando il difensore), se la aggiusta sul sinistro e prova la conclusione. La palla scheggia il palo e va sul fondo. Che partita di Bellomo!

29′ Rapisarda trova la verticale per Bellomo, tra le linee; il trequartista si libera della pressione e serve per il taglio di Marchi, che prova il cross: la scivolata di Silva nega a Miracoli la chance dell’uno a zero.

30′ Valente si libera sulla sinistra e crossa in mezzo: allontana Pergreffi. Sull’angolo che ne segue buona occasione per Marchi, che raccoglie la respinta e prova il destro: alto.

Samb-Piacenza

In questo momento grandissima pressione dei rossoblu, col Piacenza costretto a restare chiuso nella propria trequarti. La squadra di Franzini in questo momento sembra cercare soltanto di limitare i danni, in attesa del calo dei sambenedettesi.

37′ Marchi serve per il taglio esterno di Bellomo, che mette dentro di prima intenzione: Miracoli e Valente sono lontani dall’area, e la difesa controlla senza problemi.

39′ Il Piacenza mette il naso fuori: palla sulla trequarti per Romero, che protegge la sfera e prova il diagonale: Perina blocca in due tempi.

40′ Valente entra verso il centro e serve Marchi, sulla destra; il centrocampista prova la conclusione, ma angola troppo.

41′ Il Piacenza recupera palla con un tocco dubbio di Romero in pressione su Gelonese; palla di Taugourdeau per l’inserimento di Pesenti, che partito in fuorigioco (netto).

44′ Punizione dai 25 metri di Bellomo, che di destro trova una traiettoria dolcissima: la palla supera la barriera e (a portiere spiazzato) sbatte ancora sulla traversa. Terzo legno per i rossoblu, incredibile.

Samb-Piacenza

45’+1 Punizione dalla trequarti per Bellomo, che mette in mezzo: Fumagalli esce e la fa sua. Sulla ripartenza gran palla di Masciangelo per Pesenti, che parte in linea e – da posizione defilata – prova il tiro. Fuori dallo specchio.

Fine primo tempo. Una Nord entusiasta chiama la squadra sotto la curva per fare un ultimo incitamento prima dell’ingresso negli spogliatoi. Primo tempo eccezionale dei rossoblu, che in pochi giorni sembrano aver dimenticato tutti i problemi visti a Piacenza. Buona parte del merito va anche a Bellomo, autore di una prestazione individuale devastante. Alla squadra di Moriero è mancato solo il gol, complici tre legni abbastanza insensibili.

[nextpage title=”Samb-Piacenza, secondo tempo”]

Nessun cambio all’intervallo.

47′ La ripresa inizia con un lunghissimo forcing dei rossoblu, che passano i primi due minuti nell’area avversaria. Dopo un cross in mezzo respinto corto dai piacentini arriva una conclusione da fuori di Patti, che trova una traiettoria stranissima. La palla scende improvvisamente e sbatte ancora una volta sulla traversa. Quarto legno dopo le due traverse e il palo del primo tempo. Senza parole.

50′ La Samb non molla niente e si ributta all’attacco. Gelonese controlla sul lato corto dell’area e cade sul contatto con Segre) rigore! Lo stadio esplode per una trentina di secondi, ma quando Miracoli posiziona la palla sul dischetto si ammutolisce di colpo, in attesa. L’attaccante rossoblu è freddissimo: palla da una parte, portiere dall’altra. Vantaggio Samb!

Samb-Piacenza

55′ Dopo la mischia per riprendere palla in occasione del gol la partita si è molto innervosita. Durissimo fallo di Bini su Bellomo, proprio davanti alla panchina rossoblu. L’arbitro richiama i giocatori ma non estrae cartellini.

58′ Gelonese recupera palla e avanza alcuni metri, cedendo a Bellomo; il trequartista prova il cambio di gioco per Valente, che – pur di arrivare – fa crollare cinque cartelloni a bordo campo.

59′ Fallo di Silva su Bellomo, l’arbitro lascia correre; sull’azione successiva altro fallo di Bellomo, stavolta da parte di Bini. L’arbitro si ricorda del fischietto e assegna punizione per i rossoblu.

60′ Valente riceve sulla sinistra e parte con una serie di doppi passi sullo stesso ritmo dei tamburi nei distinti. Il suo cross dentro, deviato, diventa buono per Rapisarda, che – solo sul secondo palo – appoggia in porta. Raddoppio Samb! Partita spettacolare.

Samb-Piacenza

62′ Franzini prova a mischiare le carte: dentro Di Molfetta e Corazza per Bini e Romero. Ora biancorossi col 4-3-3, con i due nuovi entrati sulle fasce al fianco di Pesenti.

69′ Cross di Rapisarda per Bellomo, che sbaglia la misura della sponda.

72′ Fuori Patti per Di Pasquale. Il difensore rossoblu ritarda l’uscita del campo, facendo arrabbiare Pesenti. Ne scaturisce una mischia: l’arbitro arriva e ammonisce sia il difensore che l’attaccante.

74′ Altro cambio nella Samb: fuori un applauditissimo Bove per Di Massimo. I rossoblu mantengono il 3-5-2, con Bellomo davanti alla difesa.

75′ Prima palla per Di Massimo, che sbaglia il dribbling su Castellana facendo partire il contropiede ospite: Gelonese ferma tutto. Intanto fuori Taugourdeau per Franchi.

77′ L’angolo del Piacenza, respinto, finisce sui piedi di Castellana, che controlla e prova il tiro. La conclusione viene deviata da Gelonese, che quasi spiazza Perina: il portiere recupera la posizione e devia in corner.

84′ Dentro Tomi e Candellori per Bellomo e Marchi (entrambi sommersi di applausi). Samb sempre col 3-5-2, con Tomi esterno a sinistra e Valente mezzala. Ora la linea da cinque è molto più bloccata, con Valente e Di Massimo liberi di partire in contropiede.

87′ Recupero di Tomi e palla subito in verticale per Di Massimo, solissimo; l’attaccante salta il portere e viene atterrato in area. Rigore! Sulla palla va Miracoli, che ancora una volta spiazza il portiere. Tre a zero Samb!

90′ Il Piacenza accorcia con Franchi, autore di una grande punizione dai 30 metri (con palla sotto all’incrocio). Nell’indifferenza generale. 

90’+4 Ora il Piacenza vuole provare a fare almeno un altro gol, nonostante manchino solo i 5′ di recupero. Dopo un lungo forcing la squadra ospite trova un corner: la palla buttata in mezzo apre al contropiede dei rossoblu, che ripartono con Di Massimo. L’attaccante arriva sulla trequarti e serve Valente, liberissimo sulla sinistra. Il suo tiro è centrale.

Fine secondo tempo. Si chiude con un boato la partita dei rossoblu, autori della migliore prestazione di tutto il 2018. In un solo colpo la squadra di Moriero scaccia le scorie del finale di stagione e la delusione della gara di andata, regalando una partita spettacolare e a senso unico. Un palo (scheggiato), tre traverse e una netta sensazione di dominio, in una serata che forse non si viveva dal derby con la Fermana. 

No comments

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.